Il Regno Unito dice no al divieto di mangiare carne di cani e gatti

Cuccioli di cane in canile

Una triste notizia per tutti gli amanti dei nostri amici a quattro zampe arriva dal Regno Unito che ha definitivamente bocciato il divieto di mangiare carne di cani e gatti.

Quando parliamo di questo argomento, parliamo di una questione che ancora divide le popolazioni di tutto il mondo.

Il Regno Unito dice no al divieto di mangiare carne di cani e gatti

 

Sono tantissime, purtroppo, le nazioni in cui è legale consumare la carne dei nostri amici a quattro zampe. Una legalità che, molto spesso, sfocia anche nell’illegalità.

Perché se prendiamo come esempio la Cina, in cui la carne di cani e gatti è considerata un alimento a tutti gli effetti, le controversie sono molte.

Il Regno Unito dice no al divieto di mangiare carne di cani e gatti

Mangiare cani e gatti è legale, ma non esiste nessun genere di legge volta a regolamentare questo traffico.

E molto spesso tutto questo si traduce in cani raccolti dalle strade, brutalmente uccisi per poi essere portati a tavole. E, tralasciando gli aspetti orribili della questione, si va incontro anche a problemi di ordine igienico e di controllo della qualità di ciò che portiamo a tavola.

Il Regno Unito dice no al divieto di mangiare carne di cani e gatti

Nel nostro paese, ad esempio, è molto recente la proposta di legge che chiede la galera per chi mangia carne di cani e gatti.

Purtroppo, come detto, la stessa cosa non vale per tutti gli altri stati del mondo. Perché il Regno Unito, di recente, ha detto no al divieto di mangiare carne di cani e gatti.

Il Regno Unito dice no al divieto di mangiare carne di cani e gatti

La proposta era arrivata dall’ex segretario del Dipartimento per l’Ambiente, l’Alimentazione e gli Affari Urali. E lui stesso ha espresso la profonda delusione nei confronti della decisione del Ministero della Giustizia del Regno Unito.

Quello che fa ancora di più storcere la bocca è la motivazione che sta alla base di questa decisione.

Stando quanto dichiarato dai vari portavoce del Ministero, infatti, la bocciatura del divieto deriva dalla volontà di non offendere le altre culture. Come se questo fosse un motivo valido per portare a tavola la carne dei nostri animali domestici.

Prodotti Consigliati dal nostro Team: