Arrivati venti beagle di 4 mesi per la sperimentazione a Verona

Una notizia orribile ci è arrivata poco fa: a Verona in questi giorni sono arrivati cuccioli di beagle destinati alla sperimentazione

Venti cuccioli di beagle, hanno solo quattro mesi. Saranno usati per la sperimentazione. È orribile questa notizia che ci è arrivata poco fa. Sono arrivati dalla Francia questi poveri cuccioli. La loro vita non sarà per nulla felice.

Alcuni giorni fa, sono arrivati al centro sperimentale Aptuit di Verona. Sono venti cuccioli e sono davvero piccoli. Sono nati da soli quattro mesi e non capiscono a cosa stanno andando in contro. Vivranno la loro breve vita soffrendo. Nessuno si interessa di loro.

Non si realizzerà mai il loro sogno di avere una famiglia. Non avranno mai un umano a cui dare tutto l’amore che hanno. Questo centro situato a Verona è noto per la sua celerità negli esperimenti. Per questo, avranno un’intensità maggiore ed un epilogo scontato di morte.

Non si può guardare negli occhi questi cuccioli sfortunati. Sono ingenui, non sono ancora adulti. Questi venti cuccioli di beagle hanno avuto la sventura di nascere in un allevamento per vivisezione. Ciò ci fa capire esattamente cosa sia disposto a fare l’uomo per denaro.

Molti si sono espressi sulla questione, alcuni hanno anche commentato animatamente la notizia. “Le decine di milioni di animali usati e uccisi ogni anno nei laboratori di regola soffrono enormemente. Spesso per la paura e per il dolore fisico. E quasi sempre per le deprivazioni inflitte dalla prigionia che gli nega i più elementari bisogni fisici e psicologici”, è questo ciò che scrive qualche utente sui social.

Nessuno riesce a capacitarsi del fatto che ancora oggi, ci sia bisogno di fare gesti orribili per un ritorno economico. Non si può continuare a sperimentare su animali indifesi. Anche loro soffrono, anche loro hanno un’anima ed un cuore. E spesso, il loro cuore è anche più grande del nostro!

Non si dovrebbe continuare ad investire sulla sperimentazione animale. Non è una pratica accettabile dei nostri giorni. Questi venti beagle non possono morire a causa dell’avidità dell’uomo. Andrebbe fermato questo massacro. Nessun animale merita di soffrire così!

LEGGI ANCHE: Ronnie, il cagnolino che dopo vari problemi di salute ha avuto il suo lieto fine

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati