Cocker Spaniel Inglese

Cocker Spaniel Inglese
esemplare di Cocker Spaniel Inglese nel bosco

Esemplare di Cocker Spaniel Inglese

Dati generali
Etimologia Dalla caccia alla beccaccia
Genitori Cani inglesi a pelo lungo
Presente in natura No
Longevità 12-15 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane da caccia, cane da tartufo
Taglia Media

Il Cocker Spaniel Inglese nasce in Gran Bretagna e la definizione del suo standard è avvenuta relativamente tardi, intorno al 1986.

La razza dei Cocker Spaniel Inglesi è riconosciuta dalla FCI, la federazione internazionale delle associazioni di allevatori canini, ed è inserita nel gruppo 8, quello dei cani da riporto, da cerca e da acqua.

I cani di questa razza infatti sono specializzati nella caccia su ogni tipo di terreno ma principalmente su quelli ampi e pianeggianti.

Scheda informativa del Cocker Spaniel Inglese
Anallergico No
Per bambini I bambini sono i soggetti preferiti con cui ama giocare e relazionarsi attivamente
Per anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Socievole, soprattutto se ha l’occasione di socializzare attivamente con i simili
Con gatti Socievoli con loro se cresciuti insieme
Rumoroso Tende ad abbaiare molto per attirare l’attenzione
Sport Quando non lavora ha bisogno di smaltire energie con attività di corsa e che stimolino l’olfatto

ORIGINI STORICHE DELLA RAZZA

La nascita dei Cocker Spaniel Inglesi risale al XV secolo quando in Gran Bretagna, con il nome di “cocking spaniel”, venivano impiegati dai nobili per la caccia della beccaccia, da cui deriva proprio il suo nome.

Il Cocker, nato precisamente nel 1879, è stato il cane di razza Spaniel ad avere avuto maggiore successo, distinto dal Kennel Club dai Field e dagli Springer spaniel.

Ad oggi i Cocker da caccia e quelli da esposizione sono ormai ben separati. I primi infatti sono più snelli e atletici dei secondi che sono invece più robusti e massicci.

A questa data risale anche l’arrivo dei cocker spaniel negli Stati Uniti dove gli allevatori iniziarono a preferire un tipo più piccolo di Cocker Spaniel con una conformazione leggermente diversa rispetto al cocker inglese originale.

Nel 1946, l’American Kennel Club riconobbe l’American Cocker spaniel e Cocker Spaniel Inglese come due razze distinte.

Fu proprio negli anni ‘50 che il Cocker iniziò la sua maggiore diffusione soprattutto nelle mostre e negli spettacoli canini.

PREZZO

Il prezzo di un esemplare di Cocker Spaniel Inglese proveniente da un allevamento certificato oscilla tra i 600 euro e i 1500 euro.

CARATTERE

I Cocker Spaniel Inglesi sono allegri e gioiosi ma anche molto docili e sensibili. Sono cani vivaci, socievoli e affettuosi e amano stare in famiglia a fare scorta di coccole e carezze.

Nonostante infatti siano stati impiegati come cani da caccia sono anche ottimi cani da compagnia. Vanno decisamente d’accordo con i bambini con cui giocano come fossero tra fratelli, con tanta pazienza e gentilezza, e anche con gli altri animali.

Ma è anche un cane molto attivo ed energico che adora fare tanta attività sportiva ma al contempo è forte ed elegante. Per questa sua caratteristica ha bisogno di un padrone altrettanto attivo che si impegni in almeno un’ora di passeggiata al giorno.

Non sono sicuramente cani portati alla solitudine, cosa di cui soffrono parecchio, perché al contrario amano essere circondati da persone ma soprattutto dalla famiglia e non rinuncerebbero mai a stare al fianco del proprio padrone.

Sono infatti cani a cui non piace annoiarsi, sensazione che può generare in loro problemi comportamentali come abbaiare, scavare e masticare.

ADDESTRAMENTO

I cocker spaniel inglesi sono sicuramente dei cani molto intelligenti e per questo risulta relativamente facile il loro addestramento.

Diciamo relativamente perché al contempo gli esemplari di questa razza sono anche molto testardi.

Per questo motivo i cani di razza Cocker non reagiscono bene agli ordini e ai comandi impartiti con durezza e severità ma preferiscono lezioni più morbide e gentili che rispettino anche la loro indole gentile.

Al contrario non esiterebbero a ringhiare e abbaiare per paura e fastidio. L’addestramento deve essere necessariamente associato anche alla socializzazione precoce perché, è vero che i cocker sono cani socievoli, ma è anche necessario farli entrare in contatto con situazioni ed esperienze diverse.

CARATTERISTICHE FISICHE

Il Cocker Spaniel Inglese è un cane di taglia medio-piccola con un’aspettativa di vita di circa 12-15 anni.

Zampe

La zampe non sono molto lunghe ma decisamente agili e forti per il passato da caccia di questi cani.

Corpo

Il corpo dei cocker è molto compatto ma al contempo molto sviluppato con torace ampio e muscoli sviluppati. Sono cani molto energici ma assumono anche un portamento fiero ed elegante.

Peso e altezza

Il peso dei Cocker Spaniel Inglesi oscilla tra i 12,6 ai 14,5 chili. L’altezza al garrese invece è compresa tra i 39 e i 41 centimetri nei maschi e tra i 38 e i 39 centimetri nelle femmine.

Testa

La testa è equilibrata rispetto al resto del corpo con il muso leggermente quadrato e lo stop è ben marcato. Il tartufo è ampio, le orecchie sono basse, a livello dell’occhio, pendenti verso il muso e sono ricoperte di pelo.

Coda

La coda ha un’attaccatura bassa, più della linea dorsale e, se non viene tagliata, dona equilibrio all’andatura del cocker.

Pelo

Il pelo è liscio e setoso, ondulato o riccio ed è portato corto sulla testa e sulla schiena e lungo sulle orecchie, sul petto, sulla pancia e sulle zampe.

Colori

Lo standard ammette il nero, il crema chiaro, il rosso e il marrone. Ma il mantello del Cocker Spaniel Inglese può essere anche a due colori, uno dei quali è il bianco.

CUCCIOLI

I cuccioli di Cocker Spaniel Inglese devono essere addestrati e socializzati immediatamente per sviluppare e controllare appieno la loro indole vivace ed energica da applicare a sport come l’agility e il flyball.

L’addestramento precoce serve per fare capire subito i comandi al Cocker che altrimenti potrebbe diventare ingestibile.

Il pelo deve essere curato fin dall’inizio e ciò può servire anche per abituarlo subito alla spazzola e al pettine.

SALUTE

Abbiamo accennato al fatto che i Cocker Spaniel Inglesi sono cani molto robusti e anche longevi ma come tutti i quattro zampe possono essere anche soggetti a malattie specifiche.

Il punto debole dei cocker sono sicuramente gli occhi che possono essere colpiti da atrofia retinica progressiva, una malattia degenerativa delle cellule della retina che progredisce fino alla cecità; da cataratta; e infine anche da glaucoma, che provoca una forte pressione sul bulbo oculare.

Non di rado i Cocker Spaniel possono soffrire anche di anemia emolitica autoimmune che si verifica quando il sistema immunitario di un cane attacca le cellule del suo stesso sangue. I sintomi che caratterizzano questa malattia sono gengive pallide, affaticamento e qualche volta anche ittero.

L’ipotiroidismo è un altro dei disturbi di cui può soffrire questa razza che può andare incontro per questo ad epilessia, perdita di pelo, letargia e sovrappeso.

Tra le malattie ossee caratteristiche della razza Cocker ricordiamo la displasia dell’anca e la lussazione della rotula causata dal suo errato posizionamento e quindi da dolore e spesso paralisi.

Infine nei Cocker si possono presentare i disturbi dovuti ad allergie di varia natura (alimentari, inalatorie e da contatto); alla seborrea primaria causato dalla sovrapproduzione di cellule epiteliali, comprese le cellule sebacee per cui la la pelle diventa grassa e squamosa; e infine i sintomi connessi all’epilessia idiopatica con lievi o gravi convulsioni.

Indicazioni sull’alimentazione

L’alimentazione dei cocker spaniel deve essere ben bilanciata perché sono cani che tendono ad andare in sovrappeso e a soffrire di obesità.

Devono essere quindi somministrati alimenti di buona qualità che siano equilibrati dal punto di vista calorico.

La quantità di croccantini giornaliera da suddividere in due razioni è di circa 200/270 grammi a cui si può aggiungere un 10% di cibo umido a base di pollo, verdure o carne.

Toelettatura

Il pelo del cocker deve essere spazzolato ogni giorno per evitare nodi e grovigli su tutto il manto.

Molti proprietari tendono a mantenere corto il pelo di questi cani lasciandolo più lungo su zampe e orecchie, spesso avvolte in copriorecchie appositi per evitare che si sporchino durante le passeggiate.

Si deve infatti porre grande cura e attenzione nella pulizia delle orecchie che possono sviluppare spesso infezioni maleodoranti.

Il bagno deve essere programmato ogni 6/8 settimane e può essere seguito sia in casa che da un toelettatore professionista.

ALLEVAMENTI

Il Cocker Spaniel Inglese intorno agli ‘80/’90 ha avuto una grande diffusione e per questo motivo hanno iniziato a proliferare allevamenti di ogni tipo.

Bisogna dunque sempre affidarsi ad allevatori che certificati che possano dare prova dello stato di salute del cucciolo e della sua genealogia.

È UN CANE D’APPARTAMENTO?

Il cocker spaniel è un perfetto cane da appartamento perché adora condividere i suoi spazi con la sua famiglia. Ciò non vuol dire che non possa anche vivere in una casa con giardino o cortile annesso dove potrebbe correre e giocare sfrenatamente.

In alternativa, qualora si trovasse in appartamento, non dovrebbe mai mancargli l’attività fisica giornaliera di almeno mezz’ora o un’ora. Questi cani sono infatti molto adatti anche a sport per cani come gare di agility, flyball e tracking.

CURIOSITÀ

L’indole allegra e socievole dei Cocker Spaniel Inglesi ne hanno fatto un ottimo cane adatto alla pet therapy.

È inoltre un cane diventato celebre per la descrizione che ne fece Virginia Woolf in “Flush, vita di un cane”, romanzo pubblicato nel 1933, che racconta la vita della poetessa Elizabeth Barret Browning attraverso gli occhi di Flush, un esemplare di cocker a pelo rosso.

Ma non si può sicuramente dimenticare il cocker protagonista del film Disney “Lilli e Vagabondo” che sicuramente diede un’enorme spinta alla diffusione e alla fama di questa razza.

Anche il presidente Nixon aveva un cane di razza Cocker Spaniel Inglese di nome Checkers. Attualmente è una delle razze più richieste e acquistate nel mondo sia come cane da caccia che come cane da compagnia o da esposizione.

Classificazione FCI – n. 5
Gruppo 8 Cani da riporto, cani da cerca e cani d’acqua
Sezione 2 Cani da cerca
Standard n. 5 del 08.10.2012 (en )
Origine Inghilterra