Menfi, il cucciolo che era stato gettato da un’auto in corsa apre finalmente gli occhi

Un aggiornamento su una storia che sta tenendo col fiato sospeso migliaia di persone, il cucciolo di Menfi ha aperto gli occhi

A distanza di qualche giorno dall’accaduto, il cucciolo di Menfi apre finalmente gli occhi. Un evento per nulla banale che per certi versi risulta essere metaforico. La vicenda ve l’avevamo raccontata di recente e ci siamo assicurati di tenervi aggiornati il più possibile, viste le condizioni del cagnolino al momento del ritrovamento e non solo. Le autorità stanno ancora cercando il colpevole di tale gesto, perciò è una storia ancora tutta da scrivere.

Ve lo ricordate? Si tratta del cucciolo di poche settimane gettato da un’auto in corsa nell’Agrigentino, abbandonato al suo destino nel bel mezzo di una strada di campagna. Una segnalazione ed il successivo intervento delle volontarie dell’associazione Oasi Ohana aveva salvato la vita del piccoletto. Da allora, l’amico a 4 zampe, che ricordiamo avere pochissime settimane di vita, è rimasto in cura presso una delle volontarie.

menfi cucciolo oasi ohana volontarie

La stessa donna ha annunciato, tramite la pagina Facebook dell’associazione, come il cucciolo abbia finalmente aperto gli occhi. Un evento che da speranza, che riempie di gioia il cuore di chi ama gli animali, proprio come noi. Sempre la donna ha espresso un duplice pensiero che vogliamo riportarvi. In primo luogo ha fatto sapere come, anche qui per la prima volta, il cucciolo si sia nutrito attraverso il biberon.

Anche questa una meravigliosa notizia che accompagna alla perfezione la prima; in secondo luogo però, ritornando ad essere quanto più realisti, la volontaria afferma come sia ancora troppo presto per cantar vittoria. Lo capiamo bene, il cucciolo è giovanissimo e se mai vi saranno traumi, solo il tempo saprà dircelo, perciò non sono fattori da escludere in un istante di assoluta euforia.

menfi cucciolo giustizia lavoro duro

Non dimentichiamo che sul fronte giustizia le cose si stanno muovendo, seppur senza arrivare ad una conclusione soddisfacente. Noi, come anche l’associazione animalista, confidiamo nel buon operato delle autorità chiamate in causa. A loro ci affidiamo e in loro crediamo in questi momenti momenti così delicati.

LEGGI ANCHE: Pavia, addestratrice annega nel tentativo di salvare i suoi cuccioli

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati