Attenzione ai cani maschi, potrebbero provocarti questi sintomi

Il cane è il migliore amico dell'uomo per antonomasia, ma purtroppo alcune volte può provocare alcuni sintomi particolari nell'uomo: ecco quali sono le allergie provocate dai cani maschi

Cane che osserva

Lo sappiamo tutti molto bene: i cani sono i nostri migliori amici! Amiamo i nostri cani per moltissimi motivi e la lista dei motivi per cui riescono a cambiarci la vita è davvero infinita. Purtroppo però ci sono moltissime persone che, nonostante l’amore per questi animali, sono costretti a rinunciare al desiderio di averno uno. Il motivo? Le allergie.

Per molte persone, infatti, entrare in contatto con un cane può trasformarsi in una vera e propria tortura. La scienza studia le allergie scaturite dai nostri amici a quattro zampe da moltissimo tempo e i passi avanti nella ricerca sono moltissimi.

Sappiamo che le allergie derivano da alcuni allergeni che si trovano in maniera particolare nel pelo e nella saliva del cane.

Attenzione ai cani maschi, potrebbero provocarti questi sintomi

Gli allergeni più comuni sono le lipocaline Can f 1, 2, 4 e 6 e l’albumina sierica Can f 3. Uno studio scientifico molto recente è riuscito a fare un passo in più nella ricerca, con risultati davvero sorprendenti.

Questo particolare studio ha infatti scoperto una relazione tra l’allergia ai nostri amici a quattro zampe e i cani maschi. La ricerca, vista la sua importanza, è stata pubblicizzata anche dalla Siap, la Società Italiana Allergologia e Immunologia Pediatrica.

Secondo i risultati di questo studio, esiste un altro allergene oltre a quelli già citati. Si tratta del Cn f 5. Un allergene che stando a quanto dice la ricerca provoca delle reazioni allergiche al 30-60% delle persone più sensibili e predisposte a contrarre allergie.

Attenzione ai cani maschi, potrebbero provocarti questi sintomi

La particolarità di questa scoperta risiede nel fatto che questo allergene è presente nella prostata e dunque solo nei cani maschi. Per raggiungere questo risultato, gli esperti hanno preso un campione di 22 adolescenti danesi con un’età compresa tra i 1e e i 18 anni, tutti con problemi di allergie.

Cosa significa questo? Secondo gli studiosi, questa scoperta apre una possibilità alle persone allergiche al cane che desiderano averne uno. La soluzione potrebbe essere infatti quella di adottare un esemplare femmina.

Ti è piaciuto questo contenuto? Allora leggi anche Attenzione a non far mangiare questo cibo al tuo cane durante le feste: è letale.