I cani possono mangiare l’aloe vera?

Questa pianta porta molti benefici alle persone, sia ingerita che usata esternamente, vediamo insieme se anche i cani possono mangiare l'aloe vera

L’aloe vera è una pianta di origini antichissime. I suoi benefici per gli esseri umani sono innumerevoli, è infatti impiegata sia nella cosmesi che in prodotti per il benessere commestibili. Grazie alle sue proprietà benefiche è da sempre utilizzata in ogni parte del mondo. Questa pianta può essere utilizzata anche per migliorare la salute degli animali, ne rende infatti il pelo più lucido e morbido con effetti benefici sulla pelle e contro le infiammazioni, ma ci possono essere alcune controindicazioni che adesso andremo a vedere insieme.

Fermo restato che questa pianta può apportare benefici ai nostri amici a quattro zampe, in molti si chiedono se i cani possono mangiare l’aloe vera. Generalmente possiamo affermare che sia innocua per i nostri pelosetti, purché si eviti di far mangiare al cane alcune parti della pianta che invece possono risultare tossiche. In questo articolo andremo a vedere quali sono i benefici e i rischi dell’aloe vera per i cani. In ogni caso, vi invitiamo, come sempre, a non somministrare prodotti ai vostri amici a quattro zampe senza aver consultato prima il vostro veterinario. Un professionista, infatti, sarà in grado di consigliarvi la giusta strada da intraprendere per soddisfare i bisogni del vostro cane.

Che cosa è l’aloe vera, la pianta dell’immortalità

L’aloe vera, come abbiamo già accennato, è una pianta dalle molteplici proprietà che può portare benefici sia per la salute umana che di quella degli animali. Proprio per questa sua caratteristica, in tempi lontani, veniva comunemente chiamata “la pianta dell’immortalità”. Questo deriva dal fatto che si tratta di una pianta adattogena, cioè capace di aiutare l’organismo a ristabilire il suo stato di salute.

Grazie alle sue proprietà curativa, era considerata la pianta terapeutica per eccellenza. Il suo uso poteva essere sia esterno che interno e sembra che già Cristoforo Colombo e il suo equipaggio ne fossero grandi utilizzatori. Ricordiamo che l’aloe vera veniva impiegata anche nella medicina ayurvedica in India. Sono numerose, infatti, le testimonianze storiche che attestato l’uso di questa pianta per i suoi benefici. Per un certo periodo poi è come se fosse stata dimenticata per tornare di nuovo in auge negli ultimi anni.

Cerchiamo di conoscere meglio questa pianta, anche in relazione all’uso che ne potete fare con i vostri cani. Innanzitutto bisogna sapere che ne esistono di due tipi: l’aloe vera e l’aloe arbarescens.

Sono entrambe molto ricche di proprietà benefiche sia per gli animali che per gli esseri umani. Innanzitutto hanno un forte potere rinfrescante, sono poi anche degli ottimi cicatrizzanti e tonificanti. Viene infatti spesso utilizzata per combattere diversi disturbi, anche molto lontani tra loro come per esempio la diarrea del cane oppure il raffreddore.

Benefici dell’aloe vera per i cani

I benefici dell’aloe vera la rendono un prodotto indicato sia per il miglioramento della salute degli esseri umani che per quello degli animali. Esistono anche delle proprietà benefiche per i cani. La cosa importante è stare attenti a non intossicarli. Ecco perché prima di procedere con l’uso di questa pianta con i vostri amici a quattro zampe, è meglio consultare un veterinario che vi dirà se e come farne uso. L’uso, infatti, può essere sia esterno che interno, quindi anche i cani possono mangiare l’aloe vera, ma non tutte le parti.

Vediamo intanto alcuni benefici di questa pianta per i cani. Innanzitutto è utile per combattere problemi di digestione. L’alimentazione del cane è molto importante e non si dovrebbe procedere con cambiamenti repentini e di grossa portata. Il rischio è quello di incorrere in disturbi come mancanza di appetito, diarrea, anoressia e vomito. In questi casi una dose al giorno di circa 60 ml di succo di aloe vera potrebbe essere risolutivo. Il consiglio che sta sempre alla base di tutto è di chiedere al veterinario prima di somministrare qualsiasi sostanza al vostro amico a quattro zampe. Ogni animale ha le sue esigenze e le sue caratteristiche e questo articolo ha il solo scopo di fornirvi delle utili informazioni, ma non può sostituirsi al parere del medico.

L’aloe vera è anche un ottimo rimedio contro l’intossicazione epatica. Questa pianta infatti è capace di curare il fegato del vostro cane e può essere utilizzata anche in caso di squilibri ormonali o neoplasie.

Come abbiamo già ripetuto più volte, l’aloe vera può essere usata anche esternamente. A livello topico, infatti, è un toccasana per curare allergie, pruriti, perdite di pelo, lesioni cutanee e cicatrici. La guarigione potrebbe essere accelerata con un uso combinato, sia interno che esterno, ma anche questa volta sarà il veterinario a dirvi quale sia la cosa giusta da fare, non tentate cure fai dai te con i vostri amici a quattro zampe.

Il cane mangia l’aloe vera, i rischi

L’aloe vera può essere un valido rimedio a molti disturbi, ma bisogna fare attenzione a non intossicare il cane. Abbiamo già detto che i cani possono mangiare l’aloe vera, purché si faccia attenzione a non somministrare alcune parti della pianta.

La cuticola esterna, infatti, è nociva per i cani dal momento che ha forti effetti lassativi a causa dell’aloina, una sostanza contenuta al suo interno. Inoltre questa sostanza può indurre l’aborto nei cani in gravidanza. Ecco perché è assolutamente sconsigliata nei mesi prima del parto e durante l’allattamento.

In generale, l’aloe vera è un alimento che fa bene al cane ma in dosi eccessive può causare alcuni disturbi. Superare i limiti delle quantità consigliate può causare diarrea, produzione di molti gas e crampi alla pancia del cane. Considerate anche che il vostro cane potrebbe essere allergico a questa sostanza. Se notate delle reazioni strane, il consiglio è quello di portare immediatamente il vostro amico a quattro zampe al pronto soccorso. Ecco perché è sempre bene consultare un veterinario prima di curare il cane con l’aloe vera. Meglio ancora se si tratta di un omeopata, saprà sicuramente darvi le giuste indicazioni.

Come usare l’aloe vera con i cani

Vediamo adesso come potete usare l’aloe vera con i vostri cani. Se avete una pianta in casa, potete attingere direttamente da lì, ma il processo non è immediato. Per prima cosa, scegliete le foglie più vicine alla terra, sono quelle più longeve e quindi hanno accumulato nel tempo una grande quantità di sostanze.

Non utilizzate la cuticola esterna, che come abbiamo detto contiene aloina, una sostanza nociva per i cani. Tagliate invece la foglia alla base e poi incidete la parte laterale per estrarre la parenchima, cioè quella sostanza gelatinosa bianche che si trova all’interno. Fate attenzione a non utilizzare il liquido giallognolo che fuoriesce quando tagliate la foglia perché è molto tossico.

Se il vostro veterinario vi ha consigliato di far mangiare l’aloe vera al vostro cane per curarlo, una volta recuperata la parenchima, potete mischiarla nell’acqua o nel cibo. Se invece l’uso che dovete farne è esterno, potete usarla come se fosse un gel.

Per non correre rischi – e sempre su consiglio di un veterinario – potete utilizzare uno dei tanti prodotti pronti a base di aloe vera che ci sono in commercio tra succhi, creme, gel e tanto altro.

 

 

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati