Cucciolo di cane si crede un gatto: il suo buffo comportamento

Questa è la buffissima storia di Mako, un cucciolone adottato da una famiglia, che pensa di essere un gatto

Ognuno di noi ha pensato, almeno una volta nella vita, di adottare un piccolo cucciolotto a quattro zampe. A tutti piacerebbe avere un cane gentile, simpatico e giocherellone tra i piedi. Ma non a tutti capita di adottare un cane che si crede un gatto. E’ proprio questo quello che è accaduto a una famiglia statunitense. Infatti, hanno adottato un piccolo pelosetto che in realtà dentro, in fondo al cuore si sente gatto. E noi che possiamo dire se non accettarlo così com’è.

La storia di Mako inizia quando i suoi genitori adottivi, di nome Bethany e Samatha Castiller, portano il piccolo cucciolotto di Pittbull a casa. Erano molto preoccupate del fatto che, all’interno della famiglia ci fossero anche due gattini. Così per i primi periodi tennero cane e gatti separati. Come se vivessero in due case differenti. Per poi cercare di reintegrarli e farli conoscere piano piano.

Quello che le sue proprietarie però non sapevano era che Mako, non solo già conosceva i gatti ma addirittura questo cane si crede un gatto, si crede uno di loro. Infatti, già dal primo giorno il pelosetto inizia a saltare sulle sedie, sul tavolo e sul divano della casa. Le due neo proprietarie non ci fanno troppo caso, pensavano fosse l’eccitazione del momento. L’aver trovato una nuova casa e una nuova famiglia lontana dal canile poteva essere fonte di grande gioia per il piccolo, fino a farlo saltare ovunque.

Ma così non era. E se ne cominciarono ad accorgere quando gli iniziarono a presentare i gatti di casa. I due gattini e Mako sono diventati immediatamente amici. Innamorati al primo sguardo. Non c’è stato neanche un minuti di contesa tra i tre pelosetti, che hanno iniziato subito a vivere in pace ed armonia. Mako però si iniziò a comportare in maniera ancora più strana. Seguiva i gatti ovunque, e per ovunque si intende proprio dappertutto. Sale sul tavolo, sul frigorifero, persino sul davanzale della cucina. Dove sono i gatti si trova Mako.

Così Bethany e Samatha si rendono conto che Mako non solo si comporta come i gatti, imitandoli, ma vuole proprio essere come loro. E assume delle posizioni davvero buffe. Provate ad immaginare un cagnolone grande e grosso come un Pitt bull che cerca di salire in posti piccoli e scomodi come il tetto di un frigorifero.

Secondo le proprietarie l’unica spiegazione è che Mako prima di essere adottato viveva con uno o più gatti, ed essendo stato separato molto presto dalla mamma ha imparato a comportarsi esattamente come loro. Non sa, infatti, quale sia il comportamento normale di un cane qualsiasi. Ma a noi e alle sue padrone Mako piace così, con le sue buffe stranezze da cane-gatto.

LEGGI ANCHE: Anomalie del comportamento materno del cane: come agire

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati