Bracco Saint Germain

Bracco Saint Germain

Esemplare di Bracco Saint Germain

Dati generali
Etimologia Dal tipo di cane + area di provenienza
Genitori  Pointer x Bracco francese
Presente in natura No
Longevità 13-14 anni
Impieghi Cane da caccia, cane da compagnia, cane da guardia
Taglia Media

Il Bracco Saint German, o Braque Saint-Germain come viene chiamato in Francia, è un cane impiegato soprattutto nella caccia alla piccola selvaggina piumata.

Ma, al di là di questo suo caratteristico aspetto da cacciatore, si tratta anche di un perfetto animale da compagnia, come molti altri membri della famiglia Braccoide.

Scheda informativa del Bracco Saint Germain
Anallergico No
Per bambini Sì, con la dovuta attenzione
Per anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Diffidente
Con gatti Sconsigliato: tenderà a cacciarli
Rumoroso Moderatamente
Sport Venatori

Origini storiche della razza

Le origini storiche – e genealogiche – di questa razza sono piuttosto note. La progenitrice del Bracco Saint German è Miss, una Pointer bianco-arancio allevata dal Barone di Larminat, che la fece accoppiare con un Bracco.

Da questo incrocio nacquero sette cuccioli, che furono affidati ad altrettanti padroni, che successivamente si trasferirono a Saint-German, dando così questo nome alla razza.

Siamo all’incirca attorno al 1830 e a partire da  questo momento, e poi fino all’inizio del XX secolo, questo cane riscuote un successo incredibile.

Anzi, per più di secolo, questo bracco è stato il cane da ferma più rappresentato alle esposizioni canine, compresa la prima esposizione francese a Parigi nel 1863.

Prezzo

Trattandosi di una razza poco diffusa al di fuori del suo territorio di origine, dove comunque questi cani sono molto rari, è difficile poter definire un prezzo per l’acquisto di un cucciolo.

Carattere

Impossibile non notare il forte carattere da cacciatore di questo cane, dotato di una resistenza che gli permette di adattarsi a qualunque clima (anche se ha qualche problema con il freddo) e terreno. Una razza pressoché perfetta per cacciare sia la selvaggina di piuma che di pelo.

Eppure, oltre a questo lato forte, il Bracco Saint German si distingue anche per il suo carattere affettuoso, nei confronti del suo padrone e degli altri membri ella famiglia.

E se è vero che è in grado di dimostrarsi molto tenero verso le persone con cui vive, non si può dire lo stesso nei confronti degli estranei.

Si tratta di un cane molto sospettoso verso chi non conosce, per cui sarà fondamentale fare le dovute presentazioni, in modo che il vostro amico a quattro zampe possa capire che non c’è nulla di cui preoccuparsi.

Abituarlo alle relazioni con gli estranei non sarà difficile, soprattutto considerando la grande intelligenza della razza, che la rende ben adatta ad essere addestrata. Va ricordato però che questo bracco è piuttosto sensibile, per cui va fatta molta accortezza nella modalità di educazione.

Infine, come tutti i cani da caccia, anche il Bracco Saint German ha un incredibile bisogno di moto quotidiano. Un’esigenza di cui è fondamentale tenere conto.

Addestramento

Questo è un cane intelligente e testardo al tempo stesso, per cui l’addestramento è di fondamentale importanza. Se il padrone riesce a creare un buon rapporto con l’animale, questo si mostrerà docile e obbediente, ed educarlo sarà davvero molto facile.

È però importante che l’addestramento del Bracco Saint German cominci sin da quando è cucciolo, e che sia poi coerente per tutta la durata della sua vita.

Parliamo di un cane dotato di grande sensibilità, il che impone un’educazione attenta e positiva, che eviti il più possibile brutti rimproveri per il cane.

Un buon aiuto, in questo senso, può venirvi dagli snack, utilizzabili come premio laddove il vostro amico a quattro zampe si comporti come richiesto.

Nell’educazione del vostro bracco, ricordatevi di fare grande attenzione alla sua socializzazione con gli estranei, verso cui si dimostra inizialmente diffidente e scontroso, e alla sua attitudine alla fuga.

Tra le prime cose a cui addestrare il cane deve esserci quindi il richiamo, specie quando vi trovate in ampi spazi aperti.

Caratteristiche fisiche

Il Braque Saint-Germain è un cane di taglia media, dalla corporatura ben proporzionata e dall’andamento incredibilmente elegante.

Zampe

Gli arti anteriori hanno una struttura ossea forte, gomiti ben in appiombo e metacarpi corti.

Gli arti posteriori si distinguono invece per una coscia lunga, muscolosa e ben in carne. I piedi sono allungati, con dita chiuse e unghie quasi perfettamente bianche.

Corpo

La corporatura è piuttosto armoniosa, con una struttura ossea abbastanza forte e una muscolatura ben sviluppata ovunque, soprattutto negli arti posteriori.

Il cane si distingue per un dorso orizzontale, corto e dritto. Il torace è largo e profondo, con costole lunghe e cerchiate. La groppa è ossuta e leggermente discendente, mentre il collo è forte e piuttosto lungo.

Peso e altezza

Le misure di questo bracco sono esattamente quelle di una razza media: i maschi alti tra 56 e 62 cm, le femmine invece tra 54 e 59 cm. Quanto al peso, per entrambi i generi, questo oscilla tra i 18/20 e i 26 Kg.

Testa

La testa di questo bracco si distingue per un cranio poco bombato, con occipite ben definito e fronte abbastanza larga.

Lo stop non è troppo accentuato, la canna nasale è lunga e dritta, e le labbra sono fini e ricoprono alla perfezione la mascella inferiore.

Il muso è poi caratterizzato da un tartufo largo, di colore rosa scuro e con le narici ben aperte. Gli occhi sono piuttosto grandi, ben incassati nell’orbita e di colore giallo oro: si distinguono per un’espressione dolce e franca.

Le orecchie sono inserite proprio all’altezza degli occhi: non troppo lunghe, arrotondate all’estremità e caratterizzate da pelle sottile e morbida.

Coda

La coda si attacca al di sotto della linea del rene, è molto spessa alla radice e va diminuendo in maniera graduale verso l’estremità, dove termina praticamente a punta. Nello standard di razza, la coda è portata orizzontalmente.

Pelo

Il pelo del Bracco Saint Germain è corto, ma non troppo fine al tatto.

Colori

Il colore del mantello del cane è bianco opaco, con macchie di color arancio vivo e moscate tollerate, seppur non ricercate nello standard di razza. Le orecchie invece tendono ad essere fulve, con possibili macchie di color bianco.

Cuccioli

I cuccioli di Bracco Saint German sono degli incredibili giocherelloni, per cui è bene che sposiate le loro esigenze, facendoli dilettare soprattutto in giochi di ricerca e fiuto – i loro preferiti in assoluto -.

Non lasciatevi però sopraffare dal loro aspetto tenero e divertente, perché questa razza gode di un’indole particolarmente scontrosa, che va subito limitata quando il cane è piccolo.

Ecco perché diventa importante addestrarlo sin dai primi mesi di vita, in modo tale che poi possa abituarsi a condividere il proprio spazio anche con estranei.

Salute

Come buona parte dei Braccoidi, anche questo si dimostra un cane particolarmente robusto, con un’aspettativa di vita che può raggiungere i 13 anni.

Si tratta quindi di un cane sano, anche se caratterizzato da un apparato digerente molto delicato, per cui è importante che la sua alimentazione sia ben bilanciato tra proteine animale e vegetali.

Nonostante la sua resistenza fisica, ci sono comunque alcune patologie ereditarie che possono colpire il cane: prima tra tutte, la sindrome della dilatazione-torsione gastrica, così pure come la displasia dell’anca.

Al di là di queste, l’otite sembra essere il solo problema di salute di questa razza, che si dimostra comunque piuttosto longeva.

Indicazioni sull’alimentazione

Per quanto attivo, il Bracco Saint German ha una forte tendenza ad ingrassare, per cui richiede un’alimentazione davvero ben equilibrata e curata (anche in virtù dei suoi problemi di stomaco).

In ogni caso, tenendo conto del suo moto quotidiano, un cane di questo tipo deve consumare circa 600 grammi di crocchette al giorno, con l’aggiunta del 10% di cibo umido. Nella dieta dell’animale, sì agli snack come premio, ma fate sempre attenzione alla sua linea.

Toelettatura

Data la tipologia del mantello, il cane non ha affatto bisogno di cure in questo senso. Basterà spazzolarlo anche una volta a mese per assicurargli un pelo in ottimo stato.

Allevamenti

Il Bracco Saint German è un cane tipicamente francese, poco conosciuto in Italia. Non esistono pertanto allevamenti certificati ENCI sul nostro territorio nazionale.

È un cane d’appartamento?

Diciamo di sì, ammesso che il padrone sia disposto a garantire al cane una buona dose di attività fisica giornaliera.

Non si tratta chiaramente della classica passeggiata al guinzaglio, ma di ore di camminata o di corsa.

La razza necessita di moto, e questo rende l’appartamento un ambiente un po’ limitante per il bracco. Meglio se il cane potesse vivere in una casa con giardino o in aperta campagna.

Curiosità

Il Bracco Saint German è un cane diffuso praticamente soltanto nella sua terra di origine.

Classificazione FCI – n. 115
Gruppo 7 Cani da ferma
Sezione 1 Cani da ferma continentali
Sottosezione 1.1 Tipo bracco
Standard n. 115 del 05/05/2003 (en)
Nome originale Braque Saint-Germain
Tipo Braccoide
Origine Francia