Thai Bangkaew Dog

Thai Bangkaew Dog
esemplare di Thai Bangkaew Dog

Esemplare di Thai Bangkaew Dog

Dati generali
Etimologia Prende il nome dal paese thailandese di origine
Genitori Le origini della razza sono thailandesi ma incerte. Leggenda vuole che fu creata dall’incrocio di uno sciacallo o un dhole (cane rosso selvatico diffuso in India e nel sudest asiatico) e una cagna comune meticcia
Presente in natura No
Longevità 10-16 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane da guardia, cane da caccia
Taglia Media

Il Thai Bangkaew Dog, lo suggerisce il nome stesso, è un cane che proviene dalla Thailandia. Ha l’espressione dolce e simpatica: riesce a fare innamorare chiunque abbia la fortuna di incontrarlo.

La peculiarità per cui viene maggiormente apprezzato in tutto il pianeta, soprattutto dagli esperti cinofili, è quella di aver conservato, immutate nel corso dei secoli, le proprie caratteristiche.

Scheda informativa del Thai Bangkaew Dog
Anallergico No
Per bambini Sa essere molto protettivo con la famiglia che l’adotta, compresi i bambini, va comunque data la giusta attenzione alla sua esuberanza
Per anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Di norma tende ad essere aggressivo con i suoi simili, va abituato da cucciolo alla socialità
Con gatti Va abituato alla loro compagnia già da cucciolo, potrebbe altrimenti essere ostile
Rumoroso Può esserlo molto, di norma preferisce ululare
Sport Esercizi per tenerlo attivo, che contrastino la sedentarietà

Origini storiche della razza

Lo standard di razza del Thai Bangkaew Dog è stato stabilito, a livello internazionale, solo pochi anni fa: nel 2011. Il nome di questo quattro zampe dalle origini molto antiche lo si conosce soltanto da circa un secolo, anche se si hanno documentazioni della sua esistenza già a partire dal XVIII secolo.

Proviene della regione centrale della Thailandia, e precisamente da un villaggio, Bangkaew appunto, situato nel la zona di Bang Rakam.

Il risultato odierno si deve all’incrocio con un cane selvatico indiano o con uno sciacallo. La cucciolata, poi, è stata fatta incrociare con alcuni cani da pastore di quella zona. E dal 1957 la razza ha i suoi caratteri fissati nello standard attuale.

Prezzo

Per avere informazioni dettagliare sul prezzo è meglio rivolgersi agli allevamenti specializzati presenti nel Paese d’origine, così da poter considerare anche i costi del trasporto e del cambio di cittadinanza del cane.

Affidarsi a centri online di dubbia provenienza mette a rischio truffe, sempre dietro l’angolo. Al momento, in Italia non sono presenti degli esperti che trattino questa razza.

Carattere

Il Thai Bangkaew Dog è un ottimo cane da compagnia, soprattutto per famiglie con bambini. Possiede un temperamento protettivo e amabile nei confronti di chi conquista la sua fiducia, è invece molto freddo e timoroso verso le persone che non conosce.

Non ama molto stare in compagnia dei suoi simili, ed è anche un eccellente guardiano: ama stare in allerta, sorvegliare i luoghi che considera propri e dare l’allarme in caso di pericolo.

Addestramento

La sua indole non rende difficile la fase di socializzazione: l’affetto per il ‘capo branco’ rende tutto molto più semplice di quanto si possa immaginare.

In ogni caso è consigliabile cominciarla già dalle prime settimane di vita, per evitare che l’istinto protettivo si traduca in aggressività.

Non bisogna mai dimenticare il clicker e il rinforzo positivo, per premiarlo quando porta a termine le richieste che gli vengono fatte.

Caratteristiche fisiche

Si tratta di un cane di taglia media di tipo Spitz, con una corporatura equilibrata, armoniosa nel complesso e compatta.

Peso e altezza

Sono variabili che cambiano in base al sesso dell’esemplare che ci si trova di fronte. L’altezza, al garrese, va dai 46 ai 55 centimetri. Le femmine tendono a essere più piccoline: si muovono in range che va dai 41 ai 50 centimetri.

Il peso invece si aggira attorno ai 10/12 chili, e i maschi sono quelli generalmente più massicci.

Zampe

Gli arti anteriori risultano essere forti e dritti, paralleli tra loro e con un’ossatura discretamente robusta.

Gli arti posteriori sono molto bene sviluppati, danno a questo amico a quattro zampe la possibilità di eccellere anche nei salti.

Corpo

Il corpo è ben strutturato e in armonia rispetto alla testa e alle zampe. Non è facile ammirarne la muscolatura perché ricoperta da un folto e morbido mantello.

Testa

La testa appare forte e il cranio piatto. Il muso risulta essere mediamente lungo. Il tartufo è nero o blu. Il collo è muscoloso e possente.

Gli occhi sono scuri, piccoli e a mandorla. Le orecchie hanno una forma triangolare, sono attaccate alte e portate dritte.

Coda

La coda del cane è lunga ma non eccessivamente, piumata, ben inserita e portata un po’ ricurva verso l’alto a pennacchio.

Pelo

Il mantello del Thai Bangkaew Dog risulta essere a doppio strato, con un sottopelo corto e liscio.

Colori

I colori ammessi sono: il nero, il rosso, il fulvo chiaro e il blu; negli esemplari di colore rosso è preferibile notare una macchia nera.

Cuccioli

I cuccioli dimostrano sin dai primi mesi di vita di essere docili ma vivaci, quasi subito subiscono una sorta di imprinting con il padrone. Se ben educati, possono stare anche con i più piccoli; ma dopo una fase di socializzazione che mitighi il loro istinto protettivo.

Salute

Non sono mai state registrate predisposizioni particolari a determinate malattie di natura genetica. Ha un’aspettativa di vita media di 10/16 anni. Sono quindi sufficienti le visite e le vaccinazioni di routine dal veterinario di fiducia, che conosce eventuali pregressi clinici e caratteristiche di razza.

Indicazioni sull’alimentazione

Come per qualsiasi cane, è bene che segua una dieta sana ed equilibrata, che gli dia il giusto apporto di tutti i nutrienti di cui necessita: proteine, minerali, vitamine e fibre.

Bisogna fare molta attenzione alle quantità consentite, che variano rispetto alla giornata tipo dell’amico a quattro zampe e del suo grado di mobilità. Se questo aspetto non viene gestito come si deve, può sopraggiungere l’obesità, con le malattie correlate del caso (a volte anche gravi).

Toelettatura

La cura del mantello è quella standard. Necessita di un due o tre spazzolate alla settimana. Ovviamente il numero e la frequenza sono indicativi e possono variare in base allo stile di vita del nostro amico a quattro zampe.

La perdita del pelo è moderata e tende ad aumentare durante il periodo della muta, due volte all’anno (in autunno e in primavera).

Allevamenti

La Federazione Cinofila Internazionale lo ha classificato con il codice 358. L’Ente nazionale cinofilia italiana, invece, lo ha inserito nel Gruppo 5 (Cani tipo Spitz e Primitivo), Sezione 5A (Spitz asiatici e razze affini). Sul territorio nazionale non sono presenti allevamenti riconosciuti.

È un cane d’appartamento?

Molto legato al territorio e a quella che considera famiglia, il Thai Bangkaew Dog è un cane per cinofili con esperienza pregressa. Ama scavare delle buche, ecco quindi che il giardino diventa pressoché indispensabile.

Inoltre, ha bisogno di fare molto esercizio fisico. Si tratta di un esemplare robusto ed energico, che ama giocare anche quando non è più un cucciolo.

Curiosità

Nelle vicinanze del villaggio da cui proviene c’è il monastero di Wat Bangkaew. La storia, che racconta anche un po’ una leggenda, parla di un abitante che ha donato un esemplare femmina in dolce attesa all’abate Luang Puh Maak Metharee, famoso per amare tutte le creature viventi.

Classificazione FCI – n. 358
Gruppo 5 Cani tipo Spitz e tipo primitivo
Sezione 5A Spitz asiatici e razze affini
Standard n. 358 del 02/04/2013 (en)
Nome originale Thai Bangkaew Dog
Origine Thailandia