Il cane attende invano il ritorno del proprietario

.

Molte volte una foto è in grado di esprimere meglio un concetto o un’emozione rispetto a mille parole, questo possiamo definirlo quasi come un dato di fatto; una foto, ad esempio, può perfettamente ritrarre un attimo di gioia, di follia o di tristezza, come nel caso del cane che attende il ritorno del proprietario.

moose-attesa

Stiamo parlando di una fotografia a dir poco toccante, straziante a modo suo, capace di smuovere qualsiasi cuore, anche il più solido e roccioso.

Il soggetto principale della foto è un cane di colore scuro, seduto vicino al lettino d’ospedale, in attesa di qualcosa o qualcuno che però non lo affiancherà mai più; il nome del cane è Moose e sicuramente starà vivendo un periodo difficile.

Moose è un cane di tre anni, adottato dallo stesso uomo che nella foto non compare, ma che, paradossalmente, sembra essere cosi presente, sensazione data anche dalla desolazione del cane che forse ancora non sa di per certo cosa sia successo al “padre” che lo ha visto crescere.

moose-triste

La foto è stata caricata su Facebook qualche giorno fa da North Star Pet Rescue, un’organizzazione benefica del New Jersey che in questi giorni sta cercando una nuova sistemazione al povero Moose, rimasto orfano del proprietario.

organizzazione-moose

Proprio con questo nobile fine, la foto è stata preceduta da una lunga descrizione dell’evento, della presentazione del cane e della sua voglia di superare la perdita grazie all’amore di qualche altra persona.

Fra le righe non possiamo che notare la descrizione minuziosa delle qualità di Moose, descritto come un cane assolutamente rispettoso e fedele, molto intelligente e gioioso, addestrato ma con l’unico difetto di non amare gatti e uccelli.

post-moose

Ci viene anche raccontato come il cane stia provando a superare la scomparsa del proprietario e come questi giorni siano bui per lui.

Siamo certi però che con l’amore e l’affetto di una nuova famiglia tutto andrà per il verso giusto e Moose ritornerà a gioire come ha sempre fatto.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati