Il cane dei vicini spaventa una signora anziana e questa porta il caso in tribunale: la guerra contro l’animale è finalmente finita

Questa signora ha subito un trauma dopo che il cane dei vicini è scappato e si è avvicinato al suo cancello; la donna ha portato la vicenda in tribunale

Non tutti a questo mondo sono amanti degli animali, è comprensibile; l’importante è sempre avere rispetto per tutti i punti di vista e per tutti gli esseri viventi, sforzandosi di comprendere chi la pensa diversamente da noi. Gli animali non sono in grado di capire quale persona piuttosto che un’altra riterrà sgradita la loro presenza; perciò buona parte del lavoro va fatto dei proprietari. In questo caso, a causa di una loro svista, questo cane è riuscito ad allontanarsi da solo di casa, avvicinandosi ad un’anziana signora. La donna ha subito un forte spavento e un conseguente trauma; per questo motivo ha sporto denuncia contro la coppia di proprietari, portando la vicenda in tribunale.

cane dal mantello caramello

La vicenda si svolge a Altavilla Vicentina, tra il 2012 e il 2017. L’animale, un cane adulto di Rhodesian Ridgeback, stando alle testimonianze dei vicini, suscitava “ansia per la grossa mole e per l’aggressività del comportamento“. Un giorno il cane è riuscito a uscire dal cancello della sua abitazione, avvicinandosi a quello della casa della pensionata 76enne. La donna è rimasta terrorizzata alla vista dell’animale, tanto che è stato necessario l’intervento dell’ambulanza e un successivo periodo di ricovero.

Alla signora hanno diagnosticato un danno biologico di circa il 5%, perciò la donna ha esposto denuncia alla coppia di proprietari del cane per essere risarcita di tutte le cure mediche. Il caso è rimasto aperto per anni e diverse persone hanno depositato le loro testimonianze, chi a favore dell’anziana pensionata, chi a salvaguardia del cane e dei suoi padroni, Tra i testimoni: i vigili chiamati ad intervenire in diverse occasioni, i vicini di casa, l’istruttore cinofilo del cane e i tecnici del cancello che ha permesso l’evasione dell’animale.

cane sdraiato su prato

L’accusa rivolta alla coppia era di aver “arrecato molestie e disturbo ai vicini di casa con comportamenti sprezzanti e irrispettosi; lasciando intenzionalmente libero di circolare nella corte comune e nelle vicinanze dell’abitazione dei vicini, senza museruola né collare il proprio cane di grossa e imponente taglia“. Dopo un’attenta analisi di tutte le testimonianze il giudice ha deciso di assolvere la coppia, in quanto il caso non costituisce reato.

LEGGI ANCHE: L’uomo si emoziona fino alle lacrime quando la polizia gli riconsegna il suo cane smarrito da giorni


Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati