Bracco Francese tipo Gascogne

Bracco Francese tipo Gascogne

Esemplare di Bracco Francese tipo Gascogne

Dati generali
Etimologia Nome dato dal tipo di cane, dalla provenienza e dalla precisa localizzazione (Guascogna)
Genitori Bracchi Francesi
Presente in natura No
Longevità 13-14 anni
Impieghi Cane da caccia, cane da ferma, cane da compagnia
Taglia Medio/Grande

Il Bracco Francese tipo Gascogne è una razza di cane che fa parte del più ampio Bracco Francese. Proviene dall’area della Guascogna della Francia ed è “sorella” della razza Bracco Francese tipo Pirenei.

Scheda informativa del Bracco Francese tipo Gascogne
Anallergico No
Per bambini Sì, con la dovuta attenzione
Per anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Socievole, docile
Con gatti Sconsigliato: tenderà a cacciarli
Rumoroso Moderatamente
Sport Venatori

Origini storiche della razza

Il Bracco Francese tipo Gascogne ha, come la razza sorella dei Pirenei, un’origine molto antica.

Descritto come un Bracco di taglia medio/grande dotato di estrema velocità, si è affermato molto più del tipo dei Pirenei.

Pare che abbia origini autoctone: nonostante siano circolate delle voci riguardanti la sua selezione incrociata con alcuni segugi o cani da caccia inglesi, pare che in realtà queste siano errate.

Si tratta di uno cani da ferma più apprezzati al mondo, che eccelle nelle prova di caccia, generica e specialistica.

Prezzo

Il prezzo del Bracco Francese tipo Gascogne si aggira intorno ai 600/700 euro. Il prezzo sale, chiaramente, se si tratta di esemplari con un pedigree particolarmente importante.

Carattere

Il carattere del Bracco Francese tipo Gascogne è tipico di quello di molti cani da caccia. Autonomo e indipendente, non è precisamente un cane domestico.

Testardo e un po’ diffidente, questo Bracco può sembrare, all’inizio, un po’ ostico per quanto riguarda la sfera relazionale. Se adottato da adulto può tendere a essere schivo o leggermente aggressivo, senza mai però arrivare davvero a mordere o a fare del male.

Gli serve un lungo contatto con il padrone per affezionarsi. Tuttavia, una volta superato lo scoglio iniziale, diventa talmente fedele da rischiare persino a vita per il suo compagno bipede.

Il Bracco Francese di tipo Gascogne è invece particolarmente docile con i bimbi. Li identifica come piccoli cuccioli da proteggere, ma chiaramente nella fase di socializzazione occorre prendere le dovute precauzioni.

Una volta socializzato e integrato in famiglia, il Bracco Francese di tipo Gascogne diventa giocoso, giocherellone, energico e vivace. Può anche lasciarsi andare a lunghe sessioni di coccole e diventare l’ombra di colui/colei che identifica come capobranco.

Occhio invece al rapporto con i piccoli animali e con i gatti: tenderebbe infatti a cacciarli.

Addestramento

Avendo un carattere indipendente e autonomo, l’addestramento del Bracco Francese di tipo Gascogne è piuttosto complesso, per questo è bene rivolgersi a un esperto.

Tuttavia, sviluppando un ottimo rapporto con il cane le cose possono essere più semplici. Il miglior modo per provare a insegnargli i comandi di base è combinare rinforzo positivo e gioco.

Caratteristiche fisiche

Il Bracco Francese di tipo Gascogne è un cane di taglia medio/grande, agile e muscoloso.

Zampe

Le zampe di questa razza sono muscolose e agili. Il piede è dotato di cuscinetti particolari, che gli conferiscono velocità e aderenza immediata al suolo.

Corpo

Il corpo del Bracco Francese di tipo Gascogne è compatto ma snello, per questo la sua taglia si mantiene grande e non gigante. La sua conformazione gli permette di essere particolarmente scattante.

Peso e altezza

Il peso ideale va dai 25 ai 32 kg. L’altezza al garrese varia per il maschio adulto dai 58cm a 69 cm, mentre per la femmina dai 55 cm ai 60 cm.

Testa

La testa è sottile ma ben solida, dal profilo slanciato e affusolato. Gli occhi sono scuri o dorati, distanziati e vispi. Il tartufo è generalmente marrone, ma può presentarsi con qualche striatura nera o addirittura bianca.

Coda

La coda non è mai in posizione verticale. È generalmente corta. Anticamente si usava tagliarla, una pratica barbara adesso severamente vietata. Se è marrone, può capitare che abbia una piccola punta bianca.

Pelo

Il pelo è corto, grosso e folto. Sul petto si presenta più fitto rispetto al resto del corpo. Perde spessore sulla testa e sulle orecchie.

Colori

Il Bracco Francese di tipo Gascogne è generalmente sempre prevalentemente bianco, con chiazze marroni chiare e marroni scure.

Cuccioli

Il cucciolo di Bracco Francese di tipo Gascogne non è un cucciolo socievolissimo: potrà sembrare un po’ sulle sue, un po’ anomalo e diffidente.

Tuttavia, dopo un po’ di tempo, svilupperà un forte affetto per chi lo cura e lo alleva. Manterrà, comunque, la sua indipendenza e la sua voglia di esplorare, per questo è bene non perderlo mai d’occhio.

I cuccioli di questa razza amano, inoltre, l’aria aperta: anche quando c’è freddo tenderanno ad andare verso gli spazi aperti. Bisogna dunque allestire una cuccia confortevole, che possa fare da riparo in caso di bisogno.

Salute

Il Bracco Francese di tipo Gascogne è un cane piuttosto robusto e sano. Tuttavia, come molti cani da caccia, può andare incontro a piccoli problemi muscolari.

Bisogna dunque calibrare gli allenamenti e le sessioni di esercizio fisico in base alla sua età, e assicurarsi che non strafaccia. Questi bracchi possono anche andare incontro a  displasia dell’anca che provoca dolore nel movimento e zoppia.

Occorre anche portare il cane dal veterinario frequentemente e fare molta attenzione alla sua alimentazione.

Indicazioni sull’alimentazione

Il Bracco Francese di tipo Gascogne, come in generale i bracchi francesi, ha uno stomaco che tende a gonfiarsi se mangia in maniera eccessiva.

Sono perciò da bandire ciotole lasciate costantemente piene. Se in buona attività fisica, sarà bene dargli fino a 600 grammi di crocchette al giorno. Altrimenti, va bene anche arrivare a 500 grammi. Le crocchette devono essere divise in due/tre pasti.

Toelettatura

Anche se il pelo è corto, il Bracco Francese tipo Gascogne deve essere spazzolato almeno due volte a settimana. Questo perché il pelo è folto e tende ad annodarsi, specie sulla zona del petto.

Sono sconsigliati i bagni fai da te: questo tipo di bracco tende infatti a ribellarsi. Meglio ricorrere a degli esperti o, quando possibile, allo shampoo a secco.

Allevamenti

In Italia non risultano allevamenti di Bracco Francese di tipo Gascogne certificati ENCI. Si consiglia dunque di prestare particolarmente attenzione quando si decide di acquistare un esemplare.

È un cane d’appartamento?

No, non è è un cane d’appartamento. ha infatti bisogno di correre, cacciare, e spaziare. È l’ideale per chi vive in campagna.

Curiosità

Eccellente nella caccia, questo cane riesce a trovare sintonia con altri cani che eseguono lo stesso compito. Tuttavia si sente sempre in competizione, dunque se avete diversi cani da caccia è bene dargli spesso attenzioni, o si sentirà trascurato.

Classificazione FCI

Classificazione FCI – n. 133
Gruppo 7 Cani da ferma
Sezione 1 Cani da ferma continentali
Sottosezione 1.1 Tipo bracco
Standard n. 133 del 07/08/1998