Bracco di Burgos

Bracco di Burgos
Bracco di Burgos primo piano

Esemplare di Bracco di Burgos

Dati generali
Etimologia Dalle sue origini spagnole: viene dal comune di Burgos
Genitori Segugi spagnoli
Presente in natura No
Longevità 13-15 anni
Impieghi Cane da ferma, cane da caccia
Taglia Medio/Grande

Il Bracco di Burgos, conosciuto anche con il nome di Perdiguero de Burgos, è un cane da caccia originario della Spagna.

Nonostante gli esemplari della razza siano particolarmente devoti all’attività della caccia di qualunque preda, si dimostrano comunque ben adatti ad essere anche affettuosi animali da compagnia (purché accanto a padroni cacciatori).

Scheda informativa del Bracco di Burgos
Anallergico No
Per bambini Sì, se rispettata la loro tranquillità, ma non è esattamente un cane da compagnia
Per anziani No, per il bisogno di esercizio e non troppo adatto come cane da compagnia
Con altri cani Socievole se si è lavorato adeguatamente alla socializzazione
Con gatti Se abituati sin da cuccioli alla loro presenza possono convivere con serenità
Rumoroso Abbaia quanto lavora, sia caccia che guardia
Sport Venatori, corsa e sport di ricerca

Origini storiche della razza

Come molti altri membri della famiglia Braccoide, anche il Bracco di Burgos ha origini piuttosto antiche, anche se non del tutto certe.

Due sono, infatti, le teorie più accreditate sulla razza: la prima sostiene che si tratti di un cane “indigeno”, nato e cresciuto in autonomia nella provincia di Burgos, nella Spagna del Nord. La seconda, invece, ritiene che la sua origine sia il risultato di un incrocio tra un Segugio Spagnolo e un cane da caccia iberico.

In ogni caso, qualunque sia la teoria più giusta, quello che è davvero certo è che questo bracco è stato davvero molto popolare in età rinascimentale, quando nobili e regnanti di diversi Paesi europei non potevano fare a meno di averlo nelle proprie case.

Già da allora si trattava di un cane impiegato principalmente nella caccia alla selvaggina, un’attitudine che ha mantenuto nel corso del tempo. Eppure, la storia della razza non è sempre stata costellata da successi e apprezzamenti.

Nel diciannovesimo secolo, il Perdiguero de Burgos ha assistito ad un vero e proprio declino, per essere poi riscoperto soltanto negli ultimi decenni. Chiaramente, si tratta di un cane apprezzato soprattutto dagli appassionati di caccia, ma ben in grado di rubare il cuore anche a chi cerca un fedele amico a quattro zampe.

Prezzo

Un cucciolo di Bracco de Burgos, dotato di Pedigree e proveniente da un allevamento certificato, ha un costo che oscilla tra i 600 ed i 1000 €.

Carattere

Impossibile negare che il Bracco de Burgos abbia lo spirito innato di cane da caccia, adattabile ad ogni tipologia di terreno, zona selvatica e preda.

Questa razza, infatti, si distingue per un olfatto incredibilmente sensibile, che permette ai suoi esemplari di seguire piste diverse e stanare la padre in modo facile e veloce. Ma questo è anche un cane molto intelligente, che non è affatto difficile addestrare alla pratica della caccia al vostro fianco.

Ma c’è da notare che, come molti altri braccoidi, anche questo si distingue per un carattere incredibilmente dolce ed amichevole, che lo rende adatto come animale da compagnia.

Per indole, infatti, tende ad affezionarsi molto al padrone e ai membri della famiglia, tanto da diventare piuttosto scontroso nel caso in cui qualcuno che ama risultasse in pericolo.

Nonostante questo tratto del suo carattere, questo bracco è ben adatto alla vita con i bambini, verso cui mostra il suo lato più tenero e giocoso, senza mai diventare aggressivo.

Si tratta, in sostanza, di un cane molto equilibrato, adatto soprattutto a persone che sono ben disposte a portarlo quotidianamente a praticare la sua giusta dose di moto fisico.

Parliamo di un esemplare da caccia e, in quanto tale, ha bisogno di muoversi in ampi spazi aperti e scaricare la sua energia. Diventa allora necessario che abbia un padrone disposto a portarlo al parco tutti i giorni, così da evitare problemi di varia natura per il cane stesso.

Addestramento

Come già detto, il Perdiguero de Burgos è un cane dotato di un’intelligenza particolare, il che lo rende ben adatto all’addestramento sin dai suoi primi mesi di vita.

Se il vostro intento è quello di impiegarlo nella caccia, non vi sarà affatto difficile educarlo al suo compito, data soprattutto la forte predisposizione naturale.

Viceversa, se volete che si comporti come un perfetto cane da compagnia, dovrete lavorare sulla sua socializzazione con gli estranei.

Pur essendo molto affettuoso con la famiglia, questo bracco si dimostra molto scontroso verso chi non conosce, per cui è importante che gli insegniate a comportarsi a modo anche con chi vede per la prima volta.

Lo stesso vale per il rapporto con i suoi simili: il Bracco de Burgos è un animale indipendente, per cui non aspettatevi che sia ben predisposto a giocare o convivere con altri cani. È importante allora educarlo sin da cucciolo al rapporto con gli altri pelosi, così da mettere in risalto il suo lato tenero e limitare quello più rustico.

Caratteristiche fisiche

Si tratta di un cane di taglia media, mesomorfo dolicocefalo, dalla corporatura ben robusta e solida.

Zampe

Gli arti – sia posteriori sia anteriori – sono solidi e muscolosi, caratterizzati da una struttura ossea forte. La gamba è lunga, i piedi invece sono corti e rotondi, con dita arcuate che si distinguono soprattutto per le unghie forti e scure.

Corpo

La corporatura del cane è solida e ben proporzionata, caratterizzata da un petto largo e da un collo potente.

Guardando il corpo del bracco, vi stupirà soprattutto l’ottima muscolatura, più forte in corrispondenza degli arti che altrove, ma comunque ben equilibrata nella sua distribuzione.

Peso e altezza

Le dimensioni di questo bracco sono perfettamente in linea con la sua taglia media.

Gli esemplari maschi hanno un’altezza al garrese che varia dai 62 ai 67 che, mentre le femmine sono leggermente più basse, tra i 59 e i 64 cm.

Anche il peso varia a seconda del genere: i maschi oscillano tra i 25 e i 30 Kg, le femmine sono invece poco più magre.

Testa

La testa è larga e grossa, con la fronte arrotondata, il profilo dritto e il muso squadrato. Lo stop è leggermente pronunciato, con tartufo di colore marrone scuro (non nero), ampio e umido.

A contrasto, la dentatura è molto bianca, solida e con chiusura a forbice. Gli occhi sono a forma di mandorla, di colore nocciola e ben protetti dall’arcata sopraccigliare prominente.

Questi donano al cane uno sguardo mite, a tratti malinconico, il che è incentivato anche dalla forma delle orecchie, che ricadono pendenti e morbido sulle guance dell’animale.

Coda

La coda del Bracco di Burgos è grossa alla radice e poi più sottile verso la punta. Inserita alta e portata in maniera piuttosto giocosa.

Pelo

La razza si distingue per un pelo corto, fitto, liscio e di medio spessore.

Colori

I colori ammessi sono il bianco e il fegato, mescolati tra loro in modo piuttosto irregolare.

Cuccioli

I cuccioli di bracco sono grandi appassionati del moto fisico e del gioco, per cui hanno bisogno di correre e scoprire cose nuove praticamente ogni giorno

. Giá dai primi mesi di vita, è consigliabile quindi portarli al parco o in qualunque altro spazio aperto per farli abituare a questa attività quotidiana.

Al tempo stesso, è importante che il bracco cucciolo impari anche a socializzare con i suoi simili, avendo un carattere particolarmente scontroso. In questo senso, l’incontro con altri cani al parco vi sará sicuramente di grande aiuto.

Salute

In linea di massima, il Bracco de Burgos è un cane che gode di buona salute e che vanta una vita media che può raggiungere fino ai 14 anni.

Si tratta di un animale molto forte e robusto, per cui sono poche le patologie ereditarie di cui soffre, e tra queste spicca soprattutto la displasia dell’anca.

Al di la di questo, un problema può essere rappresentato anche dalla tendenza al sovrappeso: questo bracco è molto goloso e dovete fare davvero grande attenzione a non sovralimentarlo.

A proposito di salute, il consiglio che possiamo darvi riguarda le orecchie del cane, che devono essere controllate attentamente dopo ogni battuta di caccia, per evitare infiammazioni dovute alla presenza di corpi estranei.

Indicazioni sull’alimentazione

Come anticipato, questo bracco si distingue per essere molto goloso, il che impone un’alimentazione equilibrata e ben seguita. Se volete preparare il cibo da voi, allora scegliete una dieta fatta di carboidrati, verdure e carne.

Altrimenti, un cane di questo tipo ha bisogno di circa 650 grammi di crocchette di alta qualità al giorno.

Qualunque sia la dieta del bracco, ricordatevi di non sovralimentarlo poiché tende al sovrappeso.

Al tempo stesso, ricordatevi che ha bisogno di assumere tanto cibo quanto basta per fornirgli energia per le sue attività quotidiane di corsa e moto.

È importante quindi che riusciate ad equilibrare queste esigenze, così da assicurarvi un cane in salute.

Toelettatura

Il Bracco de Burgos è un cane rustico, che non richiede particolari attenzioni per il suo pelo.

Vi basterà spazzolato una volta a settimana, anche nei periodi di muta, durante i quali le perdite di pelo sono comunque moderate.

È un cane d’appartamento?

La risposta è no, dato che gli esemplari di questa razza hanno un estremo bisogno di muoversi in spazi ampi e godersi l’aria aperta.

È ideale per chi vive in campagna, quindi, o per chi ha un giardino davvero molto ampio.

Ma la sedentarietà e la vita in uno spazio ristretto non sono affatto adatte a questo cane.

Curiosità

Il Bracco de Burgos si adatta davvero a qualunque tipo di caccia, sia alla selvaggina da pelo sia a quella da piuma.

In età rinascimentale, questo cane è stato allevato persino dalla famiglia dei Gonzaga, che erano soliti impiegarlo proprio nelle battute di caccia nei boschi.

Classificazione FCI – n. 90
Gruppo 7 Cani da ferma
Sezione 1 Cani da ferma continentali
Sottosezione 1.1 Tipo bracco
Standard n. 90 del 09/11/1998 (en)
Nome originale Perdiguero de Burgos
Tipo Braccoide
Origine Spagna