Cisti iridocillari del cane: cosa c’è da sapere?

Ecco cosa sono le cisti iridocillari del cane; Fido può essere soggetto a malattie e a fastidi che devono essere necessariamente trattati

occhio cane

La salute dei pelosi deve essere responsabilità dei padroni, che devono mobilitarsi anche nei casi di cisti iridocillari del cane.

Cosa sono queste cisti, dove si collocano e cosa è necessario fare per eliminarle; il peloso con questa problematicità necessita di essere controllato e curato, affinché la sua qualità di vita non venga intaccata.

Cisti iridocillari del cane: cosa c'è da sapere?

Cosa sono le cisti iridocillari?

Per cisti iridocillari del cane si intendono delle cisti dell’iride, dette anche cisti uveali, spesso di natura benigna e non richiedono, normalmente, alcun trattamento. Tuttavia possono esserci alcune cisti che sono talmente grandi, che possono provocare dei fastidi alla vista del cane e dei problemi funzionali all’occhio.

Le cisti possono essere di due tipologie:

  • Congenite, causate da un’anomalia che sorge durante lo sviluppo oculare e i cani con questo fastidio, nascono già con delle cisti negli occhi
  • Acquisite, causate da un trauma all’occhio o da una condizione di infiammazione agli strati dell’occhio, che prende il nome di “uveite” e in questo caso, la causa non è ancora nota.

Cisti iridocillari del cane: cosa c'è da sapere?I cani più soggetti a queste cisti sono i Terrier di Boston, i Golden Retriever e i Labrador Retriever; nei Golden, nello specifico, è possibile constatare una sindrome di uveite pigmentaria e cisti iridocillari. Le cisti inoltre sono state associate anche all’insorgenza del glaucoma, soprattutto nei Golden.

Sintomi

È possibile riscontrare la presenza di queste cisti in uno o in entrambi gli occhi; queste possono essere pigmentate o semi trasparenti e possono essere di forma sferica o ovoidale.

Cisti iridocillari del cane: cosa c'è da sapere?

Le dimensioni possono variare ed è, per questo, possibile riscontrare cisti notevolmente piccole e cisti decisamente grandi; infatti, nella maggior parte dei casi, ci si accorge della presenza delle cisti, solo dopo che queste hanno raggiunto una dimensione significativa.

Diagnosi e trattamento

Le cisti iridocillari del cane vengono diagnosticate soltanto con un esame oculare approfondito, che deve essere effettuato dal veterinario. Per quanto riguarda il trattamento, nella maggior parte dei casi, non è necessario alcun trattamento. Il glaucoma inoltre può essere considerato una complicazione causata dalla presenza di queste.

Cisti iridocillari del cane: cosa c'è da sapere?

Infatti se è presente un caso di uveite o glaucoma, risulta necessario un trattamento approfondito che deve essere deciso dal veterinario, dopo una visita approfondita. In alcuni casi, risulta necessario sottoporre il cane ad un intervento con il laser, per la rimozione delle cisti che risultano essere particolarmente grandi e che possono quindi intaccare la funzionalità oculare.

Conclusione

In definitiva ecco cosa sono le cisti iridocillari del cane e come devono essere trattate efficacemente. Fortunatamente queste cisti, nella maggior parte dei casi, non arrecano nessun danno alla salute del peloso, tuttavia in rari casi, può essere necessario riuscire a trattare tale fastidio.

Cisti iridocillari del cane: cosa c'è da sapere?

La salute del cane dipende anche dalle attenzioni che gli riserva il padrone e dalla tempestività, con cui trattate le problematiche, che potrebbe evitare l’insorgenza di eventuali e pericolose complicazioni. Per qualsiasi altra informazione è comunque necessario ricorrere all’aiuto del veterinario; questi infatti, dopo approfondite visite, determinerà la problematicità di cui è affetto il vostro peloso e cercherà di trovare una soluzione, in tempi rapidi.

Prodotti Consigliati dal nostro Team: