Rose, il cane adottato e poi abbandonato in pochissimi giorni

Cuccioli di pitbull

Oggi vi raccontiamo la triste storia di Rose, un cane che si è illuso solo per pochissimo tempo di aver trovato una famiglia in grado di renderlo felice.

Rose è un cucciolo di Pitbull che, nonostante non sia nato da moltissimo tempo, ha già conosciuto la crudeltà umana. Quella crudeltà di chi, dopo aver decido di adottarlo, lo ha abbandonato dopo pochissimi giorni.

Rose, il cane adottato e poi abbandonato in pochissimi giorni

Come è possibile cambiare idea in così poco tempo? Come è possibile decidere di prendere un cane senza valutare le conseguenze? Perché ormai sono sempre di più i cani abbandonati da coloro che avevano giurato di prendersi cura di loro, soprattutto in un periodo come questo.

Un periodo in cui, molti proprietari di quadrupedi, decidono di lasciare per strada il loro cane, pur di potersi godere qualche giorno di ferie. Come se, nel momento in cui hanno deciso di portare a casa quel cane, non avessero pensato a cosa sarebbe successo quando fossero andati in vacanza.

Rose, il cane adottato e poi abbandonato in pochissimi giorni

E Rose, il cane protagonista di questa storia, lo sa bene. Perché la sua felicità quando qualcuno ha deciso di adottarlo è durata ben poco. Ha fatto un grande sforzo per raggiungere la sua nuova famiglia, viaggiando in aereo da Caserta fino a Piacenza.

Eppure, quella famiglia non lo ha voluto per molto tempo. Qualche giorno dopo l’adozione, infatti, i volontari che si erano occupati del suo caso hanno provato a mettersi in contatto con la sua nuova famiglia.

Rose, il cane adottato e poi abbandonato in pochissimi giorni

Si trattava di semplici questioni burocratiche eppure, nonostante l’insistenza, nessuno ha mai risposto al telefono. A quel punto, i volontari hanno iniziato a insospettirsi.

Dopo un giro di telefonate, l’amara verità è venuta a galla. Rose era stata ritrovata a vagare lungo la Trebbia, il fiume che attraversa Piacenza.

Rose, il cane adottato e poi abbandonato in pochissimi giorni

È bastato un semplice controllo del microchip per rendesi conto che si trattava proprio del cane Rose. Ora, la sua attuale proprietaria rischia una denuncia per abbandono di animali. Nel frattempo Rose si trova nel canile di Veano di Vigolzone, in attesa di una nuova famiglia. Quella vera, questa volta.