Il cucciolo di cane è stato morso: cosa bisogna fare per aiutarlo

Ecco cosa fare e come comportarsi se il cucciolo di cane è stato morso; riuscire a comportarsi correttamente potrà fare la differenza

cane che abbaia

Quando si prende un peloso è importante prestare la massima attenzione, ecco perché è necessario capire cosa fare se il cucciolo di cane è stato morso.

È necessario riuscire ad intervenire velocemente e in maniera efficace per cercare di riuscire a guarire il peloso in tempi rapidi e per evitare che la situazione possa essere del tutto compromessa.

Il cucciolo di cane è stato morso: cosa bisogna fare per aiutarlo

Cosa fare nell’immediato

Se il cucciolo di cane è stato morso è importante capire cosa è necessario fare nell’immediato; intanto però bisogna precisare che è particolarmente raro che cane morda un altro cucciolo di cane, ma se ciò dovesse accadere è necessario cercare di correre ai ripari, prima di raggiungere il veterinario. i morsi dei cani possono comportare. Il rischio maggiore che può avvenire durante un attacco è quello di incombere nelle infezioni che le ferite da morso posso comportare.

Il cucciolo di cane è stato morso: cosa bisogna fare per aiutarlo

Nell’immediato quindi per evitare che ciò possa avvenire è necessario pulire in maniera molto accurata la ferita e applicare delle garze sterili; le garze servono per evitare che possano annidarsi dei batteri e germi che infettano la ferita. Tuttavia durante questa fase è necessario prestare particolare attenzione alle reazioni del peloso; il dolore infatti provocare una reazione aggressiva nel cane, che inavvertitamente potrebbe perfino mordervi. Una volta fatto questo è di necessaria importanza portare in tempi molto brevi il cane dal veterinario, che deciderà come meglio comportarsi, solo dopo aver visitato il cucciolo e compreso l’entità della ferita.

Trauma del morso

Nel caso in cui un cucciolo di cane è stato morso è possibile che questo resti traumatizzato e che la paura possa impossessarsi del cucciolo. Il trauma in un cucciolo soprattutto non è sempre semplice da gestire ma con pazienza e calma è possibile riuscire ad innestare nel cane nuova fiducia verso i suoi consimili.

Tuttavia alcuni fattori o variabili possono determinare più o meno la gravità del trauma stesso. Ad esempio, più l’aggressione risulta dolorosa o se questa ha comportato l’insorgenza di ferite parecchio profonde, risulta parecchio più complicato per il cane riuscire a superare con facilità il ricordo del trauma subito. Inoltre l’età del cane è indispensabile per il superamento del trauma stesso: un cane molto piccolo o un cane anziano sono soggetti che riescono a dimenticare con molta più difficoltà di un cane adulto.

Il cucciolo di cane è stato morso: cosa bisogna fare per aiutarlo

È bene però sottolineare che risulta parecchio raro assistere all’aggressione di un cucciolo da parte di un altro cane, ma purtroppo non è impossibile. Un ultimo fattore che potrebbe precludere la possibilità di superare il trauma con facilità è la frequenza stessa delle aggressioni; un cane che ha subito diverse aggressioni ha un trauma più profondo di un cane che ha subito una sola aggressione e il trauma stesso, in questo caso, sarà particolarmente difficile da cancellare dalla psiche del cucciolo.

La colpa del morso è del padrone?

Riuscire a capire perché il cucciolo di cane è stato morso è fondamentale per evitare che questo possa avvenire di nuovo. È possibile che la colpa dell’aggressione sia del padrone del cane leso; i proprietari infatti devono prestare particolare attenzione ai cani che incontra. Se un padrone quindi decide di accarezzare un cane che mostra i primi segni di aggressività, è normale che il cane aggressivo tenderà a diventare violento e ad attaccare chi gli si presenta davanti.

Il cucciolo di cane è stato morso: cosa bisogna fare per aiutarlo

Quando ciò avviene è perché i padroni dei cani non comprendono che tutti i cani non hanno per forza la necessità di conoscersi; come le persone anche i cani possono provare antipatia o simpatia per un proprio simile. Spetta quindi ai rispettivi cani decidere se vale la pena conoscersi o scontrarsi. La comunicazione canina e la conoscenza del proprio cane vi permetterà di comprendere quali sono i segni di aggressività e quali sono invece i segnali che denotano una volontà di conoscere l’altro cane.

Non fare degenerare una lite

Per evitare che un litigio possa degenerare in una rissa è necessario prestare particolare attenzione ai segnali che i cani mandano. Inoltre come già accennato le azioni e le reazioni dei proprietari possono indirizzare un litigio verso la rissa o meno. Nel caso quindi di un litigio tra cani è necessario non agitarsi, non urlare e non gridare nei confronti dell’altro cane; in caso contrario aumenterete l’agitazione e la tensione e rischierete che la tensione si trasformi in aggressione. Se il litigio è caratterizzato da una serie di ringhi, senza la volontà di aggredire è importante restare calmi e dividere i cani, soprattutto se l’altro cane non è un randagio. Il supporto quindi dell’altro proprietario in questo caso è indispensabile per riuscire ad evitare il peggio.

Come comportarsi dopo un’aggressione

Nel caso in cui il cucciolo di cane è stato morso è importante capire come comportarsi dopo l’esperienza traumatica. È importante che il padrone non abbia paura e non mostri troppa apprensione nei confronti degli altri cani; non tutti i cani sono aggressivi o tendono ad attaccare. Per tale motivo mostrare paura nei confronti di tutti i cani è controproducente sia per voi che per il vostro cane, che potrebbe mostrare segni di una scorretta socializzazione.

Il cucciolo di cane è stato morso: cosa bisogna fare per aiutarlo

Soprattutto se si tratta di cani di taglia piccola è necessario riuscire a migliorare e a ripristinare correttamente l’approccio tra il vostro e gli altri cani; per fare ciò è necessario avallarsi dell’aiuto di snack premio o biscotti per cani, in grado di migliorare il rinforzo positivo del cane. Non sarà semplice riuscire a fare avvicinare il proprio cane agli altri ed è necessario non forzare il cane ad incontrare altri suoi simili; mantenete quindi la distanza che il vostro cane decide di mantenere e avvicinatevi agli altri cani; questo però solo se il vostro cane decide di farlo. Impedirgli di avvicinarsi non farà altro che peggiorare la loro paura.

Conclusione

In definitiva, se il cucciolo di cane è stato morso è importante che prendiate le giuste decisioni per evitare che il cane possa peggiorare e che il trauma possa invalidare in maniera definitiva la psiche del cane. Innanzitutto in caso di aggressione, la prima cosa da fare è correre immediatamente dal veterinario il quale cercherà di capire l’entità del trauma; una volta analizzato il morso o eventuali altre ferite, il veterinario deciderà come intervenire.

Con molta probabilità però è possibile affermare che il medico prescriverà degli antibiotici per evitare l’insorgenza di infezioni, che possono compromettere irrimediabilmente la salute del peloso. Una volta che il cucciolo si è stabilizzato sarà necessario riuscire a fargli riprendere i giusti contatti con gli altri cani; se ciò non dovesse accadere, è consigliabile chiedere il parere di un comportamentista.

Il cucciolo di cane è stato morso: cosa bisogna fare per aiutarlo

Questi cercherà di fare riprendere ala corretta socializzazione al vostro peloso, grazie all’ausilio e al supporto degli altri cani presenti all’interno della struttura. Per qualsiasi altra informazione o dubbio in merito è necessario chiedere il parere degli esperti, che vi indicheranno pure i comportamenti da eseguire e da adottare per evitare che possa presentarsi una situazione così spiacevole. Una piccola precisazione da fare e che risulta davvero importante riguarda l’informazione; i cani maschi non castrati e che hanno superato i due anni di età tendono a non d’accordo con gli altri cani maschi.

Alla luce di ciò, per evitare inutili aggressioni, è importante chiedere all’altro padrone il sesso e l’età del proprio cane e allontanarsi con molta calma, qualora fosse un maschio con più di due anni. La salute del vostro cane, sia quella fisica che mentale dipendono esclusivamente da voi e da come vi rapportate nei confronti degli altri cani e delle altre persone.