Lhasa Apso

Lhasa Apso
esemplare di cane Lhasa Apso

Esemplare di Lhasa Apso

Dati generali
Etimologia Nome che significa in lingua tibetana, letteralmente, “cane barbuto di Lhasa“, dalla città principale del Tibet
Genitori Terrier Tibetano x Spaniel Tibetano
Presente in natura No
Longevità 14-18 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane da guardia
Taglia Piccola

Il Lhasa Apso è un cane di taglia piccola proveniente dalla Cina e più precisamente è considerato un cane tibetano.

Il nome infatti in lingua tibetana assume il significato di “cane barbuto di Lhasa” e Apso letteralmente significa “barbuto”.

Scheda informativa del Lhasa Apso
Anallergico No
Per bambini Sì, sa essere un ottimo compagno di giochi se rispettato
Per anziani Sì, ottimo compagno per loro, vanno garantite le passeggiate quotidiane
Con altri cani In quanto molto testardo, va scelta con attenzione la giusta compagnia tra i suoi simili
Con gatti Va molto d’accordo con loro
Rumoroso A dispetto delle dimensioni ha un abbaio molto forte e inoltre russa
Sport Passeggiate quotidiane

Origini storiche della razza

Le origini del Lhasa Apso sono molto antiche; originario del Tibet nel V secolo a.C. erano considerati i cani guardiani del Dalai Lama e del tempio in cui vivevano.

Addirittura per un periodo molto lungo si credeva che il Lhasa Apso fosse la reincarnazione diretta del Dalai Lama.

I pelosi inoltre erano ammessi alle cerimonie religiose, alle quali si dice “partecipava con nobile distacco”. Erano cani profondamente rispettati a tal punto che era totalmente vietato il commercio; al massimo capitava che qualche monaco donava uno di questi pelosi a qualcuno che era considerato degno di fiducia e di rispetto.

I Lhasa Apso deriverebbero da un Tibetan terrier che venne incrociato con altre razze come il Tibetan spaniel. Si presume che la loro comparsa in Occidente, in particolare in Inghilterra, sia da individuare nel 1930, ma solo nel 1934 è stato redatto il primo standard ufficiale

Prezzo

Il prezzo di un cucciolo di Lhasa Apso si aggira tra gli 800 e 1.200€.

Carattere

Nonostante le loro dimensioni questi cani sono incredibilmente coraggiosi e hanno una personalità parecchio forte; sono anche ottimi come cani da compagnia grazie alla loro vivacità e alla loro allegria. Con gli estranei risultano diffidenti e questo quindi li rende anche un po’ dei cani da guardia, mentre con chi conosce è molto dolce e parecchio disponibile. Ama fare delle lunghe passeggiate in compagnia del proprio padrone e passare il tempo a giocare insieme; riescono a tollerare bene i momenti in solitaria perché sono cani molto indipendenti e riescono ad organizzare le loro giornate in totale serenità. Questa caratteristica potrebbe ricordare molto il comportamento dei gatti; come il gatto inoltre hanno uno spiccato senza di comodità e una preferenza alla vita casalinga. Come il gatto inoltre non ama le smancerie e non ama essere disturbato per futili motivi. Questi cani come accennato sono splendidi per dare compagnia, non sono mai aggressivi né con le persone, né con gli altri cani e animali in generale. Tuttavia questi cani russano moltissimo, quindi risulta quasi impossibile riuscire a vedere un film senza sentire il sottofondo emanato dal peloso. Non sono cani adatti ai bambini soprattutto se piccoli, perché questi cani, come accennato non sono sempre propensi al gioco esattamente come i gatti; solo quando i bambini saranno più grandi potranno capire e comprendere il carattere e la compagnia di questa razza canina.

Addestramento

Non risulta particolarmente difficile l’addestramento dei Lhasa Apso grazie al loro carattere dolce e mansueto. È importante però che questo cominci sin dalle prime settimane in modo tale da scongiurare qualsiasi problema legato ad una cattiva educazione.

Caratteristiche fisiche

I Lhasa Apso sono cani molto piccoli con un pelo molto lungo; nonostante le ridotte dimensioni sono incredibile cani da guardia e splendidi cani da compagnia. Dietro il folto pelo si nasconde un fisico molto muscoloso e parecchio agile, con arti parecchio solidi, il torso decisamente robusto e un’agilità del tutto inaspettata.

Zampe

Gli arti, sia inferiori che superiori sono molto corti, ma sono dotati di una forte muscolatura; i piedi assomigliano vagamente ai piedi di un gatto e sono dotati di spessi e robusti cuscinetti che gli permettono di camminare con estrema tranquillità.

Corpo

I Lhasa Apso sono cani decisamente pelosi; questo lungo pelo è molto folto in tutto il corpo e non sono presenti parti dove il pelo risulta inferiore. Il corpo è molto piccolo ma comunque decisamente forte e in grado di reagire bene alle basse temperature e alle intemperie.

Peso e altezza

Come accennato questi cani sono davvero parecchio piccoli; sia le femmine che i maschi possono pesare tra i 6 e gli 8 kg, per un’altezza che va dai 22 ai 27 cm.

Testa

La testa è proporzionata al resto del corpo e anche questa presenta un folto pelo che ricade sugli occhi; tuttavia non mostra segni di difficoltà visiva nonostante la presenza del massiccio pelo. Il cranio è moderatamente stretto, ma non del tutto piatto e più tendente alla forma di una mela. Il muso è di circa 4 cm. ma non risulta essere quadrato, gli occhi sono scuri, tendenzialmente rotondi e non eccessivamente grandi, ma nemmeno piccoli o infossati. Le orecchie tendono verso il basso e anche queste sono dotate di folto pelo e il collo è molto forte. Le mascelle sono entrambe di uguale lunghezza e sono caratterizzate da un leggero prognatismo, ovvero una condizione clinica un cui l’osso della mascella risulta più sporgente rispetto alla mandibola; la bocca è quindi rivolta in avanti.

Coda

La coda presenta un’attaccatura alta, non presenta un fastidio per la schiena e come il resto del corpo è dotata di pelo parecchio folto.

Pelo

Il pelo dei Lhasa Apso è quello che esalta di più all’occhio; questo infatti è parecchio lungo, liscio e pesante. Il pelo però non è l’unica cosa che richiama l’attenzione; questi pelosi sono dotati di una frangia che copre letteralmente gli occhi e che diventa un tutt’uno con i lunghi baffi.

Colori

È possibile trovare i Lhasa Apso in diverse colorazioni e tonalità, tuttavia quelli più frequenti da trovare sono color oro, color miele e raramente, bianco, nero e perfino marrone. Solo in rarissimi casi è possibile notare la presenza di un pelo multicolore.

Cuccioli

I cuccioli di Lhasa Apso sono bellissimi; è importante però che questi trascorrano moltissimo tempo a casa per un duplice motivo: intanto sono molto piccoli e rischierebbero di farsi male; il secondo motivo risiede nel pelo, questo infatti potrebbe rovinarsi e da cuccioli risulta difficile mantenere il pelo perfetto.

Salute

Anche se sono di ridotte dimensioni questi pelosi possono avere i problemi dei cani più grandi come la displasia dell’anca. Per i cani di piccola taglia come questi, un problema articolatorio di questa entità potrebbe essere davvero complicato da gestire e da trattare, per questa è necessario avere la massima attenzione. Altri problemi di tipo ereditario possono essere riconducibili ai reni o al metabolismo. Nonostante le problematicità a cui potrebbero andare incontro, questi cani sono molto longevi e addirittura possono raggiungere i 15-17 anni di vita.

Indicazioni sull’alimentazione

La giusta alimentazione è importante soprattutto perché si tratta di un cane veramente piccolo; durante lo svezzamento è preferibile che vengano somministrati quattro pasti al giorno e solo in fase adulta è consigliabile diminuirli a due. La quantità di crocchette consigliata è di 120 gr. al giorno da dividere nei pasti. In ogni caso è preferibile che la dieta venga indicata dal veterinario, che potrà essere più specifico prendendo in considerazione lo stile di vita e lo stato clinico del peloso.

Toelettatura

La toelettatura è decisamente un tasto dolente per questi cani; è necessario che abituiate il cane sin da cucciolo alle regolari e continue sedute di spazzolatura e toelettatura in modo tale da non avere grossi problemi. Soprattutto raggiunta l’età adulta saranno necessarie spazzolature quotidiane, soprattutto se avete deciso che il vostro peloso dovrà gareggiare come cane da esposizione. Tuttavia anche se il vostro non sarà un cane che parteciperà a questo tipo di gare è importante che la spazzolatura sia quotidiana; la spazzolatura quotidiana vi potrebbe rubare circa 5-10 minuti al giorno, mentre quella settimanale potrebbe perfino occuparvi per un paio di ore e il cane sentirebbe non solo più fastidio, ma si innervosirebbe decisamente di più. Solo dopo aver utilizzato la spazzola, sarà possibile utilizzare il pettine, per rimuovere tutti i nodi, che devono essere necessariamente sciolti per evitare di dover tagliare il pelo. È consigliabile, dopo la spazzolatura con spazzola e pettine, l’uso di una crema ammorbidente, ovviamente adatta e testata sui cani, prima di lavare il pelo. In questo modo si eviteranno la formazione di nuovi nodi. A questo punto bisogna asciugare il pelo e si potrà infine pettinare. Il bagno potrà essere fatto anche un paio di volte al mese, ma si raccomanda la spazzolatura giornaliera. È quindi parecchio importante che ponderiate parecchio prima di acquistare un cane di questa razza; la cura del pelo è indispensabile e se non avete il tempo o la pazienza necessaria è consigliabile che non acquistiate un esemplare di questa razza, pa piuttosto che vi concentriate su un altro tipo di cane.

Allevamenti

Esistono diversi allevamenti di Lhasa Apso e questi si trovano rispettivamente in Sicilia (a Catania), in Toscana (Pisa), nel Lazio (Roma e Viterbo)

È un cane d’appartamento?

I Lhasa Apso sono perfetti cani d’appartamento anche se è necessario che facciano delle frequenti passeggiate per evitare che possano annoiarsi eccessivamente.

Curiosità

Come accennato questi pelosi possono vivere a lungo, tuttavia il record di longevità lo si deve ad uno Lhasa Apso che ha vissuto per ben 29 anni.

In più, è bene dire che i tibetani hanno molto rispetto per questi cani perché la dottrina buddista prevede un rapporto di totale comprensione con i propri cani.

La dottrina della reincarnazione, secondo la quale si sostiene il passaggio dello spirito nel corpo del cane, prevede ancora oggi che questi cani siano esonerati da ogni forma di lavoro.

Classificazione FCI – n. 227
Gruppo 9 Cani da compagnia
Sezione 5 Cani del Tibet
Standard n. 227 del 2 aprile 2004 (en)
Nome originale Lhassa Apso
Origine Cina