Cane guida l’auto mentre il proprietario filma: non finisce bene

Il filmato mostra come va a finire

È stato arrestato il proprietario del cane che guida l’auto, mentre lui lo filmava, per ottenere qualche like in più sui social network. Un caso che ha sollevato molte polemiche un po’ in giro per il mondo. La vicenda non finisce bene, visto che alla fine intervengono gli agenti per porre fine al folle esperimento.

cane alla guida

La Polizia ha arrestato l’uomo israeliano che ha pubblicato sui social il video in cui si vedeva il suo cane alla guida dell’auto sulla quale stavano viaggiando. Il proprietario di 35 anni pensava di farla franca, ma la bravata non è passata inosservata.

L’uomo, dopo aver realizzato il video, ha deciso di proporlo sui social network, forse nella speranza che, diventando virale, potesse essere popolare tra i suoi follower. Peccato che quel video lo hanno visto anche dalle forze dell’ordine, che lo hanno prima identificato e poi arrestato. La macchina non era nemmeno assicurata.

LEGGI ANCHE: Cane durante una gita in auto per il ponte del 2 Giugno (VIDEO)

La vicenda ha avuto luogo a Ein Naqquba, un villaggio che si trova a 10 km da Gerusalemme. La polizia israeliana ha commentato il caso dell’arresto del 35enne. Lo ha fatto attraverso una nota resa pubblica che vuole essere anche un monito a tutti coloro che hanno in mente di fare una bravata del genere.

Chi commette queste azioni mette in pericolo la propria vita. Ma anche e soprattutto quella degli altri. Continueremo a contrastare queste violazioni. E perseguiremo chiunque si renda protagonista di questi atti che mettono in pericolo gli utenti della strada.

cane guida, uomo arrestato

Una bravata che è costata davvero cara all’uomo di 35 anni, che la polizia non ha fermato in strada, nell’atto del reato commesso. Ma che comunque gli agenti sono riusciti a risalire alla sua identità tramite la condivisione sui social network.

LEGGI ANCHE: Fido a bordo: perché usare i copri sedili auto per cani

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati