Tosa

Tosa
cane razza Tosa

Esemplare di Tosa

Dati generali
Etimologia Nome che deriva dalla sua città giapponese d’origine
Genitori Molossoide originario del Giappone
Presente in natura No
Longevità 10-12 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane da guardia, cane da combattimento
Taglia Grande

Il Tosa è un cane originario del Giappone, che deve il suo nome ad una città, Tosa appunto, dell’isola di Shikoku.

È ufficialmente riconosciuta dalla FCI, la federazione internazionale delle associazioni di allevatori canini. Appartiene al Gruppo 2, Cani di tipo Pinscher e Schnauzer, molossoidi e cani bovari svizzeri, alla Sezione 2, Molossidi.

La razza è famosa per essere versatile in qualunque tipo di attività: il Tosa può essere un cane da guardia, da compagnia, da protezione e da combattimento.

Scheda informativa del Tosa
Anallergico No
Per bambini Sì, con la giusta attenzione sa essere molto paziente con i bambini
Per anziani No, razza molto forte e ingestibile per gli anziani
Con altri cani Complicata la socializzazione con i suoi simili, soprattutto tra maschi
Con gatti La convivenza con loro è generalmente molto difficile
Rumoroso Abbaia poco, per intimidire eventuali intrusi basta la sua stazza
Sport Animale non troppo atletico, necessita di passeggiate quotidiane

ORIGINI STORICHE DELLA RAZZA

Il Tosa è un cane di origine giapponese, proveniente dalla città che gli dà il nome stesso, Tosa, che si trova nell’isola di Shikoku.

Inizialmente era una razza che veniva utilizzata tipicamente per i combattimenti, ai quali i giapponesi sono sempre stati fortemente legati, data l’importanza che la loro cultura ha sempre dato a questo tipo di attività.

Si può vedere ad esempio il sumo, una disciplina diffusissima in Giappone: l’idea di creare un cane come il Tosa nacque proprio dalla filosofia tipica giapponese della lotta. La razza sarebbe dovuta essere ottima per i combattimenti fra i cani svolti su veri e propri ring, al fine del divertimento e dello spasso di tanti spettatori.

Una cosa da barbari, si potrebbe pensare! Effettivamente non è mai stato molto sportivo utilizzare i cani per puri interessi speculativi e di guadagno. Nonostante l’etica, purtroppo anche al Tosa toccò questa sorta: molti “appassionati” di combattimenti infatti lo utilizzarono per questo scopo per moltissimi anni.

Comunque, si racconta che già in tempi antichissimi, il popolo giapponese, per creare il Tosa, abbia fatto incrociare esemplari autoctoni con alcuni provenienti dall’Europa, come ad esempio il San Bernardo, il Bulldog Inglese, il Bloodhound, il Bracco tedesco e altri.

La Seconda Guerra Mondiale, come successe per la maggior parte delle razze, fu devastante anche per il Tosa: rischiò più volte l’estinzione. Si tentò un vero e proprio recupero della razza e si cercò di far accoppiare i pochissimi esemplari rimasti: il Giappone non poteva permettere che una razza con i geni giapponesi andasse perduta così.

Si ottennero alcuni cani che avevano le caratteristiche simili a quelle originarie, i quali viaggiarono per tutta Europa, fino agli Stati Uniti. Fra gli anni ’60 e ’70 del Novecento fu proposto una sorta di standard, al quale però il Giappone stesso non diede il via libera perché non lo considerava abbastanza puro.

Il Giappone scelse un esemplare di razza pura di Tosa da proporre come standard nel 1982. Su solamente in questo momento, dunque, che il popolo giapponese si sentì fiero del suo cane a tal punto da richiederne l’autorizzazione: la FCI accettò la propose e lo riconobbe ufficialmente.

Nel frattempo, fra tutti i viaggi nel corso della storia, il Tosa si era addolcito ed era quasi solo utilizzato come cane da compagnia o da guardia, per la protezione della famiglia.

PREZZO

Il prezzo per un esemplare di razza pura di Tosa si aggira fra i 1300 e i 1500€.

CARATTERE

Il Tosa è un cane molto particolare, con un carattere dolce, affettuoso e molto disponibile nei confronti dell’uomo. La sua calma e tranquillità gli hanno concesso il nome di “cane che parla con lo sguardo“: questo perché è pacato e sereno, non abbai mai e non ha mai atteggiamenti aggressivi, infatti i suoi occhi parlano al posto della “bocca”.

Particolarità importantissima di questa razza: è multitasking! Il Tosa si adatta a qualsiasi situazione e sa dare il 100% di sé stesso in qualunque attività. Dunque: è ottimo come cane da guardia, da protezione, da compagnia e, purtroppo, anche da combattimento.

Ha un temperamento molto coraggioso, tenace, audace ma allo stesso tempo tranquillo e rilassato. È tenero al punto giusto, fedele e leale come pochi, energico quando c’è da svolgere lavori faticosi ma dolcissimo nell’ora delle coccole. Difficilmente si arrabbia o abbaia: se lo fa, è perché percepisce una situazione di pericolo dalla quale vuole cercare di uscire il prima possibile e nel miglior modo in cui riesce.

Può passare ore e ore a giocare con il suo amico umano e pomeriggi interi a camminare o correre insieme a lui. Allo stesso modo, ama starsene sul divano a dormire giornate intere, da solo o in compagnia.

Gli piace avere qualche momento di privacy in cui rilassarsi senza essere disturbato, infatti non ha problemi a rimanere in casa da solo troppe ore, anzi!

ADDESTRAMENTO

È molto facile da addestrare, anzi a volte non bisogna fare nemmeno troppo sforzo: impara molto velocemente e la sua indole gli impone di essere subito disponibile con l’umano e favorevole alla possibilità di collaborare con lui senza fare storie.

Dà subito retta, è pronto all’educazione e ha una prestanza fisica tale da poter affrontare qualunque tipo di sforzo atletico durante le giornate.

Se preso fin da cucciolo, stabilirà un rapporto simbiotico con il suo padroncino, che lo porterà ad essere super affidabile e protettivo. L’istinto gli suggerisce di aiutare repentinamente i suoi amici, umani o animali, nel momento di difficoltà senza paura o senza pensarci troppo.

C’è da sottolineare il fatto che ama starsene per i fatti suoi. Questo dunque lo spinge spesso a non essere troppo affettuoso con gli estranei o con animali che non conosce. Spesso preferisce rimanere nell’ombra e ignorare la situazione.

Un po’ di educazione fin da piccolo lo aiuterà a capire che non tutti quelli che non fanno parte della sua famiglia devono per forza essere una minaccia.

Se però continuerà a voler essere amico soltanto degli umani a lui più vicini, non forziamolo mai: sa trovare da solo il suo equilibrio e sa anche essere un innocuo personaggio.

CARATTERISTICHE FISICHE

Il Tosa è un cane di taglia medio-grande, con un’aspettativa di vita che si aggira intorno ai 10-12 anni.

ZAMPE

Gli arti sono molto forti e possenti. La tonicità soprattutto degli arti posteriori gli permette di avere una grande spinta e forza per essere forte e agile.

CORPO

Il corpo è robusto, con la forma di circa un rettangolo.

PESO E ALTEZZA

Il peso di un esemplare maschio di razza pura di Tosa si aggira intorno ai 50-60 kg; quello di una femmina è fra i 36-46 kg.

L’altezza al garrese di un maschio è di circa 60 cm; quella di una femmina è di circa 55 cm.

TESTA

La testa è bella grande, larga, con lineamenti marcati e molto resistente.

Le orecchie sono di media grandezza, tenute basse e a forma di triangolo, con angoli arrotondati. Gli occhi sono profondo e con uno sguardo che parla da sé.

CODA

La coda è di media lunghezza, resistente e si arriccia verso la fine.

PELO

Il pelo è tenuto abbastanza corto, è duro al tatto e molto fitto.

COLORI

I colori tipici di un Tosa sono il fulvo, il rosso, il marroncino tendente all’albicocca, le sfumature tigrate. Potrebbe verificarsi macchie bianche sul petto.

CUCCIOLI

I cuccioli di Tosa sono molto dolci e hanno la capacità di farsi amare fin da piccolini. Una buona educazione iniziale permetterà di avere degli esemplari adulti con cui trascorrere le giornate in allegria.

Tanto divertimento e altrettanta attività fisica da praticare insieme saranno all’ordine del giorno

SALUTE

Il Tosa è un cane molto robusto e resistente, tanto che gode di una salute abbastanza di ferro. Non sono riscontrate malattie tipiche che si verificano spesso per questa razza.

INDICAZIONE SULL’ALIMENTAZIONE

Il Tosa non è un cane che ha grosse esigenze a livello di alimentazione, data anche la sua stazza abbastanza robusta e resistente.

Ciò che conta è presentargli sempre un’alimentazione corretta e di ottima qualità, per fare in modo che abbia le giuste sostanze nutritive necessarie al fabbisogno di ogni giornata.

TOELETTATURA

Il pelo del Tosa è tenuto abbastanza corto e questo implica che non ha grosse necessità a livello di cura del manto, al di là di quelle utili per la buona pulizia di ogni cane.

Il bagno può essere fatto una volta al mese, ma all’occorrenza può essere lavato più spesso per mantenere igienizzato e pulito il manto.

ALLEVAMENTI

C’è un solo allevamento riconosciuto dall’ENCI in Italia e si trova in Lombardia, nei pressi di Milano.

È UN CANE D’APPARTAMENTO?

Il Tosa è assolutamente un cane d’appartamento: come già accennato, è molto disponibile nei confronti dell’uomo!

Sa essere sia un grande pantofolaio, sia un ottimo compagno di corse, trekking o passeggiate varie.

CURIOSITÀ

Il nome originario e completo in realtà è Tosa Inu, che in lingua giapponese significa letteralmente “cane della città di Tosa”.

Tutto ciò dimostra quanto i giapponesi siano un popolo fortemente attaccato al senso di identità nazionale e sempre intenti voler specificare le origini di qualcosa che è tipico della loro cultura.

Classificazione FCI – n. 260
Gruppo 2 Cani di tipo Pinscher e Schnauzer, molossoidi e cani bovari svizzeri
Sezione 2 Molossoidi
Standard n. 260 del 9 dicembre 1997
Nome originale Tosa Inu
Tipo Dogue
Origine Giappone