Cucciolo di cane non socializza: quali sono le cause e cosa fare

Se il cucciolo di cane non socializza è necessario intervenire in maniera efficace per riuscire a farlo sentire un cane forte e sicuro di sè

Prendere un cane è un’esperienza magnifica solo che i cani hanno tutti caratteri differenti; cosa fare se il cucciolo di cane non socializza?

Riuscire a correggere il comportamento dei pelosi è indispensabile per avere un cane sicuri di sé e senza particolari problemi comportamentali o sociali.

cane bianco

Cos’è la socializzazione?

Per socializzazione si intende un processo sociale in cui i cani imparano a conoscere e a relazionarsi con tutto ciò che lo circonda. I primi mesi di vita di un cucciolo sono fondamentali per questo processo ed è importante riuscire a fare in modo che la socializzazione sia efficace sia per quanto riguarda il rapporto con l’uomo che con gli altri animali. Riuscire a farli socializzare correttamente inoltre darà ai cuccioli la possibilità di avere una sorta di autocritica per cercare di capire come comportarsi nelle diverse situazioni che gli si presentano.

E se Fido non avesse voglia di comunicare

Se il cucciolo di cane non socializza evidentemente è anche perché non ha voglia di farlo; non necessariamente un cane che socializza è un cane felice di socializzare. Ciò però non significa nemmeno che la sua mancanza di voglia possa giustificare un comportamento errato. È importante quindi permettere al cane di apprendere e di conoscere tutti gli strumenti affinché possa comportarsi in maniera corretta, ogni qualvolta si presenta tale occasione.

Quando comincia la socializzazione?

Per evitare che il cucciolo di cane non socializza è importante cominciare il processo di educazione alla socializzazione nelle primissime settimane; nello specifico, già dalle prime quattro settimane è possibile mettere in moto tale processo; questa fase così delicata dura circa due anni, anche se esperienze successive a questo periodo possono comportare delle reazioni diverse.

cane seduto

È bene tener presente che una corretta forma di socializzazione necessita anche di tempo; per questo è necessario non togliere il cucciolo alla madre prima del tempo; anticipare il distacco può comportare una serie di problemi non solo che riguardano la salute, ma anche il comportamento dei cani. I cuccioli infatti possono diventare particolarmente irritabili e di difficile gestione; ciò quindi comporta anche una maggiore difficoltà di insegnamento e di apprendimento.

Si comincia

Una volta appreso quali sono le basi necessarie per una corretta socializzazione, è importante comprendere che non tutte le esperienze possono essere considerate positive; in questo caso è fondamentale riuscire a non abbattersi e riuscire ad ogni modo di dimenticare l’esperienza negativa per far posto a quelle positive.

Per prima cosa comunque è necessario insegnare i comandi base per cani; in questo modo non sarà difficile gestire Fido, soprattutto se si dovessero presentare degli episodi che richiedono l’attenzione del vostro cane. I primi incontri sono quindi fondamentali; mettere il guinzaglio è quindi fondamentale per avere un maggiore controllo del cucciolo e per riuscire a reagire nel caso in cui dovessero presentarsi delle situazioni spiacevoli. Una volta raggiunto la zona cani è importante non manifestare preoccupazione o ansie; i cani infatti tendono a percepire le emozioni del proprio padrone e tendono a fare in modo che le sensazioni del padrone si riflettano su di esso.

L’incontro

È appurato quindi che se un cucciolo di cane non socializza è evidente che qualcosa nel processo di socializzazione è andato perduto. L’incontro tra cani quindi è determinante per comprendere se sono stati fatti degli errori ed eventualmente capire di che tipo di errori si trattano. L’esposizione con gli altri cani deve essere assolutamente controllata e deve essere attuata ogni tipo di precauzione per cercare di ridurre il rischio al minimo.

cane marrone

Il comportamento e l’approccio dell’altro cane è indispensabile per capire come si evolverà l’incontro stesso; spetta tuttavia al padrone cercare di comprendere se l’altro cane è predisposto a nuove conoscenze o meno. Durante gli incontri però è importante mantenere un controllo delle proprie emozioni e dei propri movimenti; il cane che fa l’incontro necessita di spazio per comprendere gli odori e le caratteristiche dell’altro cane; se quindi il cucciolo è legato al guinzaglio, è importante non tirare mai il guinzaglio stesso.

In caso contrario il cane percepirebbe che c’è una sensazione di pericolo e tenderebbe ad innervosirsi e agitarsi; questo comportamento inoltre influenzerà il comportamento del cane incontrato, che a sua volta potrebbe reagire in maniera negativa. Di conseguenza l’incontro assumerebbe connotazioni negative che possono anche manifestarsi nei successivi incontri. La calma quindi è fondamentale e determinante per riuscire ad ottenere risultati positivi. È importante quindi fare nuove conoscenze ogni volta che se ne presenta l’occasione ed è altrettanto importante per il padrone quando l’incontro può essere considerato positivo o meno.

cane coricato

Ultima precisazione per quanto riguarda i cuccioli riguarda le vaccinazioni; in cani necessitano di essere vaccinati per evitare che possano rischiare di incombere in problemi gravi di salute. Ogni incontro infatti può essere pericoloso per la salute del peloso e per questo le vaccinazioni risultano indispensabili.

Socializzazione di un cane adulto

Appurato i motivi per cui un cucciolo di cane non socializza è necessario comprendere che questa mancanza poi si ripresenta quando il cane diventa adulto. Sfortunatamente risulta più complicato riuscire a fare socializzare un cane con un comportamento già formato e con una linea caratteriale ben specifica. Sicuramente il cane tenderà a soffrire di ansia e di stress ogni volta che incontra altri suoi simili ed è necessario quantomeno riuscire ad evitare che questa ansia si trasformi in aggressività.

Ecco quindi alcuni consigli per cercare di rendere più agevole il processo di socializzazione:

  • Frequenti passeggiate possono aiutare il cane adulto ad interagire correttamente con tutto ciò che lo circonda, non solo con gli altri animali; riconoscere quindi le cose e studiarle permetterà al cane di non averne paura, anche se si dovessero presentare in un contesto e in un luogo diverso
  • Il rinforzo positivo in questi casi è indispensabile; l’ausilio di snack premio o biscotti per cani può essere determinante per la risoluzione del problema stesso. In questo modo si potrà far comprendere al cane quando sta attuando un comportamento sano e positivo; la ripetizione di tale comportamento quindi per Fido risulta più semplice, soprattutto se si calcola il premio alla fine
  • È necessario non impiegare mai metodi coercitivi o rimproverare il cane altrimenti aumenterebbe il rischio della comparsa di un comportamento aggressivo
  • Fare socializzare il cane con altri cani che sono predisposti alla socializzazione è determinante per evitare di incombere in spiacevoli incontri

cane sedutoQuesti sono solo alcuni consigli che è importante prendere in considerazione quando si decide di fare incontrare il proprio cane, con cani estranei. Ovviamente, come già accennato più il cane diventa grande e più il processo di socializzazione può risultare più complicato. Inoltre è sempre bene tener a mente che ogni cane ha un comportamento diverso da quello degli altri cani e ogni cane ha il proprio carattere che non è sempre facile da gestire; l’accettazione del comportamento di Fido è quindi fondamentale ed è altrettanto necessario cercare di correggerlo per evitare che il cane possa stressarsi.

Altri escamotage

Per fare in modo che Fido si abitui a tutto è indispensabile che voi facciate in modo che il cane conosca quello che lo circonda. Fategli quindi odorare oggetti, piante e qualsiasi altra cosa che gli si presenta per strada, a patto e condizione che non lo metta in pericolo di vita. Fate quindi che il vostro cane entri a contatto con le seguenti cose:

  • Oggetti personali di tutti i giorni
  • Auto
  • Mare e spiaggia
  • Persone, di qualsiasi età e colore della pelle
  • Bambini
  • Cani anziani e cani cuccioli
  • Apparecchiature varie ed eventuali
  • Veterinario
  • Toelettatore
  • Eventi affollati

Questi sono solo alcuni degli innumerevoli oggetti o delle innumerevoli situazioni che si possono presentare ed è importante che Fido faccia le proprie esperienze, soprattutto se questo non hanno nessun pericolo.

Conclusione

Se il cucciolo di cane non socializza è importante riuscire a comprendere la causa determinante; ci sono diversi modi per riuscire a fare in modo che il proprio cucciolo possa vivere delle esperienze positive con altri cani. Tuttavia è altrettanto necessario comprendere che questo può non accadere, ma ciò non significa che Fido non ami il proprio padrone.

cane piccolo

Nel caso in cui il vostro cane dovesse essere particolarmente complicato o nel caso in cui non siate riusciti ad insegnare efficacemente la socializzazione è importante chiedere aiuto ad un professionista. Per qualsiasi altra informazione o curiosità è necessario rivolgersi alla figura del comportamentista o di un educatore; questi cercheranno di comprendere le difficoltà di Fido, cercheranno di capire che tipo di rapporto intercorre tra voi e il vostro cane e cercheranno di porre rimedio.

Il loro compito sarà quello di comprendere dove e in che modo si manifestano le difficoltà di socializzazione e cercheranno di fare socializzare il cane con altri pelosi; la quotidianità è quindi fondamentale per fare in modo che il peloso possa sentirsi a proprio agio sia con il padrone, che con altri cani e altre persone.
La salute del proprio cane è fondamentale, non solo quella fisica, ma anche quella mentale; riuscire a fare stare bene il proprio cane è di estrema importanza per riuscire a godere a lungo di un cane sano, in salute, ottimista e propenso alla comunicazione.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati