Il cane viene “arrestato” per come ha ridotto un piccolo elfo natalizio

Se c’è una cosa alla quale nessun proprietario riesce a resistere, quella cosa è lo sguardo sdolcinato del proprio cane. Di solito i nostri amici a 4 zampe usano questo loro “asso nella manica” quando sanno di averla combinata grossa.

joise-cane

Dinnanzi a quello sguardo spassionato la maggior parte di noi si scioglie, non resiste e perdona a cuor leggero il proprio cane. Questo discorso non vale per Shane Ferrari, una donna che è stata capace di rimanere impassibile davanti all’operato del suo cane di nome Joise.

Anzi, c’è di più, Shane ha voluto processare il povero cane, prima accusato di aver distrutto un ornamento natalizio, poi dichiarato colpevole.

joise-elfo

Il cane si è reso protagonista di un vero e proprio assalto nei danni di un piccolo elfo natalizio.

L’ornamento era della famiglia da moltissimo tempo, perciò Shane si è sentita in dovere di far giustizia. La stessa donna ha arrestato Joise e l’ha fotografato nella classica posa da carcerato con il cartello identificativo posto davanti.

joise-arrestato

Il povero colpevole non ha avuto nulla da dire, a quanto pare si è avvalso della facoltà di non rispondere se non per conto dei suoi avvocati. La proprietaria del cane di 2 anni ha sceneggiato alla perfezione un reale processo con arresto annesso.

Una simpaticissima vicenda immortalata dalle numerose foto scattate da Shane. La donna ha poi pubblicato le varie foto sul web, raccogliendo una moltitudine di commenti e reazioni positive.

joise-carcere

Questa storia è diventata virale in pochi giorni e, nonostante le prove contro Joise siano pressoché travolgenti, il povero cane ha il sostegno di tutto il mondo. Sebbene Shane sia stata giudice della vicenda, il suo amore nei confronti del cane è immenso.

Speriamo che il cane, abbia imparato davvero la lezione, inoltre si spera sia più buono la prossima volta con gli elfi e tutte le altre decorazioni natalizie; altrimenti “dritto in cella“.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati