Home Razze di cani Alapaha Blue Blood Bulldog

Alapaha Blue Blood Bulldog

Alapaha Blue Blood Bulldog
Alapaha Blue Blood Bulldog

Esemplare di Alapaha Blue Blood Bulldog

Dati generali
Etimologia Da Alapaha, città della Contea di Berrien, Georgia
Genitori Bulldog di montagna x American Bulldog
(
Presenti anche incroci con Old Country Bulldog e Olde English Bulldogge)
Presente in natura No
Longevità 12-15 anni
Impieghi Cane da guardia, cane da pastore, cane da recupero bestiame, cane da compagnia
Taglia Grande

L’Alapaha è una varietà di Bulldog nata e sviluppatasi nel sud degli Stati Uniti. Dovrebbe essere molto simile ai primissimi Bulldog Inglesi.

Originariamente avevano il compito di riportare al gregge gli animali in fuga o quelli più nervosi o meno collaborativi.

Nel presente l’Alapaha viene usato in prevalenza come cane da compagnia. Tende a legarsi molto al padrone e al nucleo familiare, si dimostra più affettuoso della media.

L’Alapaha è un cane di grossa taglia, con istinti forti e un temperamento abbastanza indipendente. Instaura un forte senso di protezione nei confronti del territorio, che difende dagli sconosciuti, siano essi umani o altri cani.

Sono consigliati recinti di una certa altezza, o che possano comunque scoraggiare una eventuale fuga.

Scheda informativa dell’Alapaha Blue Blood Bulldog
Anallergico No
Per bambini Molto protettivo e giocherellone con i bambini
Per anziani Sconsigliato data la forza ed il bisogno di sfogare spesso energie all’aperto
Con altri cani È di norma diffidente nei confronti dei suoi simili a meno che non venga abituato a socializzare da cucciolo
Con gatti Meglio abituarlo da piccolo alla loro presenza
Rumoroso Moderatamente
Sport Corsa e giochi stimolanti all’aperto

ORIGINI STORICHE DELLA RAZZA

La razza Alapaha non è particolarmente antica. È probabile che sia nata nel Sud degli Stati Uniti circa 200 anni fa, in Georgia.

Si ritiene che si sia sviluppata dall’incrocio di più varietà di Bulldog, portati in America dai coloni europei. Erano esteticamente diversi rispetto ai bulldog moderni, più grandi e al tempo stesso più agili.

Tra le razze incrociate per arrivare all’Alapaha ci furono anche l’Olde English Bulldogge e il White English Bulldog. Inizialmente l’Alapaha veniva utilizzato nella pastorizia, perché offrisse supporto nella gestione delle greggi. Altro impiego era di indirizzare le prede verso i cacciatori, in modo che potessero catturarle.

Le prime documentazioni che parlino effettivamente degli Alapaha sono piuttosto moderne, e risalgono al 1979. In quell’anno venne fondata la Alapaha Blue-Blood Association con lo scopo di preservare la razza.

PREZZO

Come il nome lascia intendere, l’Alapaha Blue Blood viene percepito come un cane “nobile”. Da qui il costo considerevole: un cucciolo di Alapaha ha un prezzo di mercato che oscilla dai 500 ai 2500 euro.

CARATTERE

Gli Alapaha sono cani dal carattere forte, molto fieri, mostrano una grande sicurezza. Sono territoriali, dunque tendono a difendere l’ambiente in cui si trovano, siano esse le mure domestiche o il giardino di casa.

Mantengono sempre una elevata attenzione nei confronti dell’ambiente circostante, che accompagna una certa diffidenza verso gli sconosciuti. Rimangono invece piuttosto indifferenti nei confronti dei cani con i quali non hanno stretto un rapporto, fino a sembrare disinteressati.

L’Alapaha stringe un legame molto forte con il padrone e, più in generale, con il nucleo familiare. Tuttavia, a causa del suo carattere, non desidera essere lasciato da solo per periodi di tempo prolungati, e insiste per accompagnare il padrone nelle diverse attività.

Per questo motivo è sconsigliabile tenere in casa un Alapaha qualora si conducesse uno stile di vita molto attivo, o che porti a passare molto tempo lontano dall’animale.

Si consiglia inoltre di valutare l’acquisto di un Alapaha solo se in grado di addestrarlo in maniera costante ed efficace. Se aveste poca esperienza in questo senso, potrebbe essere opportuno ricorrere a un supporto esterno.

Il carattere forte dell’Alapaha richiede infatti una certa chiarezza nei ruoli, che devono venire stabiliti fin dall’ingresso del cucciolo nella nuova abitazione.

ADDESTRAMENTO

Come accennavamo, l’addestramento dell’Alapaha potrebbe risultare piuttosto impegnativo per i padroni meno esperti. Quando il cucciolo giungerà a casa per la prima volta, sarà opportuno insegnare alcuni comandi di base nel più breve tempo possibile.

Il cane mostrerà un carattere forte e vivace, e bisognerà quindi stabilire una gerarchia molto rigida. Si consiglia di offrire all’animale numerosi stimoli, in maniera tale che possa sviluppare la propria personalità e limitare la diffidenza nei confronti degli sconosciuti.

In particolare, è bene che l’Alapaha si relazioni con altre persone, altri animali, che veda tanti ambienti diversi e che ascolti suoni variegati, magari quelli della città.

CARATTERISTICHE FISICHE

L’Alapaha è una razza dotata di una forza considerevole ma, a dispetto della mole, riesce a muoversi con eleganza e leggerezza. Se ben curato può vivere fino a 15 anni.

Zampe

Le zampe sono di medie dimensioni e arrotondate, con dita discretamente arcuate, di media lunghezza, praticamente a contatto le une con le altre.

Corpo

Molto muscoloso, dalle forme regolari, tendente allo squadrato. La cassa toracica è profonda, le costole sono ampie. La schiena è a sua volta larga e allungata, muscolosa come il resto del corpo.

Peso e altezza

I maschi sono alti in media dai 48 ai 66 centimetri, per un peso compreso fra i 30 e i 45 chili. Più piccole le femmine, con un’altezza media che va dai 46 ai 56 centimetri, e un peso medio che oscilla tra i 20 e i 35 chili.

Testa

La testa dell’Alapaha è squadrata, di medie dimensioni, con la fronte ampia tipica dei bulldog e fasci muscolari che ricoprono sia la zona delle guance che la parte superiore del capo.

Ha una mascella potente, grande, dal morso estremamente forte. Gli occhi sono anch’essi di medie dimensioni, e possono essere di qualsiasi colore.

Coda

Anche la coda è forte. Ha uno spessore nella media, l’attaccatura appare come la logica continuazione della colonna vertebrale, andando poi ad affusolarsi progressivamente.

Quando il cane è rilassato la tiene dietro le zampe posteriori, non ha la tendenza ad arricciarla sopra la schiena. In stato di allerta la dispone invece in posizione verticale.

Pelo

Il pelo dell’Alapaha è molto corto e denso, lucido, rigido al tatto. Sul petto e nella parte inferiore del corpo diventa più morbido.

Colori

Gli Alapaha non hanno una colorazione ben definita, ma un gran numero di varianti. Gli allevatori preferiscono un 50% del pelo di colore bianco, mentre la restante metà può essere a chiazze di diversi colori.

Alternativamente si opta per cani che siano prevalentemente colorati, ma con chiazze bianche di dimensioni importanti.

CUCCIOLI

Una cucciolata di Alapaha consiste mediamente di 4-8 cuccioli. Esprimono fin da subito il proprio carattere giocoso, che manterranno anche da adulti.

Come anticipato, gli Alapaha si legano moltissimo ai membri del nucleo familiare. Questo legame inizia a svilupparsi già da cuccioli, e continua a rafforzarsi nel corso dei mesi.

SALUTE

L’Alapaha è suscettibile a displasia dell’anca, sordità congenita, entropion e problemi alla pelle di vario genere.

È opportuno fare dei controlli regolari per accorgersi il prima possibile di eventuali problemi genetici o di salute.

Si consiglia inoltre di chiedere informazioni all’allevatore stesso riguardo i genitori del cucciolo, assicurandosi che non avessero manifestato displasia e simili e limitando quindi i rischi con il proprio animale.

Indicazioni sull’alimentazione

Si consigliano due pasti al giorno, possibilmente di mattina e di sera, o comunque il più possibile lontani l’uno dall’altro.

È opportuno nutrire l’Alapaha con cibo di alta qualità specifico per cani di grandi dimensioni. Cercare di variare la dieta il meno possibile aiuta il cane nella regolarizzazione della digestione.

È di fondamentale importanza tenere il peso sotto controllo, regolando l’alimentazione di conseguenza. Più in particolare, il ciclo vitale dell’Alapaha si accorcia in modo sensibile se l’animale è in sovrappeso.

Toelettatura

Il manto dell’Alapaha non richiede tantissime cure, ma può essere spazzolato con una certa frequenza. Si consiglia di farlo non più di una volta a settimana, in modo da preservare la lucentezza e rimuovere i peli morti.

In questo modo si agevolerà inoltre una buona salute della pelle, che in questa razza ha più bisogno di cure rispetto alla media. Il bagno può essere fatto all’occorrenza, nel momento in cui il pelo del cane si sporchi in modo più macroscopico.

ALLEVAMENTI

Non risultano in Italia allevamenti registrati di Alapaha.

È UN CANE D’APPARTAMENTO?

L’Alapaha non è una razza particolarmente adatta a vivere in appartamento. Il cane tende a non essere molto attivo se tenuto in casa, ma riesce a fare movimento e sfogarsi adeguatamente avendo a disposizione un giardino, anche se di piccole dimensioni.

CURIOSITÀ

È una delle razze che tendono a legarsi di più ai padroni, in assoluto. Il cane rischia di soffrire parecchio nei momenti in cui viene lasciato solo. È solito seguire i membri del nucleo familiare nelle loro attività o in giro per le stanze della casa.