Dodici cuccioli di cane abbandonati in scatoloni sigillati

Questi poveri cuccioli sono stati sigillati dentro a degli scatoloni. Per fortuna li hanno strappati da una morte certa

Questi dodici cuccioli di cane sono stati abbandonati dentro a scatoloni sigillati per bene. Li hanno lasciati in campagna, dove nessuno poteva sentirli o vederli. Erano tutti chiusi dentro a scatole di cartone legate con uno spago.

Non ce l’avrebbero fatta ad uscire di lì. Per fortuna qualcuno li ha trovati e li ha liberati da quell’inferno. Li hanno lasciati in un rustico disabitato a San Pierino, Fucecchio. La zona è isolata e nessuno li avrebbe dovuti trovare.

Invece, per fortuna, qualcuno ha sentito il pianto di tutti e dodici i cuccioli e li ha salvati. La polizia municipale, una volta venuta a conoscenza delle scatole ha chiamato i volontari dell’associazione Amici degli Animali a 4 zampe onlus di Lajatico.

I volontari, sono subito intervenuti e aprendo le scatole hanno trovato i dodici cuccioli. Non erano però tutti della stessa cucciolata. In ogni scatola ne erano stati messi tre o quattro e sono riusciti a respirare solo grazie ad alcuni fori sul lato dei contenitori.

I piccoli avevano molta fame e sete. Chissà da quante ore erano lì al buio e senza cibo. “Non sappiamo cosa possa essere successo a queste anime, ma chi sa qualcosa denunci alle forze dell’ordine. Sterilizzate se non volete prendervi cura dei cuccioli delle gravidanze che fate fare alla vostra cagnolina“, hanno scritto i volontari che si sono occupati dei piccoli.

L’associazione ha anche lanciato un appello sui social poiché hanno bisogno di aiuto per accudire i poveri cagnolini. Per chiunque volesse aiutare può comprare delle pappe per i cuccioli e spedirle via corriere o lasciarle al Parco canile a Lajatico. Per maggiori informazioni su come fare potete visitare la loro pagina Facebook –> Amici degli Animali a 4 zampe onlus di Lajatico.

LEGGI ANCHE: Gina, la cagnolina che aspetta da ormai quattro anni una famiglia

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati