Cimiteri per animali domestici in Lombardia, cosa dice la nuova legge

Una nuova legge sui cimiteri per animali domestici in Lombardia dà indicazioni su come procedere. Ecco cosa devi sapere

Una nuova legge regionale contiene importanti indicazioni sulla gestione e l’accesso ai cimiteri per animali domestici in Lombardia. Le regole riguardano la scelta dei proprietari di pets di far cremare. O di seppellire i propri animali domestici, quando questi ultimi lasciano questa terra. E hanno fatto il loro ultimo viaggio sul ponte dell’arcobaleno, ad attendere la propria famiglia umana.

tomba per animali domestici
Fonte foto da Pixabay

Il Consiglio Regionale della Lombardia ha approvato una nuova leggere per disciplinare la realizzazione, la localizzazione e la gestione dei cimiteri dedicati agli animali d’affezione. Una serie di regole volte anche a garantire norme igienico sanitarie e urbanistiche.

I cimiteri per animali da compagnia in Lombardia potranno ospitare, da oggi in poi, sia le urne con dentro le ceneri degli animali domestici, sia le lapidi dei pets inumati dopo la loro morte. Con cippi e targhe funerarie per poterli ricordare per sempre.

LEGGI ANCHE: Cimiteri per animali domestici: in arrivo l’ok della regione Lazio

Le regole contengono importanti novità anche per il trasporto delle spoglie degli animali da compagnia. E la successiva sepoltura. Sono state introdotte anche multe per chi viola le norme di registrazione. E anche per chi rilascia autodichiarazioni che non corrispondono a verità.

I cimiteri potranno essere gestiti da soggetti privati ed enti pubblici. E saranno realizzati anche dei crematori, fuori dai cimiteri, se il Comune che lo ospita dà l’approvazione per la costruzione di tali strutture, utili per chi vuole cremare i pets.

lapide per gli animali
Fonte foto da Pixabay

Claudia Carzeri, consigliera di Foza Italia e promotrice della legge, spiega che la sua proposta nasce dalla constatazione che sono sempre più gli animali d’affezione presenti nelle case degli italiani. “Circa il 39 per cento degli italiani, una cifra pari a oltre 20 milioni di persone, possiede almeno un cane o un gatto in famiglia“. Sono membri della famiglia e come tali devono avere un luogo decoroso dove essere ricordati dopo la loro morte.

LEGGI ANCHE: 5 storie di cuccioli che hanno aspettato anni i loro padroni morti (prepararsi a piangere)

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati