Cagnolona di nome Mia gettata in mare con una pietra legata intorno al collo

Questa povera cucciolotta ha subito un bruttissimo maltrattamento dal suo ex proprietario, ma fortunatamente si è salvata

Questa povera cagnolona si chiama Mia ed ha subito dei maltrattamenti da parte del suo ex proprietario. Purtroppo, la crudeltà umana dilaga sempre di più e riuscire a fermare queste persone è davvero molto difficile.

Ma non è questo il caso poiché grazie al microchip, le forze dell’ordine sono riuscite a risalire facilmente all’autore del gesto. Tutto ciò è accaduto qualche tempo fa in provincia di Trapani. Questa cagnolona ha passato dei momenti orribili.

Il suo ex proprietario, ha deciso di legarle con uno spago lungo un metro, una pietra al collo. Dopodiché l’ha gettata in mare. Ma fortunatamente, non è riuscito nel suo intento e la forza e l’istinto di sopravvivenza di Mia, hanno avuto la meglio.

Infatti, la cagnolona è riuscita a liberarsi da quella corda legata al collo e, nuotando, è tornata a riva dove i bagnini l’hanno immediatamente soccorsa. Alcune persone avevano visto la scena pochi istanti prima e avevano già allertato le forza dell’ordine che si trovavano lì quando la piccola è tornata sulla spiaggia.

Immediatamente, l’hanno portata da un veterinario per verificare le sue condizioni di salute e successivamente, hanno controllato il microchip. In quel momento hanno scoperto che quella povera cagnolona si chiamava Mia e sono riusciti a risalire all’autore dell’orribile gesto.

L’uomo è stato denunciato per maltrattamento di animali e la piccola Mia è stata sottoposta a sequestro penale. I bagnanti presenti che hanno soccorso la cagnolona hanno raccontato alle forze dell’ordine che il suo ex proprietario ha giustificato il suo gesto dicendo che voleva solo farle il bagno e lei si rifiutava, così per convincerla ha legato una pietra intorno al suo collo.

La cosa più importante, però, è che Mia è stata tolta dalle grinfie del suo proprietario. La cagnolona sta bene e fortunatamente, la sua storia ha una fine diversa rispetto a tante altre che ogni giorno ascoltiamo o leggiamo.

Proprio la storia di questa cagnolona ha fatto smuovere qualcosa sulle leggi sui maltrattamenti degli animali. Alcuni politici hanno ascoltato la sua storia e hanno deciso che faranno di più per proteggere queste creature indifese. Speriamo che questi gesti da brividi, finiranno presto!

LEGGI ANCHE: Maggie, la cagnolina usata come bersaglio ha una nuova vita

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati