Cairo, il cane che fu decisivo per trovare Bin Laden

La storia del cane militare Cairo

Il protagonista della storia di oggi si chiama Cairo ed è un cane che nell’ormai lontano 2011 divenne famoso in tutto il mondo.

Recentemente i quadrupedi che lavorano come militari sono tornati  far parlare si sé. Tutto grazie alla storia di Conan, il cane protagonista del Blitz contro l’Isis.

Ma come Conan, sono tantissimi gli amici a quattro zampe che mettono la loro bravura al servizio di noi esseri umani.

Cairo, il cane che fu decisivo per trovare Bin Laden

Come i tanti cani da soccorso che quest’estate si sono resi protagonisti di molti salvataggi in mare. O i cani che aiutano a trovare i dispersi dopo le catastrofi naturali. O, come detto, i cani militari che ogni giorno rischiano la propria vita per salvare la nostra.

E tra loro c’era anche Cairo, il cane che nel 2011 divenne famoso per essersi reso protagonista nel blitz che portò alla morte di Osama Bin Laden, uno dei peggiori terroristi della nostra epoca.

Cairo, il cane che fu decisivo per trovare Bin Laden

Cairo è un Malinois Belga, una razza di cani estremamente portata per questo genere di servizio.

Parliamo infatti di quadrupedi estremamente intelligenti ed obbedienti, che hanno bisogno di continui stimoli ed attività per essere felici.

Questa razza è infatti molto utilizzata in tutte le squadre che che si occupano di salvataggi umani o, appunto, di questioni militari.

Cairo, il cane che fu decisivo per trovare Bin Laden

Come detto Cairo si rese protagonista durante il blitz del 2 Maggio del 2011, l’incursione che portò alla morte del temutissimo terrorista Osama Bin Laden.

Cairo lavorava infatti insieme alla Neavy Seal Team 6, la squadra che fece irruzione nel nascondiglio di Osama Bin Laden in Pakistan.

All’epoca dei fatti, le sue azioni eroiche vennero riconosciute anche dall’allora Presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama.

Cairo, il cane che fu decisivo per trovare Bin Laden

Il nostro amico a quattro zampe riuscì ad entrare nel nascondiglio di Bin Laden grazie ad una speciale imbracatura che gli permise di esser calato direttamente da un elicottero.

Tutt’oggi sono tantissimi i nostri amici a quattro zampe che lavorano duramente all’interno di squadre militari.

Si tratta di cani scelti con accuratezza, dotati di un intelligenza particolare e sottoposti a durissimi e faticosissimi allenamenti.

Ma soprattutto si tratta di cani che ogni giorno rischiano la propria vita per salvare quella di noi esseri umani. E che dunque meritano uno speciale ringraziamento da parte di ognuno di noi.