Biewer

Biewer
cane razza Biewer

Esemplare di Biewer

Dati generali
Etimologia Da Biewer, dove nacque il primo allevamento.
Genitori Yorkshire
Presente in natura No
Longevità 10-15 anni
Impieghi Cane da compagnia
Taglia Piccola

Il Biewer è un cane di piccola taglia che acquisisce sempre più fama e rilevanza. Viene preferito da famiglie e persone anziane in quanto ottimo cane da compagnia. Si adatta tranquillamente alla vita di appartamento, ma ha bisogno di costanza per quanto riguarda passeggiate e mattinate al parco.

Ha bisogno di cure e attenzioni, ma è in grado di ricambiare con tanta allegria, vivacità e affetto incondizionato i padroni e i bambini. È considerato un cane moderno: la sua prima comparsa è documentata negli anni ottanta, in seguito ad un’attenta progettazione per la creazione della razza.

In territorio italiano, non è ancora riconosciuta dalla FCI. L’unico riconoscimento è attualmente valido in Germania, dove, nel 2003, è stato un fondato un club apposito.

Scheda informativa del Biewer
Anallergico No
Per bambini Sì, ottima compagnia per i più piccoli
Per anziani Si adatta molto bene alla vita d’appartamento, ma è importante che abbia la sua dose quotidiana di passeggiate all’aperto
Con altri cani Socievole, molto attivo
Con gatti Se cresciuti insieme la convivenza può essere possibile
Rumoroso Può abbaiare spesso
Sport Passeggiate frequenti

ORIGINI STORICHE DELLA RAZZA

Il Biewer è un cane che discende dalla razza Yorkshire, di origini tedesche. Per quanto riguarda la sua nascita, è una delle razze nate più di recente.

Il primo esemplare, infatti, è stato creato nel 1984 quando alcune città della Germania lo selezionarono partendo da alcuni Yorkshire portatori di alcuni geni recessivi a cui viene associata la colorazione bianca del pelo.

Fu così che iniziarono a nascere degli Yorkshire che presentavano delle sfumature bianche nel pelo. Da quel momento questi esemplari furono così apprezzati, che Biewer, da cui prendono il nome, diede vita al primo allevamento.

Questi esemplari dalle sfumature bianche non ottennero riconoscimenti ufficiali e in alcuni paese, tipo l’Italia, non sono ancora riconosciuti e certificati. Nonostante ciò, la Germania, il 4 Maggio 2003, creò il primo club di Biewer.

PREZZO

Il prezzo richiesto per il rilascio di un piccolo Biewer, proveniente da allevamenti sicuri è di circa 800 euro. Tuttavia, si sta assistendo ad una strana diffusione del mercato on line in cui si trovano diversi siti che offrono il Biewer a prezzi più bassi.

È consigliato non farsi illudere dal prezzo inferiore e preferire sempre un cane proveniente da allevamenti che certifichino le sue buone condizioni di salute.

CARATTERE

Il Biewer è un cane da compagnia che si adatta perfettamente alla vita in appartamento, ma ad una sola condizione: deve sfogare la sua vivacità e la sua necessità di movimento più volte al giorno.

Se è questo il cane che vuoi, devi sapere che almeno tre volte al giorno la passeggiata è d’obbligo. Tenere rinchiuso un cane che ha bisogno di movimento, significa stressarlo al punto che potrebbe chiudersi in se stesso o, addirittura, diventare aggressivo.

È un cane parecchio socievole, affettuoso e voglioso di coccole. Accontentarlo va bene solo se sei una persona di passaggio, per il padrone deve funzionare diversamente.

Non devono mancargli coccole e giochi, ma è necessario che il cane non si senta nelle condizioni di poter sovrastare la sua autorità. Se questo dovesse accadere, un addestramento privo di problemi è impensabile.

Predilige la vita in famiglia in cui può fare il pieno di attenzioni ed è un ottimo compagno per i bambini che sono vivaci tanto quanto lui.

Tuttavia, se portato fuori quanto necessario, può anche essere adatto per la condivisione di un appartamento con persone anziane.

ADDESTRAMENTO

Come anticipato, se il Biewer riconosce l’autorità del padrone, non vengono evidenziati particolari problemi per l’addestramento, meno che quelli che vengono rilevati per l’addestramento di ogni cucciolo di qualsiasi razza, quali capricci o sperimentazione di nuovi approcci.

Questa razza viene considerata particolarmente intelligente ed intuitiva, ma non bisogna mai dimenticare che ogni cane è un caso a sé e che l’apprendimento è molto soggettivo.

Bisogna sempre diffidare di chi dichiara tempi eccessivamente brevi del proprio cane e aspettare soltanto che il proprio abbia la maturità per poter affrontare nella totale tranquillità il proprio percorso di educazione ed addestramento.

CARATTERISTICHE FISICHE

Il Biewer è sicuramente un esemplare di piccola taglia. Le sue aspettative di vita non sono per niente brevi: mediamente, un Biewer in buone condizioni di salute vive dai 12 a 15 anni.

ZAMPE

Per quanto riguarda le zampe, vi è una piccola differenza tra gli arti anteriori e quelli posteriori. Gli arti anteriori sono tipicamente dritti e abbastanza muscolosi, mentre gli arti posteriori sembrano dritti se guardati da dietro, ma leggermente curvati se guardati di lato.

CORPO

Il corpo del Biewer appare snello ed abbastanza atletico se mantenuto in movimento e, soprattutto, se tenuto sotto controllo dal punto di vista alimentare.

PESO E ALTEZZA

Gli standard prevedono una leggera variazione delle dimensioni del Biewer in base al sesso dell’esemplare. La variazione non riguarda il peso del cane in quanto ne è previsto uno che vari dai 2 ai 3 kg sia per gli esemplari femmina che per quelli maschi. Per l’altezza, invece, nel caso di un maschio è considerato un range compreso tra i 15-23 cm e nel caso di un adulto di sesso femminile è da considerare un margine che va dai 10 ai 18 cm.

TESTA

La testa del piccolo Biewer è di dimensioni evidentemente piccole, considerando anche la piccola taglia di tutto il corpo. Il tartufo si mostra esclusivamente di colore nero, mai di colore diverso in un esemplare originale. Gli occhi di questa razza sono tipicamente scuri, piccoli e presentano una forma ovale o rotonda. Le orecchie sono a forma di V, totalmente ricoperte di pelo.

CODA

I Biewer hanno la tendenza a portare la coda alta, ma curva.

PELO

Il mantello del piccolo quattro zampe si presenta dritto, morbido e senza sottopelo. La particolarità, per un Biewer, è il suo simpatico ciuffo che cade davanti agli occhi e che lo rende ancora più tenero. Il ciuffetto può essere lasciato libero, accorciandolo quando necessario per evitare problemi agli occhi, oppure può essere raccolto. Altra particolarità del pelo è la sua distribuzione in colori diversi a seconda della zona del corpo: il petto, lo stomaco, le gambe e la punta della coda si presentano sempre di colore bianco.

COLORI

La differenza sostanziale tra uno Yorkshire e un Biewer, come anticipato, è l’aggiunta del colore bianco nel mantello. Infatti, mentre nella razza originaria i colori del pelo sono solo nero e oro, in un esemplare di Biewer è presente anche il bianco che è molto più evidente in alcune parti del corpo piuttosto che su altre.

CUCCIOLI

I cuccioli del Biewer sono tra i più piccoli e teneri da osservare. Proprio per le dimensioni ridotte e l’estrema tenerezza, sono davvero molto amati e preferiti dai più piccoli che almeno una volta nella vita ne hanno chiesto uno. Fin dalla giovanissima età tendono ad essere vivaci e giocosi e per niente sedentari. Hanno la tendenza ad abbaiare a qualsiasi cosa non conoscano ancora, ma non rinunciano di certo alla scoperta e alla ricerca di nuovi giochi. È consigliato iniziare l’addestramento fin da subito: se troppo coccolati, i Biewer rischiano di essere un po’ troppo capricciosi e resistenti all’apprendimento. Una volta affrontato questo scoglio, però, l’apprendimento del tuo piccolo cane sarà tutto in discesa.

SALUTE

Nonostante la loro piccola dimensione e le loro aspettative di vita modeste, i Biewer sono, purtroppo, soggetti a diversi problemi di salute. Soprattutto da anziani, la maggior parte degli esemplari lamentano problemi alle ginocchia che possono arrivare alla lussazione della rotula, se non addirittura alla rottura di tutto il ginocchio.

Altri problemi di natura diversa sono quelli che riguardano gli occhi di questo piccolo cane: sono soggetti ad atrofia progressiva della retina e a distichiasi. Quest’ultima si presenta come una peluria che ricopre la palpebra dell’occhio del cane causando irritazioni, anche gravi, alla retina. Tra i problemi di salute meno frequenti di quelli sopracitati troviamo l’epilessia e problemi che riguardano la dentatura.

INDICAZIONI SULL’ALIMENTAZIONE

Il Biewer, durante tutta la sua vita, è soggetto a sensibilità dello stomaco. Per questo motivo è necessario che la sua dieta sia sana ed equilibrata e, soprattutto, razionata nelle quantità giornaliere corrette.

La dieta fai da te in questo caso è sconsigliata, è da preferirne una stilata in accordo col veterinario che terrà conto della situazione soggettiva dello stomaco del tuo cucciolo. Viene solitamente preferito dividere il pasto giornaliero in due pasti meno corposi.

TOELETTATURA

Il pelo del Biewer è abbastanza lungo e necessita di cure quotidiane. È infatti consigliato di spazzolarlo ogni giorno, al fine di evitare la formazione di nodi consistenti, soprattutto in prossimità di parti delicate quali occhi e orecchie.

È proprio in queste zone che è richiesta più manutenzione: se il pelo cresce in maniera incontrollata e ricco di grovigli, gli occhi e le orecchie del cane risultano esposti a batteri e sviluppo di infezioni. È bene quindi mantenere più corto il pelo attorno a quelle zone.

ALLEVAMENTI

Quella del Biewer è una razza che vede incrementare la sua richiesta costantemente, soprattutto da parte di famiglie che hanno bambini. È sempre bene preferirne l’acquisto in allevamenti riconosciuti che ne assicurino le buone condizioni di salute.

In Italia, il numero maggiore di allevamenti si trova in diverse regioni quali Marche, Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna. Non è consigliato l’acquisto presso privati in quanto non vi è garanzia che i cuccioli siano controllati e privi di patologie fin dalla nascita.

È UN CANE DA APPARTAMENTO?

Grazie alle sue dimensioni ridotte e alla sua notevole adattabilità, il Biewer è un cane che riesce tranquillamente a vivere in appartamento. È un cane che non disdegna la presenza dei bambini e riesce a mantenere un clima allegro in casa, soprattutto se usato come cane da compagnia per anziani.

In ogni caso, per evitare che accumuli stress, è necessario che non venga privato delle passeggiate e di un po’ di tempo all’esterno. Se in appartamento, è possibile che abbai ad ogni rumore da lui sconosciuto o a persone mai viste, ma se nota la tranquillità del padrone tende a moderarsi in tempi davvero brevi.

CURIOSITÀ

È oramai certo che il Biewer sia considerato come un’infinita fonte di allegria, buon umore e compagnia. Proprio per questo motivo viene particolarmente amato dai bimbi più piccoli e dalle persone anziane.

Nel primo caso, è possibile trovare un ottimo compagno di giochi pronto sempre a correre ed instancabile; nel secondo caso si è davanti ad un cane che rallegra l’ambiente senza lasciare mai percepire la solitudine. Grazie a queste sue qualità, il piccolo quattro zampe è stato recentemente il prediletto per tutte le associazioni di volontariato che praticano la pet therapy. In sua compagnia è impossibile non sorridere e tornare di buon umore.