Il salvataggio di Stopa, il cane randagio addetto all’accoglienza clienti

L’abbandono può cambiare la vita di un cane? Assolutamente si, la quasi totalità delle volte in peggio, ma ci sono rari casi in cui accade il contrario. Sembra impossibile ma il cucciolo protagonista di questa storia è l’eccezione di cui stiamo parlando.

stopa-servizio

Si chiama Stopa e da circa qualche anno vive e lavora in una stazione di servizio a Sinop, in Brasile. Avete letto bene, lavora e lo fa anche alla grande, un vero e proprio addetto all’accoglienza clienti.

Tutto ciò è possibile grazie al suo amore incondizionato verso gli altri esseri umani, il suo affetto e la sua gioia di vivere.

stopa-felicità

Aspetti insoliti se pensiamo al fatto che non più di qualche anno fa, la sua ex famiglia lo ha abbandonato proprio in questa stazione.

stopa-cane

Il suo passato non lo conosce nessuno, ma tutti concordano nel dire che non sia stato dei più semplici. I suoi ex proprietari lo abbandonarono quando era solamente un cucciolo di pochi mesi; solamente degli incoscienti possono fare una cosa del genere.

I gestori della stazione di servizio furono sorpresi dall’apparizione di quel cane, ma si fecero trovare pronti e non si tirarono indietro. Offrirono un’ottima sistemazione a quel cucciolo, acqua e cibo a volontà.

stopa-mascotte-stazione

Da quel giorno Stopa non si è più sentito solo; uno dei gestori ha pensato bene di integrare il cane nell’attività, così da dare una ventata di novità alla stazione. Mossa astuta e completamente azzeccata.

stopa-amore

Stopa è fatto per stare accanto alle persone, è un tipo giocoso e sempre attivo, che predilige il contatto. I clienti lo amano e adorano la sua presenza, grazie a loro la sua storia è finita in rete, riscontrando un enorme successo.

stopa-area-verde

Il cane ha un’area verde dedicata a lui, si tratta di un modesto prato dove può divertirsi in ogni modo. La sua vita è pressoché meravigliosa, ama la stazione e adora rilassarsi in compagnia delle persone che lo hanno apprezzato fin dal primo momento.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati