“Cane più brutto del mondo”: muore improvvisamente

Il cucciolotto conosciuto da tutti come "il cane più brutto del mondo" muore improvvisamente lasciandoci un vuoto incolmabile

Oggi, purtroppo, vi devo parlare di qualcosa di davvero brutto: la scomparsa di un piccolo pelosetto che ha fatto sognare milioni di persone. Nonostante dal titolo capiate benissimo che questo non fosse un cane così attraente, lui aveva colpito tutti, dai grandi ai più piccini, entrando nel cuore e nelle case di molti. Ora resterà nel ricordo di chi lo conosceva e di chi andava oltre l’aspetto esteriore. Leggiamo insieme dell’accaduto.

Queste righe vi spiegheranno cosa è successo al dolce amico, che potete benissimo vedere in foto. Lui è, chiamato da tutti il cane più brutto del mondo, in realtà si chiamava Mugly. Era solo un innocuo e indifeso randagio quando la sua mamma adottiva lo vide per la prima volta.

LEGGI ANCHE: Boxer sente il suono delle campane a vento e rimane incantato ad ascoltare (VIDEO)

Sapeva che nessuno l’avrebbe adottato. Così, fu proprio lei a prenderlo e portarlo a casa sua donandogli una vera famiglia. La stessa che lo ha accompagnato anche negli ultimi giorni della sua vita. Il piccolo e dolce Mugly ebbe un ictus, davvero brutto. Ma la sua mamma adottiva, che si chiama Bev Nicholson, se ne accorse immediatamente.

Fu rapidissima nel portare il suo migliore amico a quattro zampe dal suo veterinario di fiducia, a Peterborough. Ma per Mugly, cane anziano, di ben 13 anni, quasi non c’era più nulla da fare. Lottò per ben 4 giorni con tutta la forza che aveva, per poi spegnersi il 27 Dicembre scorso proprio tra le braccia di Bev.

Il suo ricordo resterà comunque nella memoria di tutti coloro che lo conobbero. Vinse, infatti, moltissimi premi grazie al suo aspetto: il cane più brutto d’Inghilterra nel 2005 e, conseguentemente, il cane più brutto del mondo nel 2012. Bev era molto fiera di Mugly, perché riusciva a donare al mondo un messaggio davvero importante.

Credeva che lui poteva dire a tutti coloro che non si sentono a proprio agio, che non amano il proprio aspetto, che devono andare oltre questo e vedere cosa c’è all’interno. Cosa di buono e bello abbiamo da offrire, questo è ciò che conta!

LEGGI ANCHE: Cora: Breton abitata a vivere in casa cerca una nuova e dolce famiglia

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati