Bracco d’Auvergne

Bracco D’Auvergne
BRACCO D'AUVERGNE

Esemplare di Bracco D’Auvergne

Dati generali
Etimologia Dalla sua origine, sita nella provincia francese di Auvergne
Genitori Segugi francesi × Pointer Inglese
Presente in natura No
Longevità 11-14 anni
Impieghi Cane da caccia, cane da ferma, cane da compagnia
Taglia Media

Il Bracco d’Auvergne è un cane di origine francese, proveniente da una regione che dà lo stesso nome alla razza, l’Alvernia (in francese, Auvergne).

La razza è riconosciuta ufficialmente dalla FCI, federazione internazionale delle associazioni di allevatori canini, appartenente al Gruppo 7, cani da ferma, Sezione 1, cani da ferma continentali.

È un cane di taglia medio-piccola, molto dolce e affettuoso, adatto anche alle famiglie e ai bambini. È un tipico cane da caccia.

Scheda informativa del Bracco d’Auvergne
Anallergico No
Per bambini Sì, molto gentile ed adeguato al rapporto con i bambini
Per anziani Temperamento calmo adeguato a loro, a patto che venga garantita la giusta dose di esercizio
Con altri cani Molto socievole con i suoi simili, soprattutto se abituato alla socializzazione
Con gatti Sconsigliato: tenderà a cacciarli, a meno che non vengano cresciuti insieme
Rumoroso Non abbaia quasi mai
Sport Venatori, ha bisogno di molto esercizio fisico e stimoli olfattivi

ORIGINI STORICHE DELLA RAZZA

La zona di origine è quella della Francia, precisamente dell’Alvernia. All’inizio della sua diffusione, sembra che furono gli stessi Cavalieri di Malta a selezionarlo come razza tipica di quelle zone, nelle quali al tempo loro avevano degli ampi possedimenti.

Probabilmente è una razza nata e cresciuta lì, diffusa e sviluppatasi nel tempo in tutta la Francia, Europe e oltre.

Si dice che non abbia mai subito grandi modifiche, se non qualche (seppur raro) tentativo di incrocio nel XIX secolo con il pointer inglese.

PREZZO

Il prezzo del Bracco d’Auvergne può variare, in base alla perfezione delle caratteristiche fisiche tipiche della razza, fra i 600 e gli 800€.

CARATTERE

In quanto a temperamento, il Bracco d’Auvergne è un cane molto affettuoso ed estremamente docile. È usato tipicamente come cane da caccia, perché molto ubbidiente e fedelissimo al suo padrone.

Per quanto riguarda i compiti che gli vengono proposti, è davvero un gran lavoratore e porta sempre a termine il tutto con grande impegno e costanza.

Si adatta molto bene ad ogni terreno, ambiente o condizione climatica in cui si trova a dover cacciare: la sua indole lo spinge a essere un ottimo cacciatore, con un olfatto molto sviluppato che gli permette di non fallire mai un colpo!

È molto dolce e tranquillo con tutti, anche con gli estranei ai quali non ha paura di dare confidenza, anzi: più amici riesce a farsi, più sarà contento! Non ha quasi mai comportamenti aggressivi non giustificati.

ADDESTRAMENTO

È molto disponibile all’addestramento, soprattutto a instaurare un bel rapporto con l’uomo.  Serve però molta pazienza e anche un briciolo di dolcezza: se riuscirà a percepire che il suo padrone è disponibile al dialogo e a stabilire un rapporto di amicizia e di reciproco scambio, sarà per sempre molto fedele e soprattutto un ottimo compagno di vita.

Per le battute di caccia, il Bracco d’Auvergne è uno dei cani migliori che si possano scegliere: saprà sicuramente portare a termine al meglio i suoi compiti. Ha grandi qualità di ricerca e di caccia, soprattutto dovute al suo ottimo olfatto: la pazienza e la costanza saranno le parole d’ordine per il suo addestramento! Queste qualità del cane, dunque, dovranno essere sviluppate e promosse a pieni voti grazie ad un’educazione ben impostata e, all’occorrenza, un po’ rigida, purché funzionale.

Rigida soprattutto perché il Bracco d’Auvergne, pur essendo disponibile ad ricevere ordini, è anche un cane estremamente testardo: bisogna insegnargli una buona educazione con molta cura e attenzione, preferibilmente fin da quando è molto cucciolo.

CARATTERISTICHE FISICHE

Il Bracco d’Auvergne è un cane di taglia medio-piccola, con un’aspettativa media di vita che si aggira intorno ai 12-15 anni.

ZAMPE

Gli arti sono molto forti, robusti, con una muscolatura che gli conferisce grande energia e vitalità: il Bracco d’Auvergne, nelle battute di caccia, sarà instancabile!

La velocità e la grande resistenza che ha sono dovute soprattutto alle zampe posteriori, ancora più forti e muscolose di quelle anteriori.

CORPO

Ha un corpo robusto e molto proporzionato: la sua andatura risulta elegante e armoniosa. È molto forte, molto elastico nei movimenti e di una massa non eccessiva: questo gli permette una grande libertà di movimento e una resistenza incredibile!

Grazie alla sua conformazione, può affrontare anche ore e o ore di duro lavoro, senza mai stancarsi.

PESO E ALTEZZA

Il peso ideale di una femmine è di circa 22-25 kg, quello di un maschio è di 30-32 kg. L’altezza al garrese di una femmina è fra i 53 e i 59 cm, quella di un maschio fra i 57 e i 63.

TESTA

La testa ha una forma allungata, con un naso regolare di colore spesso nero scuro.

Gli occhi, grandi e profondi, possono avere un colore sul nocciola scuro.

Le orecchie sono di forma allungata, spesso di colore scuro come il musetto, sono ricoperte di pelo e ricadono verso il basso.

CODA

La coda è presente quasi sempre: spesso può avere due colori, una parte ha lo stesso del corpo, un’altra quello più scuro della testa. Non è molto lunga e rimane orizzontale rispetto al tronco.

PELO

Il pelo è estremamente soffice e va tenuto corto. È molto bello, lucente e con una bellissima brillantezza che risplende al sole.

COLORI

Spesso il colore del manto varia a seconda della parte del corpo: il tronco solitamente è di base bianca, con macchie più scure sparse in giro (a volte ci sono esemplari con il pelo tutto maculato). I colori comunque sono fra il bianco, il nero e il grigio, più o meno scuro.

CUCCIOLI

I cuccioli di Bracco d’Auvergne sono molto vivaci, intelligenti e giocherelloni. Ciò che vogliono fare tutto il giorno è correre e giocare: fin da piccoli si può notare la grande voglia, tipica della razza, di muoversi e non stare fermi un secondo.

Sono molto carini e affettuosi anche con i bambini, che di solito sono i più attivi e disponibili anche al gioco con i cuccioli. L’uomo è considerato un ipotetico amico, al quale iniziare a dar retta e con cui instaurare un bel rapporto duraturo.

Il padrone allora deve essere molto bravo a saper impartire le regole e il suo ruolo fin da subito: così, una volta diventati adulti, i cuccioli sapranno già come comportarsi.

SALUTE

Dato il suo amore per il movimento, spreca moltissime energie durante le sue giornate, alla ricerca costante di divertimento o di prede da acciuffare.

Questo gli fa avere un grande appetito costante, che spesso lo porta ad ingrassare: bisogna controllare sempre quanto cibo ingerisce, per evitare che vada sovrappeso.

Alcune malattie che possono riscontrarsi in questa razza sono, oltre a sovrappeso, problemi allo stomaco o alle orecchie (molto diffuse sono le otiti).

INDICAZIONI SULL’ALIMENTAZIONE

Non necessita di particolari attenzioni riguardo un’alimentazione specifica. Essendo però un cane molto vivace e iperattivo, ha bisogno di cibo in abbondanza (chiaramente senza esagerare, come già ricordato sopra) per affrontare ogni giornata con il massimo delle energie.

Può cibarsi di diete casalinghe, come di prodotti industriali, purché entrambi siano di ottima qualità.

TOELETTATURA

È un cane molto curioso e che ama stare all’aria aperta: questo lo porta spesso a sporcarsi, visto che la sua indole di cacciatore e il suo olfatto molto sviluppato lo obbligano ad avventurarsi anche nei posti più sperduti.

Avrà sicuramente bisogno di una bella lavata molto spesso: ciò che conta di più per la sua igiene e per la sua salute è una quotidiana e costante controllata alle condizioni igieniche di ogni singola parte del corpo.

Non serve spazzolare il pelo troppo spesso, si può anche evitare di farlo ogni giorno. C’è anche da considerare che, per comodità e necessità tipiche della razza, il pelo è tenuto sempre molto corto: questo facilita anche la possibilità di accorgersi facilmente se alcuni corpi estranei si sono attaccati all’animale).

ALLEVAMENTI

È UN CANE D’APPARTAMENTO?

Come abbiamo già detto sopra, il Bracco d’Auvergne è un cane molto dolce e affettuoso, soprattutto da cucciolo. Questo lo porta ad essere un grande compagnone, molto adatto a prendere confidenza con le famiglie e con i bambini. L’unica cosa importante per questa razza è avere a disposizione un giardino all’aperto bello grande dover poterlo far muovere.

La sua corporatura e muscolatura necessitano di un costante movimento, anche più volte al giorno. L’appartamento va bene per lui in quanto è un cane che sa adattarsi perfettamente agli spazi che gli vengono proposti per vivere, o lavorare. È un tipico cane da caccia, avventuroso e per niente timoroso: non è spaventato da nulla! Questo suo atteggiamento lo porta a trovarsi bene in qualunque luogo, anche in quelli più impervi: figuriamoci se non fosse in grado di trovarsi bene in una casa piena di confort!

È un cane molto dolce e soprattutto molto legato al suo padrone, il quale verrà considerato come maestro di vita e modello da rispettare e a cui andar sempre costantemente dietro. Con i bambini sa essere anche cane da guardia: li proteggerà sempre e farà loro una grandissima e dolcissima compagnia.

CURIOSITÀ

Il Bracco d’Auvergne è il tipico cane da caccia. È nato per essere praticamente un predatore, anche molto in gamba, ottimo compagno per qualche battuta. Ma per la caccia non è intesa solo quella ‘via terra’: lui è un ottimo nuotatore, impavido e senza freni tanto che non ha problemi a cacciare in acqua o nelle paludi, anche molto sporche e poco praticabili.

Generalmente adora immergersi nell’acqua e scorazzare liberamente lì dentro. Ed è proprio in questi casi che viene fuori la sua più curiosa e particolare caratteristica: il colore scuro, quasi nero del suo pelo diventa di un colore bluasto molto intenso, vivido e ben lucido (da qui deriva infatti la denominazione italiana di ‘Bracco-Blu-d’Alvernia).

Dato il suo olfatto incredibilmente sviluppato, poi, è anche un ottimo cercatore nei boschi.

Altra curiosità su questa razza è la sua diffusione: essendo un cane molto resistente, robusto e forte, non ha problemi ad affrontare climi né troppo caldi, né fin troppo freddi. Infatti, partita dalla Francia, la razza è arrivata a diffondersi fino al Nord Africa e all’America, specialmente nelle zone del Canada e degli Stati Uniti.

Classificazione FCI – n. 180
Gruppo 7 Cani da ferma
Sezione 1 Cani da ferma continentali
Sottosezione 1.1 Tipo bracco
Standard n. 180 del 02/04/2004 (en)
Nome originale Braque d’Auvergne
Tipo Braccoide
Origine Francia