Cucciolo di cane ansima molto: cosa può significare e come aiutarlo

Il vostro cucciolo di cane ansima molto? Ecco cause e rimedi di un problema che affligge spesso i nostri amici a quattro zampe.

cucciolo di cane ansima molto

Il vostro cucciolo di cane ansima molto e non riuscite a capirne la ragione? Vi state preoccupando e non sapete come intervenire per placarlo? Non preoccupatevi perché qui vi forniremo alcune nozioni utili per capire perché il vostro amico a quattro zampe ha un respiro tanto irregolare. Anzitutto, è importante specificare che in gergo si utilizza il termine tachipnea per descrivere la respirazione veloce – ossia il cane che ansima, per intenderci – e distinguerla dalla dispnea, che identifica un vero e proprio problema respiratorio.

Ci sembra una distinzione molto importante da fare, soprattutto considerando che l’ansimare non è altro che un respirare veloce del cane con la bocca aperta. Chiarito questo, è bene dire che un cucciolo di cane può ansimare per motivazioni piuttosto diverse tra loro, alcune dipendenti da situazioni esterne al piccolo e altre invece di carattere più prettamente fisiologico. Prima ancora di capire come aiutare il vostro amico a quattro zampe quando si trova in una situazione di questo tipo, cerchiamo di capire perché il cucciolo ansima.

Perché il cucciolo di cane ansima?

Come anticipato, le motivazioni per cui un cucciolo ansima sono tante e diverse tra loro. Spesso, infatti, si tratta di una reazione dell’animale ad una situazione esterna. Tra le prime cause, infatti, c’è da menzionare uno stato di ansia del cane. Una situazione spiacevole, oppure un evento che viene percepito come pericoloso, può innescare nel vostro amico a quattro zampe uno stato di agitazione emotiva. Vi sarà capitato di vedere un cane ansimare nella sala d’attesa di un veterinario, oppure di vederlo con la lingua di fuori durante i fuochi d’artificio a Capodanno. In entrambi i casi, si tratta di una reazione ad un pericolo che percepiscono come imminente. Se il vostro cucciolo di cane ansima molto, cercate allora di capire se lo avete messo in una situazione di forte stress. Questo potrebbe anche aiutarvi a trovare la giusta soluzione per placarlo.

Cucciolo di cane ansima molto: cosa può significare e come aiutarlo

Al di là dell’ansia, una delle cause più comuni dell’ansimare di un cucciolo è il caldo. Quando le temperature si fanno molto alte, o quando il cane è eccessivamente stanco per via dell’attività fisica, tende a rinfrescarsi e rimanere nei giusti limiti della temperatura corporea ansimando. Se così non facesse, rischierebbe di andare incontro ad un collasso o uno svenimento. Se siete già proprietari di un cane, oppure se avete amici che ne possiedono uno, vi sarà certamente capitato di vedere che in estate tende a sdraiarsi respirando velocemente e tenendo la lingua di fuori. Nulla di preoccupante. Sta solo cercando di sconfiggere l’afa.

E se questa è una motivazione piuttosto ovvia, forse lo è meno quella che vi stiamo per svelare. Spesso un cucciolo di cane comincia ad ansimare per la gioia. Se lo avete lasciato solo e siete tornati a casa dopo qualche ora, è molto probabile che troverete il piccolo ad aspettarvi per fare le feste e giocare con voi. Questo stato di felicità si traduce, nel nostro amico a quattro zampe, in eccitazione. Vale a dire uno stato di agitazione che lo porta ad ansimare. Ancora una volta, nulla di preoccupante, anzi.

Cucciolo di cane che ansima molto, il sintomo di una patologia più grave

Vi abbiamo detto che spesso il cane tende ad ansimare per motivi non troppo preoccupanti. Ma in alcuni casi la respirazione affannosa può rivelarsi il sintomo di una patologia. È bene allora riuscire a distinguere perché il cucciolo ansima, così da poterlo poi aiutare di conseguenza (anche rivolgendosi ad un veterinario, laddove necessario). C’è da considerare che molti cani tendono ad ansimare per via di problemi d’asma oppure per via della sindrome brachicefalica. In quest’ultimo caso, è proprio l’anatomia dell’animale a rendergli la respirazione difficile, motivo per cui bulldog e molossoidi vanno spesso controllati nel corso delle stagioni più calde. Un surriscaldamento eccessivo del cucciolo può risultargli fatale. Anche un cane che soffre di asma va costantemente monitorato, perché questo può essere un problema grave nel caso in cui il vostro amico a quattro zampe venga sottoposto a sforzi eccessivi per la sua salute.

Cucciolo di cane ansima molto: cosa può significare e come aiutarlo

Anche l’obesità può essere una delle cause di un cucciolo che ansima molto. Se avete esagerato con crocchette e snack, è molto probabile che il piccolo abbia un peso superiore alla media. E questo si farà chiaramente risentire sulla salute del vostro amico a quattro zampe. Oltre che sulla sua respirazione. Se notate che il vostro cane ansima molto, è probabile che abbia problemi di stomaco.

La nausea, infatti, può comportare anche problemi di respirazione. Generalmente gli animali tendono ad evitare di fare un respiro profondo quando si sentono lo stomaco in subbuglio, perché questo potrebbe scatenargli episodi di vomito. Cercano allora di respirare velocemente per placare questo problema. Se vedete il vostro cucciolo ansimare per la prima volta, e senza una causa esterna che possa aver innescato questa situazione, allora è probabile che abbia problemi di nausea. Potrebbe aver mangiato qualcosa che non va, il che non è poi così rari nei cani di pochi mesi.

Infine, è chiaro che l’ansimare possa essere il sintomo di una patologia respiratoria più grave. Ma non solo. Spesso alcune patologie del cuore o di altri organi interni possono causare una respirazione affannosa. In questi casi, però, il cucciolo che ansima presenta anche sintomi ben più preoccupanti: perdita di peso, affaticamento, episodi frequenti di vomito o diarrea sono solo alcuni dei campanelli di allarme che vi faranno capire che è il caso di portare il vostro piccolo dal veterinario.

Come aiutare un cucciolo di cane che ansima?

La domanda da porci è: cosa fare quando un cucciolo di cane ansima molto? E come intervenire per non farsi prendere dal panico? Anzitutto, come sapranno bene i padroni di bulldog e carlini che ci stanno leggendo, è importante non farsi prendere dal panico e capire perché il cucciolo sta respirando male. Se avete da poco adottato un cane con sindrome brachicefalica, allora è più probabile che il piccolo abbia una respirazione affannosa, soprattutto se gioca molto e tende ad agitarsi. In ogni caso, prima di tutto cercate di capire da cosa dipende la sua respirazione veloce. È dovuto ad un fattore esterno, come il caldo afoso? Allora non dovrete far altro che lasciare che il cucciolo lentamente si riprenda – o si raffreddi, che dir si voglia – e torni alla sua normale temperatura corporea.

Cucciolo di cane ansima molto: cosa può significare e come aiutarlo

Se invece vi rendete conto che il vostro amico a quattro zampe comincia a respirare male perché preso da uno stato di ansia o di agitazione, allora sta a voi cercare di capire da cosa dipende e poi placarlo. Dovrete essere molto pazienti, fare in modo che il cucciolo rimanga calmo (per quanto possibile) e cercare di eliminare l’elemento che il vostro cane identifica come pericoloso. Se avete imparato a conoscere il vostro piccolo, non vi sarà affatto difficile farlo, soprattutto se avete instaurato con lui un rapporto di empatia e complicità. Dovete essere voi a tranquillizzare il piccolo e vedrete che lentamente la sua respirazione diventerà sempre più normale. E quando tutto sarà passato, è importante che cerchiate di evitare che il cane possa nuovamente trovarsi nella medesima situazione.

Quando portare il cucciolo dal veterinario?

È possibile, però, che da soli non riusciate affatto a placare il vostro cucciolo. Questo accade nei casi più gravi, quando la respirazione si fa sempre più veloce e il piccolo non riesce affatto a tranquillizzarsi. In questo caso, possono insorgere anche altri sintomi che vi lasciano intendere che il cane sta affrontando una vera e propria crisi respiratoria: tosse, gengive blu, affaticamento e molto altro ancora. In questo caso, è bene che portiate immediatamente il piccolo da un veterinario, affinché questo possa intervenire per riuscire a riportare la respirazione nei livelli normali. E salvare la vita del cane.

Inoltre, come abbiamo già anticipato, è probabile che un cucciolo ansima per via di altre particolari patologie a carico di polmoni, cuori o altri organi. In questo caso, il cane tenderà ad ansimare piuttosto frequentemente (e non in un singolo episodio legato ad una condizione specifica) e a presentare anche una serie di altri sintomi. Inutile dirvi che dovrete portare il piccolo dal veterinario per fare analisi accurate e ricerche specifiche. Laddove il cane presenti un grave problema fisico, è importante che voi lo sappiate per intervenire nel modo più corretto. Potrebbe aver bisogno di un intervento chirurgico, di una cura o di chissà cos’altro. Ma di qualunque cosa si tratti, voi dovete saperlo. Soprattutto perché questo può incidere molto sulla qualità di vita del vostro amico a quattro zampe.

Questi sono tutti i nostri consigli utili per risolvere la problematica di un cucciolo di cane che ansima molto. In ogni caso, ricordatevi sempre di analizzare la situazione a mente lucida, perché questo vi permetterà davvero di capire la gravità della condizione del piccolo.  E, ricordatevi, se non potete intervenire da soli dovete obbligatoriamente rivolgervi ad un esperto. Un problema di respirazione non può essere sottovalutabile in alcun modo. Fateci attenzione e vedrete che il vostro amico a quattro zampe ve ne sarà grato.