Dingo, il cane che non smette di imbucarsi alle feste

Questo cagnolino ha una passione sfrenata per il divertimento e non appena ne ha l'occasione si imbuca a qualche festa

La storia di questo cagnolino di nome Dingo è davvero divertentissima. Non è all’ordine del giorno sentir parlare di un cane che si imbuca alle feste. Eppure lui, senza pagare il biglietto si intrufola nei locali e va a ballare spensierato!

Tutto è iniziato quando un fotografo brasiliano di nome Lucas Valéo, è stato assunto per scattare foto ad una festa che si svolgeva nella periferia di San Paolo. Quando però la festa è iniziata, l’uomo ha notato qualcosa di strano sullo sfondo.

Dove stavano servendo il cibo, c’era un cagnolino che passeggiava tra le persone. Nessuno si era accorto di lui, e lui continuava a camminare tranquillamente. Ma a Lucas, quel cucciolo, sembrava molto familiare e non riusciva a capirne il motivo.

Il fotografo, infatti, si è ricordato che durante un lavoro precedente, stava scattando delle foto ad un’altra festa e c’era anche lì un cagnolino. Ma ancora non aveva capito che si trattava dello stesso cane, ovvero di Dingo l’amante del divertimento.

Mentre il fotografo stava facendo scatti ad uno degli ospiti, ha ricollegato tutto. Quel cane era anche alla festa precedente, solo che questa volta il buttafuori lo ha visto in tempo e lo ha preso per portarlo via, proprio come si fa con gli intrusi.

Quando Lucas ha pubblicato gli scatti simpatici di Dingo è venuto a conoscenza di tutta la sua storia. Il cagnolino in realtà ha una famiglia, che vive proprio accanto al luogo dove fanno le feste. E il suo proprietario ha spiegato che ha provato in tutti i modi a trattenerlo.

Ma non c’è verso, appena sente che sta iniziando il divertimento, Dingo trova il modo di scappare e si intrufola alle feste! Tutti in città lo conoscono per questa strana abitudine e tutti hanno imparato ad amarlo. Fortunatamente, è al sicuro perché quando lo vedono, lo riportano direttamente a casa!

LEGGI ANCHE: Ollie, la cagnolina che ha evitato l’eutanasia grazia ad un rifugio

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati