Cani e frutta disidratata: benefici e suggerimenti

Come comportarsi con i cani e frutta disidratata; se questa fa bene al cane ed eventualmente come deve essere correttamente somministrata

I cani mangerebbero qualsiasi cosa; la loro natura infatti gli permette di mangiare praticamente tutto o quasi. Esistono molti alimenti però che non possono essere somministrati, ma cani e frutta disidratata possono essere considerati una buona accoppiata? Questa modalità di somministrare la frutta, eventualmente può essere considerata un’ottima alternativa alla frutta normale?

cucciolo di cane

Frutta disidratata

I cani normalmente possono mangiare tutta la frutta e la verdura; la frutta disidratata rientra anche tra i cibi che possono essere consumati dal cane.

frutta

Possono inoltre essere somministrati al cane al posto dei biscotti industriali o di tutti quei prodotti dove vi è una presenza eccessiva di conservanti che potrebbero provocare il diabete nel cane e l’obesità canina.

Ricetta

La frutta disidratata non solo non è difficile da fare ma è pure abbastanza economico farla. È possibile utilizzare tutti i frutti che fanno bene ai cani; per questa ricetta però prendete in considerazione mele, mirtilli e mango. Questi tre frutti fanno benissimo ai cani, addirittura cani e mirtilli risultano essere un’ottima accoppiata e questi contengono delle sostanze nutritive davvero sorprendenti. È da precisare prima di cominciare, che i tempi di asciugatura cambiano in base allo spessore delle fette di frutta; più è spessa e più logicamente i tempi di asciugatura aumentano.

cane che mangia

Appurato quindi che cani e frutta disidratata vanno estremamente d’accordo, ecco una ricetta che potete fare al vostro cane per garantirgli degli spuntini ricchi di vitamine e a bassissimo contenuto calorico. Munitevi quindi di un disidratatore e cominciate.
Ingredienti:

  • Due mele;
  • Un mango;
  • 3 tazze di mirtilli surgelati;
  • Limoni

Procedimento:
Spremete i limoni e private il succo di tutti i semini; tagliate le mele a fette sottili e immergetele all’interno del succo, per evitare che le mele possano annerirsi. Sbucciate nel frattempo il mango, tagliatelo a fette, sempre sottili, e immergete anch’esse nel succo. Lasciate quindi il tutto per abbondanti 5 minuti; dopodiché scolate tutte le fette e asciugatele con un panno.

Dopo aver asciugato le fette, ponetele sul vassoio del disidratatore facendo in modo che le varie fette di frutta non arrivino a toccarsi. Prendete i mirtilli e posizionateli sui restanti vassoi facendo in modo che anche questi non si tocchino. Accendete il disidratatore a 130°, mettete i vassoi dentro e lasciateli per circa 4 ore. Al completamento delle ore, le fette di frutta risulteranno pronte.

frutta disidratata

Fette di frutta più grosse necessitano dalle 8 alle 12 ore. I mirtilli tuttavia richiedono molto più tempo, anche fino a 24 ore per completare il processo di disidratazione.
Nel caso in cui non doveste avere il disidratatore, potete sostituirlo con il forno normale; preparate quindi la frutta e mettete i vassoi all’interno del forno con la temperatura al minimo. Controllate il forno nelle due ore successive e poi monitoratelo ogni 30 minuti.

Conservazione della frutta

Tutti gli alimenti essiccati necessitano di una conservazione molto accurata. Potete mettere la frutta essiccata in contenitori di plastica con coperchi aderenti. Fate quindi raffreddare completamente la frutta e riponetela all’interno di questi e conservateli in posti della casa che sono freschi e asciutti. Sigillate i contenitori e fateli riposa per circa 10 giorni. Cercate di utilizzare dei piccoli barattoli in modo tale da non dover aprire sempre il barattolo grande per prendere solo alcuni pezzi; questo perché ogni volta che lo aprite, entra dell’aria e dell’umidità che possono compromettere la qualità e il gusto del prodotto.

frutta disidratata

Ogni giorno ritagliatevi un momento per agitare i barattoli, in modo tale che la frutta non si appiccichi e per controllare se dovesse formarsi della condensa dentro il barattolo. Nel caso in cui comunque dovesse presentarsi della condensa, rimettete la frutta all’interno del disidratatore e fatela asciugare nuovamente. I tempi di conservazione possono durare da 4 mesi ad un anno; il tempo dipende dallo stato di conservazione e dalle temperature esterne. La frutta sarà pronta quando sarà fragile e croccante.

In definitiva cani e frutta disidratata sono un’ottima accoppiata e con un po’ di tempo e pazienza è possibile preparare degli spuntini ottimi sia per voi che per il vostro cane.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati