Lascia il cane nel rifugio per evitare che suo padre lo maltratti

lascia-il-cane-nel-rifugio-per-evitare-che-suo-padre-lo-maltratti

È sconfortante sapere che viviamo in un mondo in cui un bambino di 12 anni deve lasciare il proprio cane per evitare che suo padre lo maltratti. In teoria l’adulto dovrebbe dare prova di maturità, ma non sempre è così.

Lascia il cane nel rifugio per evitare che suo padre lo maltratti

I ragazzini, di loro natura, hanno un animo nobile, puro, privo di macchie, in pratica sono terreno fertile sul quale coltivare sentimenti come l’amore e il rispetto. Ma se nessuno insegna loro questi valori, finiscono per svanire nel nulla.

Crediamo che sia una cosa insopportabile per un bambino, assistere ad atti di violenza ingiustificata contro esseri più deboli. Cose del genere farebbero restringere il cuore a chiunque, o almeno, chiunque ce l’abbia un cuore.

Lascia il cane nel rifugio per evitare che suo padre lo maltratti

Non di certo il padre di Andrés, un uomo che non conosce affatto la parola rispetto. A causa di questo comportamento, il giovane Andrés ha preso il proprio cucciolo e l’ha portato nel rifugio Xollin.

Il ragazzo ha lasciato il cane in una scatola, con una coperta, un peluche ed una lettera a dir poco commovente. Ecco le sue parole:”Mi chiamo Andrés, io e mia madre ci siamo messi d’accordo per lasciare il cane qui…”

“…Lo facciamo perché Papà lo maltratta, una volta lo prese a calci e gli fece molto male sulla coda; gli ho lasciato un piccolo peluche, nella speranza che non mi dimentichi mai. Spero che ve ne potiate prendere cura, grazie.”

Lascia il cane nel rifugio per evitare che suo padre lo maltratti

Il rifugio ha pubblicato la storia sui social, scatenando le reazioni di migliaia di utenti. Contemporaneamente sono arrivate più di 300 richieste d’adozione per il cucciolo, che è stato ribattezzato René.

Presto il piccolo René raggiungerà la sua nuova casa, inizierà una nuova vita piena di amore e felicità.

Lascia il cane nel rifugio per evitare che suo padre lo maltratti

Nei suoi ricordi però ci sarà sempre la figura di quel ragazzino di 12 anni, che, per salvarlo dalle grinfie del padre, ha rinunciato per sempre al suo amico a 4 zampe.