Alla ricerca di Smilla, la cagnolina che dopo una vita in canile è fuggita e gira per le strade di Roma

Smilla ha trascorso 13 anni in canile e quando finalmente ha avuto la sua prima richiesta di adozione si è impaurita: da Febbraio vaga per le strade della Capitale

La storia di Smilla è la storia di una cagnolina che non ha creduto abbastanza nella sua possibilità di vita felice. Dopo 13 anni vissuti in canile, questa bellissima amici a quattro zampe ha avuto la sua prima richiesta di adozione.

Grazie alle classiche staffette ha viaggiato da Avellino a Roma, arrivando nella sua nuova casa. Ma per lei la paura è stata troppa, il cambiamento è stato troppo repentino. Non appena ha potuto, è fuggita via.

Da Febbraio Smilla sta vagando per le vie della Capitale. Sono stati tanti gli appelli e gli annunci, ma nessuno è mai riuscito a prenderla.

Smilla non ha mai avuto grandissimi rapporti con gli umani. Dopo 13 anni vissuti in canile qualcuno ha finalmente chiesto di lei, ma non tutto è andato come previsto. La famiglia che l’ha adottata si aspettava sicuramente un cane diverso, un amico a quattro zampe da coccole sul divano.

Ma Smilla è una cagnolina con molte fobie e il cambiamento per lei è stato troppo. Tanto che, dopo pochi giorni di convivenza, la famiglia ha contattato di nuovo le volontarie: non la volevano più.

Così la staffetta è ripartita da Avellino, pronti a riprendersi la cagnolina e a riportarla nella sua casa, il canile nel quale era rimasta per 13 anni. Purtroppo però la cagnolina Smilla è riuscita a sfilarsi la pettorina.

Era Febbraio e da quel giorno è stato un susseguirsi di segnalazioni e avvistamenti, senza mai però riuscire a riprenderla.

Le volontarie che si sono occupate di lei hanno anche creato una pagina Facebook per cercare di raggiungere quante più persone possibile. Qui vengono raccolte tutte le segnalazioni e la speranza è che presto anche Smilla possa tornare a casa. Chiunque la veda può mettersi in contatto con il numero 3205707791.

Ti è piaciuto questo contenuto? Allora leggi anche: La storia di Filippo, il cane gigante che nessuno voleva.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati