Cucciolo di cane fa gli agguati: perchè lo fa e come farlo smettere

Perché il cucciolo di cane fa gli agguati, quali motivazioni si celano dietro questo comportamento e cosa fare per farlo smettere

Prendere un cane è sempre un’esperienza entusiasmante, tuttavia è possibile che un cucciolo di cane fa gli agguati. Riuscire a riconoscere e comprendere i comportamenti dei cani è indispensabile per riuscire a vivere in serenità e armonia.

Avere inoltre un cane è comunque un’esperienza del tutto positiva, ma è necessario riuscire a trovare un equilibrio caratteriale per evitare l’insorgenza di eventuali problemi.

Cucciolo di cane fa gli agguati: perchè lo fa e come farlo smettere

Origini del comportamento canino

Quando si parla di comportamento canino è importante tener sempre presente che, indipendentemente dalla razza, tutti i cani discendono dai lupi. Per tale ragione è normale non riuscire a comprendere tutti i comportamenti; per questo è necessario attuare una conoscenza approfondita del cane che avete deciso di adottare. I lupi e di conseguenza anche i cani sono sempre stati abituati, per natura, a vivere all’interno di un branco; questo comporta l’insorgenza di alcuni comportamenti fini a difendere se stessi e gli altri membri del gruppo.

Il periodo più importante per un corretto sviluppo

Se il cucciolo di cane fa gli agguati è importante riuscire a correggere tale comportamento; i primissimi mesi di vita, i primi tre nello specifico, sono quelli più importanti. In questo periodo infatti i cuccioli devono imparare quali sono i comportamenti corretti e quelli che non lo sono.

Cucciolo di cane fa gli agguati: perchè lo fa e come farlo smettere

Sbagliare approccio con il cane, in questo periodo, può compromettere e inficiare anche irrimediabilmente l’assunzione di comportamenti corretti, in favore di comportamenti del tutto errati. Lo sviluppo comportamentale è costituito da tappe a approcci ben specifici; ogni approccio inoltre varia in base all’età del cane ed è proprio in base all’età che cambiano sia le caratteristiche fisiche che quelle mentali e quindi comportamenti. Stimolare quindi efficacemente i cuccioli permetterà ai cuccioli stessi di comprendere quali sono i giusti comportamenti e quelli che sono errati.

Dalla quarta alla dodicesima settimana

È proprio in questa fase che comincia il periodo di socializzazione canino che comincia già all’interno della cucciolata; madre e fratelli sono quindi indispensabili in questa fase. I cani infatti giocano insieme e insieme iniziano a capire come giocare, quanta forza dosare e quanto deve durare il gioco.

Inoltre la madre tende ad intervenire ogni volta che i propri cuccioli esagerano con l’intensità del gioco; i cuccioli grazie alla madre imparano anche il significato del ringhio e impareranno anche l’importanza della gerarchia famigliare e quindi del branco. Calma e controllo di sé e delle proprie azioni dipendono anche dagli insegnamenti materni; la madre infatti gestisce la vitalità dei cuccioli che possono essere perfino abbastanza difficili da controllare.

Cucciolo di cane fa gli agguati: perchè lo fa e come farlo smettere

La gestione del comportamento inoltre in questa fase risulta indispensabile proprio perché anche i fratelli in questo periodo risultano indispensabili per un corretto sviluppo. Il gioco in questo periodo è fondamentale; i cuccioli imparano la monta, l’uso della coda e come fare gli agguati; ed è proprio in questo periodo che il cucciolo di cane fa gli agguati, che devono essere necessariamente controllati per evitare che tali episodi possano aumentare sia di frequenza che di intensità.

Rapporto con altri cani e con i bambini

Anche la socializzazione con altri cani al di fuori del branco risulta indispensabile; tra le tre e le cinque settimane di vita è importante che il cucciolo impari a conoscere altre realtà canine. Ovviamente anche la socializzazione e l’approccio con gli altri cani sono soggetti ad una serie di variabili; queste variabili inoltre dipendono e variano da diversi fattori, tra cui carattere del cane e razza canina.

La socializzazione inoltre può comportare più problemi se avviene tra cuccioli di razze diverse; un cane di piccola taglia non ha lo stesso modo di giocare o di interagire di un cane di taglia gigante. Inoltre è bene specificare che in questo periodo il cane necessita immancabilmente di imparare a conoscere i bambini; se ciò non avviene è normale che il cane si confonda e che non consideri il bambino come una persona.

Cucciolo di cane fa gli agguati: perchè lo fa e come farlo smettere

Questa confusione può quindi fare scaturire al cane delle reazioni sconsiderate; in questo caso infatti è possibile che un cucciolo di cane fa gli agguati ad un eventuale bambino, rischio che può compromettere la salute del piccolo umano, soprattutto se il cane è di taglia grande. Ciò non significa che il cane sia necessariamente aggressivo, ma significa che può fare del male involontariamente al bambino.

Riconoscere il cane che si prepara a fare un agguato

Se il cucciolo di cane fa gli agguati, ci sono alcuni segnali che il cane manda quando decide di attuare questo tipo di comportamento. Il cane quando si prepara a fare un agguato tende a proteggersi in avanti e abbassando leggermente il corpo. In questo modo il cane si prepara ad effettuare uno scatto verso l’avanti, mantenendo le orecchie verso il basso; il cane guarda fisso la preda scelta, che sia animale o persona e men che non si dica fa un balzo verso la preda.

Cucciolo di cane fa gli agguati: perchè lo fa e come farlo smettere

Tendenzialmente il cane attua questo comportamento con il proprio padrone quando tende a giocare; esistono molti cane che si comportano così per fare capire ai rispettivi padroni l’intenzione di giocare. Certamente può essere difficile gestire un balzo in avanti, soprattutto se inaspettato, se il cane è di grossa taglia. La gestione del peso e della forza canina può essere un problema soprattutto se non si è abituati ad avere cani di tale stazza.

Noia?

Se il cucciolo di cane fa gli agguati è possibile che tale atteggiamento sia in dipendenza con il sentimento della noia; i cuccioli soprattutto tendono a giocare spesso, soprattutto con il proprio padrone e con gli altri cani. Quando ciò non avviene è possibile che il cane si senta trascurato; è proprio la trascuratezza il sentimento che spinge i cani a comportarsi in determinate maniere piuttosto che in altre. Se vi doveste rendere conto che il cane si comporta spesso in questo modo e se vi rendete conto che probabilmente la colpa è la noia, è necessario intervenire. Ciò significa che è indispensabile riuscire a passare più tempo con il proprio peloso e farlo giocare insieme a voi.

Cosa fare

Se il cucciolo di cane fa gli agguati è importante riuscire a bloccare questo comportamento, soprattutto se il vostro è un cane di taglia grande. Quando sono cuccioli risulta facile gestire tale comportamento, ma una volta che il cane cresce e raggiunge la stazza corretta, la gestione può risultare parecchio complicato; bloccare quindi questo comportamento da cuccioli può prevenire una serie di problemi che poi sarebbe parecchio difficile riuscire a sistemare con l’avanzare dell’età. Insegnare i comandi base per cani può essere utile per riuscire a bloccare il susseguirsi di tali comportamenti fastidiosi. È importante però che gli insegnamenti siano impartiti sin da subito per evitare che l’addestramento diventi complicato da attuare.

Comportamentista?

Se il cucciolo di cane fa gli agguati e non riuscite a farlo smettere è necessario cercare di riuscire a farlo smettere. Nel caso in cui non riusciste da soli, è consigliabile chiedere aiuto ad un comportamentista o ad un addestratore; questi cercherà di comprendere l’origine di tale comportamento e cercherà di studiare il rapporto tra voi e il cane. Una volta comprese le motivazioni che spingono il cucciolo di cane a fare gli agguati e ad attuare un comportamento scorretto, cercherà di attuare una nuova opera di socializzazione.

Cucciolo di cane fa gli agguati: perchè lo fa e come farlo smettere

Il comportamentista farà eseguire degli esercizi a voi e al cucciolo di cane in modo tale da insegnare sia a voi che al cucciolo come ci si deve comportare. È necessario insegnare al cane i giusti atteggiamenti, proprio per evitare che il cane assuma tali comportamenti, soprattutto in presenza di estranei; quest’ultimi infatti non conoscendo le intenzioni del peloso possono reagire in maniera errata, innescando nel cane anche comportamenti che possono risultare aggressivi.

Conclusione

In definitiva se il cucciolo di cane fa gli agguati è importante riuscire a comprendere le motivazioni che si nascondono dietro tale comportamento. Per qualsiasi altra informazione o dubbio in merito è necessario chiedere il parere degli esperti; in primo luogo è importante chiedere il parere del veterinario. Questi cercherà di capire se dietro comportamento si cela un problema di tipo fisico; nel caso in cui il cane non dovesse fortunatamente presentare problemi legati alla salute, è indispensabile contattare un comportamentista; questi infatti cercherà di analizzare e risolvere il problema.

Prendere un cane è sempre un’esperienza emozionante, tuttavia è indispensabile riuscire ad insegnare correttamente al cane come comportarsi. Avere un cane in casa è fonte di grande gioia e spensieratezza, ma è anche importante capire che soprattutto i cuccioli necessitano di regole; l’approccio con i cuccioli deve essere lo stesso che si ha con i bambini. I cuccioli necessitano di conoscere la differenza tra giusto e sbagliato e tra comportamento corretto e scorretto; questo permetterà al vostro peloso e a voi di vivere bene e in armonia e di non avere grossi problemi di convivenza.

Cucciolo di cane fa gli agguati: perchè lo fa e come farlo smettere

La salute dei pelosi è davvero importante, non solo da un punto di vista fisico ma anche dal punto di vista emotivo e comportamentale; il rigore nell’insegnamento è quindi indispensabile per aiutare il cane a comprendere e per evitare di creargli confusione. La confusione infatti dà origine a problematiche che con il passare del tempo sono difficili da gestire, soprattutto se il cane in questione è un cane di taglia gigante.