I cani possono mangiare il riso integrale? E in che modo?

Quali cereali possiamo somministrare al nostro cucciolo? I cani possoo mangiare il riso integrale? Scopriamolo insieme in questo articolo!

cani possono mangiare riso integrale

Sono molte le domande che ci facciamo rispetto all’alimentazione dei nostri pelosi, soprattutto perché la cosa che ci sta più al cuore è il loro benessere. Una delle cose che più spesso ci chiediamo è se i cani possono mangiare il riso integrale oltre agli altri cereali in commercio.

Probabilmente la questione si solleva, più in generale, sui cereali che i nostri amici a quattro zampe possono assumere e su come, questi, possono essere integrati in maniera equa nella dieta del cane.  Scopriamo insieme, in questo articolo, come organizzare al meglio, il regime alimentare dei nostri migliori amici.

I cani possono mangiare il riso integrale? E in che modo?

I cani possono mangiare il riso e i cereali?

Prima di scoprire se i nostri cani possono mangiare il riso integrale, è opportuno fare un’analisi più generale su cosa possono e non possono mangiare i nostri cuccioli pelosi. Nello specifico, andiamo a scoprire insieme quali sono i cereali più adatti da poter mettere nella ciotola di fido affinché non venga compromesso il suo benessere.

Come ben sappiamo, a differenza dei gatti che sono essenzialmente animali carnivori, i cani, invece, hanno un’alimentazione variegata che comprende anche ortaggi, cereali e vegetali.

Diversamente dal lupo, l’antenato più vicino a fido, il cane domestico ha imparato a digerire l’amido dei carboidrati, a patto però che questo non sia mai somministrato in grosse razioni. Per questo, nel caso generico di cereali è opportuno sempre fare i conti con il fatto che il cane è essenzialmente un carnivoro e che, i cereali, non sono altro che un complemento nutritivo.

In generale, però, prima di organizzare la migliore alimentazione per i nostri animali domestici, è opportuno prendere sempre in considerazione che ogni cane è diverso e presenta quindi singole esigenze.

I cani possono mangiare il riso integrale? E in che modo?

La lista completa dei cereali che possono mangiare i cani

Appurato quindi che i nostri animali a quattro zampe possono mangiare i cereali, vediamo quali esattamente possono essere somministrati e quali è meglio evitare. Scopriamo insieme anche se i cani possono mangiare il riso integrale e qual è il ruolo di questo alimento nella loro dieta.

Tra i cereali da inserire nella dieta del cane c’è l’amaranto, che in realtà è uno pseudo cereale. SI tratta di un alimento particolarmente utile agli animali intolleranti al glutine e si presenta come un’ottima alternativa ai cereali tradizionali. L’amaranto è ricco di calcio ferro fosforo magnesio e piccole quantità di vitamine del gruppo B.

Nella lista dei cereali per il cane, troviamo anche l’avena, un ottima fonte di fibre, utile soprattutto in caso di stitichezza. Si tratta di un cereale molto potente perché contiene fosforo selenio ferro e magnesio.

Anche il farro, così come il grano integrale possono essere introdotti nella dieta del cane. Il primo alimento, ricco di vitamine e sali minerali, può essere utilizzato come variante ai cereali tradizionali. Il secondo invece, può essere somministrato con eccessiva prudenza: il grano integrale non è dannoso se somministrato in dosi contenute ma, la grande presenza di amido, lo rende un alimento poco digeribile per il nostro animale a quattro zampe.

Tra i cereali che è meglio non somministrare al nostro cane troviamo il mais. Nonostante questo sia ricco di ferro e minerali, nonché una buona fonte di acido folico, l’utilizzo del masis geneticamente modificato potrebbe indurre effetti negativi sulla saluta del cane.

Nella lista dei cibi da somministrare a fido, troviamo anche il riso. Potendo quindi rispondere alla domanda iniziale, vi diciamo che sì, i cani possono mangiare il riso integrale e vi spieghiamo perché.

Perché i cani possono mangiare il riso integrale

Il riso è uno dei cereali più consumati al mondo, non solo dagli esseri umani, ma anche dagli animali. In particolare, si tratta del cereale più usato nell’alimentazione di Fido. Il riso è privo di glutine, ricco di vitamine del gruppo B, manganese, ferro e fosforo.

Il riso integrale, che è quello che interessa a noi contiene maggiori quantità di fibre in quanto la crusca, che dà il particolare colore marroncino al chicco di riso, non è stata rimossa.

Il consiglio è quello di optare sempre per una qualità di riso integrale che contenga meno amido. Tra questi, il più famoso è sicuramente il riso integrale basmati.

A proposito di cereali, vi consigliamo anche altre due specie da inserire nella dieta del vostro cucciolo e sono rispettivamente l’orzo e la quinoa.

L’orzo è un cereale di origini antichissime, uno dei primi consumati dall’uomo e ancora oggi molto apprezzato. Quello che lo rende speciale è il fatto che sia molto ricco di minerali come potassio calcio e ferro, ma soprattutto ha un basso indice glicemico e, di conseguenza, non alza troppo i livelli di zucchero del sangue. Anche l’orzo può essere utilizzato per preparare deliziosi manicaretti a fido.

La quinoa è un cereale piuttosto innocuo per il nostro cucciolo a quattro zampe. Tutto merito del fatto che si tratta di una pianta erbacea annuale come gli spinaci e le barbabietole e che quindi, non essendo una derivante graminacea è completamente senza glutine. Questo, tradotto, vuol dire che si tratta di un alimento facilmente digeribile sia per gli uomini che per i cani. La quinoa è particolarmente indicata per cani con intolleranze o che non digeriscono i cereali.

I cani possono mangiare il riso integrale? E in che modo?

Riso bianco e riso integrale: ecco quali sono le differenze

Ora che abbiamo scoperto che i cani possono mangiare il riso integrale, scopriamo insieme quali sono le differenze del riso in commercio, così da poter fare una scelta più consapevole per l’alimentazione e il benessere del nostro animale a quattro zampe.

Il riso bianco ha un indice glicemico molto più alto rispetto al riso integrale e può causare un aumento dei livelli di zucchero nel sangue, cosa che a sua volta può creare delle conseguenza piuttosto importanti nell’organismo del cane. Per questo motivo, prima di somministrare il riso al cane, è importante sapere se il soggetto è diabetico.

Il riso integrale, invece, contiene sicuramente più nutrienti di quello lavorato ma può essere difficile da digerire per un cane. Il riso integrale, infatti, viene sempre sconsigliato nei soggetti che hanno problemi gastrointerinali.

Tuttavia, in generale, a fronte di quello che abbiamo detto, la conclusone è che si può somministrare ugualmente un po’ di riso bianco o integrale se è necessario, ma non dovrebbe essere un’abitudine giornaliera. Il consiglio è sempre quello di rivolgersi al medico veterinario di fiducia così da poter organizzare un regime alimentare idoneo alle esigenze del singolo cane.

Conseguenze dell’abuso del riso

Come abbiamo specificato più volte, anche se il riso integrale rientra tra i cereali da somministrare al cane, è importante che il vostro cucciolo non ne faccia abuso. I cani possono mangiare il riso integrale ma con moderazione. Del resto conosciamo bene il modo di fare dei nostri amatissimi pelosi e sappiamo che sanno essere davvero dei grandi golosi, quindi il nostro compito è quello di dosare con attenzione i loro pasti e di contribuire a creare una dieta sana, deliziosa e variegata.

Anche se i cani con il tempo si sono abituati a un’alimentazione domestica e differente, non dobbiamo dimenticarci che per loro origine sono animali carnivori e che quindi potrebbero fare fatica a digerire i carboidrati.

Il riso, come abbiamo visto, è un alimento che troviamo molto spesso nelle diete dei cani e non solo, è contenuto anche nelle pietanze commerciali per fido, come la carne e in generale il cibo unico. Come abbiamo visto, però, non sempre porta benefici alla salute del nostro cucciolo peloso poiché spesso si tratta di riso contaminato e di bassa qualità che viene utilizzato per mettere in commercio pappe per cani che possono contribuire ai problemi gastrointestinali dei cuccioli più deboli.

Tuttavia sono molte le persone che utilizzano proprio il riso nella dieta di fido quanto questo ha dei problemi intestinali. Nella maggiore, è il riso bianco ad essere portato all’interno della ciotola di fido.

Questa convinzione che il riso faccia bene agli animali, che non è del tutto sbagliata, è dovuta al fatto che nell’alimentazione umana il riso viene utilizzato proprio quando ci sono problemi intestinali o si vuole restare leggeri. Ma la differenza sostanziale tra noi e i nostri cuccioli è che per noi questo è un alimento facile da digerire.

I cani possono mangiare il riso integrale: ecco in che modo

Appurato che possiamo tranquillamente inserire il riso nell’alimentazione del cane, così come altri cereali menzionati nell’articolo, ora dobbiamo capire come poterlo somministrare affinché il nostro cucciolo abbia un piatto delizioso e salutare.

Anche se il cane è un canivoro, i carboidrati restano comunque una parte importante della dieta del cane, così come lo sono le proteine animali e vegetali. Come sempre, per tutte le preparazioni, è il condimento a fare la vera differenza.

Il nostro consiglio è quello di somministrare il riso al vostro cane attraverso una preparazione domestica, abbandonando, almeno per il momento il pet food industriale che potrebbe contenere una materia prima di scarsa qualità.

Per preparare il riso integrale a casa, e somministrarlo al vostro cucciolo, il consiglio è quello di farlo bollire in acqua e senza condimenti o spezie. Ricordate quindi di inserirlo nella dieta di fido a piccole dosi.