Muggiò (MB): cani chiusi per 3 settimane nel box mentre il proprietario è in ferie

Cane che osserva da dietro una recinzione

Ennesimo caso di cani abbandonati a loro stessi, anche se non in mezzo alla strada, questa volta da Muggiò, in provincia di Monza e Brianza.

Perché se è vero che non si può trattare di un vero e proprio abbandono, dal momento che i due cani si trovavano in un box, poco ci manca.

Muggiò (MB): cani chiusi per 3 settimane nel box mentre il proprietario è in ferie

Perché il loro proprietario era tranquillamente partito per le ferie, lasciando i due quadrupedi rinchiusi dentro un box.

Le Forze dell’ordine hanno trovato i due cani in seguito ad alcune segnalazioni. Dal Box proveniva infatti un forte odore, a causa soprattutto dei bisogni che i cani erano costretti a fare nello stesso box.

Muggiò (MB): cani chiusi per 3 settimane nel box mentre il proprietario è in ferie

Quando gli agenti hanno fatto irruzione all’interno del box, i sospetti sono diventati realtà. I cani si trovavano al buio, senza ricambio d’aria, completamente abbandonati a loro stessi.

Le loro condizioni di salute, però, erano pressoché normali. Certo, i quadrupedi apparivano un po’ spaventati dalla situazione, ma non avevano nessun problema di salute.

Proprio per questi gli agenti hanno ritenuto giusto contattare il proprietario prima di intraprendere qualsiasi azione legale.

Muggiò (MB): cani chiusi per 3 settimane nel box mentre il proprietario è in ferie

L’uomo ha dichiarato che aveva affidato ad un dog sitter il compito di portargli da mangiare una volta al giorno. Compito che tra l’altro il dog sitter ha svolto, dal momento che i due cani non erano né disidratati né deperiti.

Tra i compiti del dog sitter, però, non era prevista nessuna passeggiata all’esterno. E così i due cani, di un 11 e 6 anni, sarebbero dovuti restare in quel box a Muggiò per almeno 3 settimane.

Muggiò (MB): cani chiusi per 3 settimane nel box mentre il proprietario è in ferie

Ovviamente il proprietario è stato obbligato a trovare loro una sistemazione diversa in attesa del suo ritorno. Ora i due quadrupedi si trovano in una pensione per cani, soluzione che forse poteva essere quella ottimale dall’inizio.

Al suo ritorno, il proprietario dovrà far visitare i suoi due animali e portare il referto medico all’ATS che a quel punto deciderà come procedere nei suoi confronti.