Cuccioli di San Bernardo come sceglierli? Tutti i consigli migliori e le dritte

Cuccioli di San Bernardo come sceglierli: tutti i consigli utili

cuccioli di San Bernardo come sceglierli

Vi siete innamorati del cane di montagna più bello di sempre? Possiamo capirvi, è successo anche a noi. Ma se non potete fare a meno di adottarne uno, ricordatevi di fare attenzione a cuccioli di San Bernardo come sceglierli. In questo caso, non si tratta di prendere il cucciolo più simpatico o quello che per primo vi viene incontro, quanto piuttosto di scegliere un esemplare anche sulla base del suo sviluppo futuro. Un dettaglio che può sfuggire se non si è esperti cinofili. Proprio per questo rivolgersi ad un allevatore che conosce bene il suo lavoro e lo pratica con passione può esservi utile. Soprattutto, non ci sarà nessuno che conosce il cucciolo meglio di lui, avendo allevato in precedenza anche i genitori. Come sapete, infatti, molte delle caratteristiche psicofisiche di un cane vengono ereditate, per cui sapere come sono la mamma e il papà del piccolo può aiutarvi nella scelta. Ecco allora tutti i nostri consigli utili per portare a casa il cucciolo di San Bernardo perfetto per voi.

Come scegliere un cucciolo di razza

Quando si sceglie un cucciolo di San Bernardo, è molto importante assicurarsi che sia un esemplare di razza pura, onde evitare che il vostro cane possa avere problemi di salute dovuti ad un incrocio od altro. Diventa allora di fondamentale importanza conoscere la genealogia e la provenienza del cucciolo, rivolgendosi ad allevatori qualificati. A tal proposito, il nostro suggerimento è quello di rivolgersi direttamente ad un allevamento piuttosto che ad un negozio di animali. Spesso vengono messi in vendita cuccioli provenienti dall’estero e non allevati totalmente in Italia, sotto l’occhio vigile di esperti, e questo può risultare deleterio per la vita del cane. Soprattutto, il commercio di cani dall’Est Europeo porta qui cuccioli costretti a vivere in pessime condizioni igienico-sanitarie, e separati troppo presto dalla mamma. Tutto questo si traduce in problemi sia fisici sia psicologici per il piccolo, che andranno seguiti con estrema cura ed attenzione. Siamo abbastanza certi che il vostro intento sia quello di adottare un cane in buona salute, senza alcuna patologia. E l’allevatore è spesso garanzia di questo.

Cuccioli di San Bernardo come sceglierli? Tutti i consigli migliori e le dritte

Rivolgersi ad un allevamento: tutte le dritte

Rispondere alla domanda “cuccioli di San Bernardo come sceglierli?” potrebbe essere facile. Basterebbe dire di rivolgersi ad un allevatore. Ma neppure questo è facile, soprattutto se avete deciso di adottare un cane per la prima volta. Come fare allora per scegliere l’allevamento giusto? E quali sono le caratteristiche tipiche di un buon allevatore? Anzitutto, tenete in considerazione che l’ENCI riconosce una serie di strutture come ufficiali, per cui fareste bene a verificare se la persona a cui vi state rivolgendo è inserita tra queste o meno. Considerate poi che un buon allevatore studia i caratteri genetici e il temperamento dei cani selezionati, al fine di poter avere esemplari che si avvicinino quanto più possibile allo standard di razza. Ma non solo. Un buon allevamento ha premura di tenere i piccoli quanto più possibile vicini alla madre, così da garantirgli una crescita serena. E si occupa poi di vaccini e sverminature, così da permettervi di adottare un cane in perfetta salute.

Non basta un buon allevatore per scegliere al meglio un cucciolo di San Bernardo. Una volta che avete selezionato un allevamento e vi siete recati sul posto, ricordatevi di informarvi sulla sua attività. In particolare, se avete deciso di adottare un San Bernardo, chiedete all’allevatore se i genitori del piccolo sono stati sottoposti ad esami radiografici ad anca e gomito. La displasia dell’anca e del gomito sono alcune delle patologie più frequenti nella razza, per cui è importante che sappiate se il vostro amico a quattro zampe ha un’elevata probabilità di sviluppare o meno questo problema. In generale, chiedete sempre se i cani dell’allevamento hanno patologie genetiche o meno, così da poter scegliere un esemplare che non dovrà combattere con problemi di salute più o meno gravi. Questa è una scelta importante soprattutto ai fini della qualità di vita del vostro cane. Siamo abbastanza convinti che vogliate regalargli un’esistenza serena. E tutto comincia da qui.

Cuccioli di San Bernardo come sceglierli? Tutti i consigli migliori e le dritte

Cuccioli di San Bernardo come sceglierli: maschio o femmina?

Può sembrare strano, eppure scegliere il sesso del cucciolo è tanto importante quanto scegliere il giusto allevatore. Come ben sapete, il genere influisce moltissimo sul comportamento del cane. E questo è un dettaglio molto importante quando si parla di taglie grandi come il San Bernardo. Prima di decidere, è importante capire quali sono le differenze caratteriali tra un sesso e l’altro. In linea di massima, un cucciolo maschio ha una personalità più forte e spesso si ritrova a dimostrare le proprie opinioni con irruenza. È un cane che, quando vuole, sa farsi sentire. E a suo modo. Viceversa, la femmina tende ad essere più pacata, e quindi meglio predisposta a seguire gli ordini impartiti dal padrone.

In entrambi i casi, il cucciolo apprezza la compagnia dei membri della sua famiglia. Ma il maschio ama anche ritagliarsi degli spazi in cui può rimanersene in totale solitudine. La femmina ha invece bisogno di partecipare alla vita familiare: si dimostra presente in qualunque occasione ed ama essere coccolata quando ne ha bisogno. Sulla base di queste caratteristiche, immaginiamo che sia abbastanza semplice scegliere il sesso del vostro cucciolo. In ogni caso, vi consigliamo di parlarne con l’allevatore, spiegandogli quali sono le vostre esigenze e lasciandovi indirizzare nella scelta del cane perfetto per voi.

È il cane giusto?

Questa è una domanda che dovete assolutamente farvi, ancora prima di individuare un allevamento, visitarlo e conoscere un cucciolo. Prima di adottare un San Bernardo, è bene che teniate in considerazione cosa significhi davvero. Non si tratta affatto di un cane di piccola taglia, e sappiamo bene che ha esigenze particolari, a partire dallo spazio in cui vive e dall’alimentazione. Quindi, prima ancora di chiedervi cuccioli di San Bernardo come sceglierli, chiedetevi se è davvero il cane giusto per voi. Apprezzare una razza non significa obbligatoriamente rendere felice il vostro amico a quattro zampe. Ma se la risposta a questa domanda è “sì”, già sapete come muovervi per avere il cucciolo che tanto desiderate.