La storia di Filippo, il cane gigante che nessuno voleva

Nessuno voleva il cane Filippo, troppo grande per essere considerato buono: finalmente però anche lui ha una possibilità di vita felice

La storia di Filippo, il cane gigante che nessuno voleva, è una storia difficile. Una storia che ha fortunatamente un lieto fine, ma che ancora una volta ci aiuta a capire quanto ancora molto (troppo) spesso, i nostri amici a quattro zampe siano vittime di brutti pregiudizi.

A raccontare questa triste vicenda è una volontaria che si è occupata di questo gigante buono. Una ragazza che ha visto quanto ti buono ci fosse in questo amico a quattro zampe, quanto anche lui meritasse una vita felice.

Alla fine Filippo l’ha conosciuta la vera felicità, ha conosciuto il vero amore. Ma ha dovuto soffrire molto, conoscendo quanto siano brutti i pregiudizi.

Che che guarda

Filippo è un cane da Pastore. Un cane di taglia grande, con un aspetto che non ha fatto altro che far nascere la paura in chi lo incontrava per strada. Ormai lo sappiamo molto bene, nell’immaginario di molti cane grande significa cane cattivo. Chissà perché poi, visto che Filippo è un amico a quattro zampe davveto dolcissimo.

Un cucciolo meraviglioso, un pelosone che sembra un peluche. La sua famiglia era una coppia olandese che aveva deciso di adottarlo da una cucciolata di alcuni loro vicini di casa. Un’adozione consapevole? Purtroppo, come molto spesso capita, assolutamente no.

Cane sdraiato

Filippo è cresciuto e con il tempo non era più il cucciolo che sembrava un peluche, ma un grande cane da pastore. Amava farsi dei bei giri nel suo quartiere, inconsapevole dell’effetto che faceva sulle persone che incontrava: tutti avevano paura di lui.

Alla fine nessuno voleva più passare nelle strade che Filippo amava frequentare, fino a quando il cane gigante non è finito in prigione, legato a una corda. Alla fine i volontari del canile sono andati a prenderlo: questo bellissimo amico a quattro zampe non meritava di vivere così.

Per fortuna anche Filippo ha avuto una seconda possibilità. Adesso vive una vita felice con la sua nuova famiglia, forse inconsapevole di quante cose è riuscito a insegnarci. Ha dato a tutti una lezione di buon senso e ci ha ricordato quanto siano brutti e sbagliati i pregiudizi.

Ti è piaciuto questo contenuto? Allora leggi anche Benny, il cucciolo di cane che nessuno voleva adottare e che ora gioca a Hockey sul ghiaccio (VIDEO).

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati