Cosa proviamo quando il nostro cane scompare? Uno studio da la risposta

La scomparsa del proprio cane è un lutto a tutti gli effetti, e come tale è nostro dovere rispettarlo. Un progetto internazionale dell’Università Statale di Milano ha cercato di studiare i nostri sentimenti in seguito ad un lutto come quello precedentemente descritto.

studio-risultati

Nella nostra società, troppo spesso tendiamo a sottovalutare la triste perdita di un animale domestico. Invece molte persone, quando ciò accade, soffrono molto a causa della connessione psicologica che si era creata, ad esempio, con il proprio cane.

Questo anche perché in una tipica società occidentale è normale considerare un cane in egual modo ad un essere umano, quindi membro della famiglia. Ciò accentua il dolore e la sofferenza emotiva durante il lutto.

I ricercatori hanno cercato il vero motivo per il quale le persone provano queste determinate sensazioni attraverso un questionario. Il questionario aiuterà a capire e a cercare soluzioni e strategie per alleviare il consueto malessere.

studio-scomparsa

Gli esperti del campo e gli studiosi hanno pubblicato i primi risultati nella rivista “Animals“, questi evidenziano “l’umanizzazione” del cane da parte nostra. Facendo ciò, alla loro scomparsa, acquisiamo purtroppo una visione negativa della vita.

Spesso imputiamo a noi stessi delle colpe che in verità non abbiamo, capita ad esempio molto più frequentemente in proprietari di giovane età. Ovviamente chi è più adulto, in linea teorica, sa meglio come affrontare una situazione del genere.

studio-cane

Rimanendo sempre sul tema dell’età, bisogna sottolineare che frequentemente la scomparsa dei propri cani rappresenta una prima esperienza per i bambini. Perciò potrebbero reagire in diversi modi.

Esiste una differenza di reazione anche fra genere maschile e genere femminile; di solito le donne esprimono molta più sofferenza o, se vogliamo, emotività. L’uomo tende ad accettare più facilmente la perdita, sempre secondo gli studi.

studio-perdita

In fin dei conti questi ricercatori hanno condotto degli studi davvero interessanti su un tema che molto spesso le persone sottovalutano. Siamo sicuri che ulteriori informazioni potrebbero aiutare davvero in un futuro prossimo.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati