Lieto fine per Salsiccia, il cagnolino che era stato portato via al suo proprietario senzatetto

Lieto fine per il cagnolino Salsiccia, portato via al suo proprietario senzatetto: ha potuto riabbracciare il suo migliore amico

Cagnolino che osserva

Oggi vogliamo raccontarvi la storia a lieto fine del cagnolino Salsiccia e del suo proprietario, un senzatetto di nome Roberto.

La storia di Salsiccia e Roberto è una storia molto particolare. Una di quelle storie che ci fanno capire che i cani sono davvero i nostri migliori amici.

Chiunque tra voi abbia un cane nella propria vita, dovrebbe sapere molto bene che si tratta di animali in grado di dimostrarci un amore e una fedeltà fuori da ogni limite.

Lieto fine per Salsiccia, il cagnolino che era stato portato via al suo proprietario senzatetto

Un amore e una fedeltà che forse nessun altro sa dimostrarci e proprio per questo amiamo considerarli i nostri migliori amici.

Un cane ti cambia la vita e Roberto lo sa bene. Un cane ti ama più di qualsiasi altra cosa al mondo e lo fa che tu sia bello o brutto, simpatico o antipatico, ricco o povero.

Ad un cane non importa cosa fai nella vita, quanto sia alto il tuo conto in banca, quanti successi tu abbia avuto nella vita. Un cane ti ama in ogni caso e la sua unica missione di vita è dimostrartelo ogni giorno.

Lieto fine per Salsiccia, il cagnolino che era stato portato via al suo proprietario senzatetto

Come detto lo sa bene anche Roberto. Roberto è un senzatetto che vive a Pisa insieme al suo cagnolino di nome Salsiccia.

Qualche tempo fa Salsiccia è stato trovato a vagare tra le strade di Pisa, probabilmente durante una giratina per la città, pronto a tornare dal suo amico Roberto.

Le autorità cittadine però lo hanno preso in seguito ad una segnalazione, probabilmente ignari del fatto che Salsiccia fosse il cane di un senzatetto.

Così il piccolo Salsiccia è stato portato via dal suo proprietario. Non lo ha più visto e sia Salsiccia che Roberto hanno sofferto molto.

Lieto fine per Salsiccia, il cagnolino che era stato portato via al suo proprietario senzatetto

Un veterinario ha visitato Salsiccia e dopo aver scansionato  il microchip ha scoperto che il cane “apparteneva” ad un veterinario di Firenze.

Il veterinario ha però dichiarato che Salsiccia fosse il cane di Roberto. Non era segnato a suo nome perché Roberto non ha più la carta di identità.

Per fortuna Salsiccia e Roberto oggi si sono riuniti, regalando a questa storia il lieto fine che tutti ci aspettavamo.

Ecco invece la storia di Griff, il cane che non smetteva di tremare e che adesso ama la vita.