Angel: la cagnolina che non poteva essere adottata per via del divieto contro i cani di razza pitbull

Fino a poco tempo fa la città americana di Sioux City proibiva l'adozione di cani pitbull, per questo Angel era destinata ad una vita di prigionia

Nonostante sia decisamente difficile da credere, fino a poco tempo fa nella città americana di Sioux City, vigeva un divieto per l’adozione di cani di razza pitbull. Questa razza è infatti ancora oggi fortemente discriminata per via delle false credenze che circolano sul suo conto; le persone che non hanno mai avuto a che fare con questi animali sono convinti che siano animali feroci ed aggressivi; in realtà, proprio come tutti gli altri cani, tutto dipende dall’educazione che gli viene proposta. Inoltre, chiunque abbia conosciuto un cane di questa razza, sa bene che sono aniamli veramente dolci e fortemente legati al padrone, in grado di dargli tutto il loro cuore e il loro rispetto. Fortunatamente questa mentalità sta gradualmente cambiando, ma in alcuni posti, come a Sioux City, i preconcetti non sono ancora superati.

cane dietro le sbarre

Proprio a causa di questi insensati pregiudizi una cagnolina di nome Angel, di razza pitbull, rischiava una vita di prigionia e deprivazione. La cagnetta infatti era arrivata in canile dopo un salvataggio avvenuto tra le strade di Sioux City. Lo staff della struttura sapeva che Angel non avremme mai trovato una nuova casa a causa del divieto, perciò la cagnolina era tenuta in disparte nel retro del canile. Per fortuna però, uno dei dipendenti ha notato la sofferenza del cane e ha deciso di richiedere l’opinione di un esperta di comportamento canino. Angel infatti era descritta come molto aggressiva perché mostrava i denti a chiunque si avvicinava alla sua gabbia, ma in realtà soffriva molto.

cane si rotola nell'erba

Quando l’esperta ha sciolto Angel in giardino, la cagnolina ha reagito nel più spontaneo dei modi, cominciando a correre e a rotolarsi nell’erba. Questo era un evidente segnale di quanto le mancasse la sua libertà, così la donna ha deciso di battersi per liberare la cagnolina dalla sua prigionia. Si è quindi messa in contatto con l’ente competente per casi di questo tipo, la Hug Hearts Foundation, a Los Angeles; ha spiegato la situazione e ha chiesto loro di prendere in considerazione la possibilità di liberare Angel dal rifugio. Così è stato. La fondazione ha concordato e si è presa cura di Angel, di come formarla e farla socializzare. Un altro importante risultato ottenuto attraverso il caso è stata la revoca del divieto di pitbull a Sioux City.

LEGGI ANCHE: Il cane poliziotto invade il campo da gioco e sequestra il pallone durante il campionato di calcio

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati