Allergia al cane: cosa fare?

Moltissime persone soffrono di allergia al cane. Ecco i rimedi da utilizzare per non stare male e non rinunciare all’amore di un cane

Purtroppo tantissime persone soffrono di allergia al cane e si privano di condividere la loro vita con un cucciolo o anche solo di toccarne uno per paura di stare male. Esistono alcuni accorgimenti utili che vi potrebbero permettere di stare in contatto con un cane senza stressarvi troppo per paura di stare male.

Allergia al cane: cosa fare?

Cause

L’allergia al cane è causata principalmente dagli allergeni che si trovano su di lui e dentro di lui. Potresti aver sentito dire che alcune razze di cani scatenano allergie mentre altre no, o che i cani a pelo corto sono più “sicuri” mentre i cani a pelo lungo non lo sono. In realtà non è così.

Allergia al cane: cosa fare?

Stando a studi scientifici, due cani della stessa razza e della stessa taglia possono emettere livelli molto diversi di allergeni. Questo perché non è il pelo a essere il vero problema. Noi bipedi tendiamo a essere più allergici alla forfora (che altro non è che un “fiocco” di pelle morta”) o alla saliva.

Proprio la saliva è la causa più comune di allergia al cane, perché contiene maggiori concentrazioni di allergeni e come sappiamo il nostro amico peloso si lecca spesso, dunque sparge questi allergeni su tutto il suo corpo.

In alcuni casi è possibile sviluppare un’allergia anche all’urina del cane: questo significa che il giardino o gli angoli dove fa pipì diventano off limits per il bipede.

Sintomi

Tra i sintomi più comuni dell’allergia al cane troviamo la rinite allergica con starnuti continui e difficoltà di respirazione. Seguono la lacrimazione incontrollata e il prurito al naso, alla gola, al palato e alla lingua.

Allergia al cane: cosa fare?

Alcune persone con allergie cane hanno anche reazioni cutanee: arrossamenti e gonfiori possono insorgere nei punti dove il cane lecca. Le persone che soffrono d’asma, tra l’altro, possono avere degli attacchi particolarmente gravi o avere un respiro fortemente affannoso.

Ho un’allergia al cane?

Per capire se avete sviluppato un’allergia al cane, è fondamentale parlare con il vostro medico di base. Inoltre dovreste consultare un allergologo che sicuramente vi prescriverà i test specifici per accertarsi se effettivamente soffrite di questa allergia.

Il test può essere cutaneo, ma non solo: se il medico lo ritiene opportuno può fare un esame del sangue per rilevare le immunoglobuline allergene specifiche (IgE). Fare il test è sempre una buona idea: ci sono persone convinte di essere allergiche al cane e poi scoprono che i colpevoli sono pollini e muffe che Fido porta con sé in seguito alle passeggiate!

Allergia al cane: cosa fare?

Ricordatevi che i test allergologici talvolta non sono determinanti: il medico potrebbe invitarti a vivere per un po’ senza Fido. Anche se la cosa vi distrugge, è bene provare: solo così saprete cosa dovete fare e come dovrete comportarvi.

Probabilmente vi sarà prescritta l’analisi dell’allergene anche del gatto, perché molto spesso l’allergia del cane e quella del gatto vanno di pari passo.

Trattare l’allergia al cane 

Attenzione! Nel caso in cui doveste essere allergici a Fido non significa che dovete dirgli addio. Semplicemente occorrerà seguire le indicazioni del medico che sicuramente prescriverà antistaminici, decongestionanti e steroidi nasali.

Allergia al cane: cosa fare?

Oltre ai farmaci, è buona norma lavare e spazzolare il pelo del cane una volta a settimana e togliere di mezzo i tappeti, dove i peli (impregnati di saliva, ricordiamolo) potrebbero depositarsi. Infine, anche se vi dispiacerà, è bene che Fido non dorma insieme a voi o comunque non abbia accesso alla vostra zona notte.

Se l’allergia è grave il contatto deve esser ridotto al minimo. L’allergia ad un amico a quattro zampe è una sofferenza sia per il soggetto allergico che per il cane, che soffrirà il distacco perché non riesce a comprenderne le ragioni.

Allergia al cane e distacco

Se le circostanze lo permettono, evitate di allontanare il vostro cane dalla vostra vita. L’allergia è un problema, ma non può e non deve essere la causa dell’allontanamento del cane dalle vostre vite.

È possibile sottoporsi a un vaccino specifico che potrebbe alleviare i fastidi e i problemi che l’allergia comporta. Tuttavia è indispensabile che chiediate maggiori informazioni al vostro medico di base o all’allergologo che vi illustreranno con precisione le modalità di vaccino e gli effetti.

Allergia al cane: cosa fare?

Infine potete chiedere un consulto al veterinario per chiedere maggiori delucidazioni per mantenere il pelo del cane il più pulito possibile e per chiedere qualche consiglio in merito.

Per chi è amante dei cani, questa allergia può essere insopportabile. Tuttavia non bisogna demordere o farsi prendere dalla disperazione. L’accettazione è il modo migliore per fronteggiare il problema e magari un giorno questa allergia può anche andare via, allo stesso modo di come è arrivata.