Kingo e Billo, i cani che hanno scoperto per caso di essere fratelli

La storia dei cani Kingo e Billo

Oggi vogliamo raccontarvi la particolare storia di Kingo e Billo, due cani separati alla nascita che si sono ritrovati alcuni mesi dopo.

È una storia molto particolare perché racconta di due cani forse legati da un destino. Due fratelli che, come spesso succede, si sono dovuti salutare a pochi mesi dalla nascita.

Kingo e Billo, i cani che hanno scoperto per caso di essere fratelli

Ognuno per la sua strada, ognuno con la sua nuova famiglia. Entrambi adottati da due famiglie diverse.

La storia di Kingo e Billo è la storia di due cani che hanno sicuramente trovato la felicità. Per una volta, niente abbandoni, maltrattamenti, violenza o uccisioni.

Per una volta vogliamo raccontarvi una vicenda felice. La vicenda di due cani, Kingo e Billo, felici con le loro famiglie, che si sono ritrovati dopo molti mesi dalla separazione.

Kingo e Billo, i cani che hanno scoperto per caso di essere fratelli

A raccontare la storia è il proprietario di Kingo, Giampietro. Il suo migliore amico a quattro zampe è un cane di razza Lagotto. Un cane simpaticissimo e dolcissimo che ha otto mesi.

Giampietro e Kingo vivono a Roma, ma negli ultimi giorni si trovavano insieme in Abruzzo. Durante una passeggiata, un uomo si è fermato a complimentarsi con Giampietro per il suo splendido cane.

Kingo e Billo, i cani che hanno scoperto per caso di essere fratelli

L’uomo ha dichiarato di avere anche lui un Logotto, solo qualche metro più là. Perché non farli conoscere e giocare un po’ insieme?

Parlando dei loro cani, i due proprietari hanno successivamente scoperto di aver appena fatto incontrare due fratelli. Nati lo stesso mese, presi nello stesso allevamento, dalla stessa persona.

Kingo e Billo, i cani che hanno scoperto per caso di essere fratelli

Kingo e Billo sono fratelli! Una storia davvero incredibile, se si pensa a quante poche probabilità ci fossero che questo accadesse.

Kingo e Billo hanno giocato tutto il giorno insieme, quasi come se il tempo non fosse mai passato.

Quando è arrivato il momento di ripartire, i loro proprietari si sono fatti una promessa. Non dovevano perdere i contatti. Ormai la famiglia si era riunita, perché dividere ancora quei due fratelli così belli?