Napoli: Bella, il cane di quartiere che ama la libertà

Cane Bella a Napoli

Oggi vogliamo raccontarvi la storia di Bella, un cane che a Napoli è una vera e propria celebrità.

La storia di Bella è una storia diversa dal solito. Perché ogni giorno vi raccontiamo vicende di cani randagi che cercano un’adozione, cercano una famiglia che voglia prendersi cura di loro.

Napoli: Bella, il cane di quartiere che ama la libertà

E anche Bella è un cane randagio, anche se lei una famiglia proprio non la vuole. Bella è uno spirito libero, un cane come non siamo proprio abituati a vedere.

Perché in fondo, così come noi esseri umani ci distinguiamo gli uni dagli altri, anche per i cani vale la stessa cosa.

E se praticamente tutti i nostri amici a quattro zampe cercano una famiglia che voglia prendersi cura di loro, Bella è l’eccezione che conferma la regola.

Napoli: Bella, il cane di quartiere che ama la libertà

Perché Bella vive a Napoli, nei pressi di Piazza Garibaldi ed è ormai un cane famoso in tutto il quartiere.

Da anni gira per quelle strade come se fossero casa sua e non ha nessuna intenzione di andarsene.

E gli abitanti di quella zona di Napoli lo sanno bene. Tanto che, tempo fa, le hanno addirittura regalato una cuccia, posizionandola proprio sotto la statua di Giuseppe Garibaldi.

Napoli: Bella, il cane di quartiere che ama la libertà

Una cuccia che doveva proprio evidenziare la sua volontà di restare libera. Bella non cerca una casa, ce l’ha già una casa.

La sua casa è quel quartiere, formato da quelle strade che conosce tanto bene, da quelle persone che ogni giorno si fermano a salutarla e che sono un po’ tutti i suoi proprietari.

Da qualche giorno, però, la cuccia di Bella non c’è più. Non sappiamo cosa sia successo, ma la piccola casina di Bella è sparita.

E allora sono partite le mille proteste, in strada e sui social, di chi chiedeva a gran voce l’adozione di quel “povero” cane.

Napoli: Bella, il cane di quartiere che ama la libertà

 

Ma Bella, ancora una volta, ha continuato a dimostrarci che la sua vita da randagia non le dispiace affatto. Ha continuato a star bene, anche senza la sua cuccia, perché come detto è uno spirito libero.

E allora la polizia ha deciso che dell’adozione proprio non se ne doveva parlare. Anche se Bella riceverà una nuova cuccia.

Sarà proprio la polizia municipale a prendersi cura di lei, posizionando la sua cuccia fuori dalla loro caserma e assicurandosi che possa continuare la sua vita da spirito libero.