Cucciolo torturato a morte: il colpevole non potrà mai più avere animali

Il povero cucciolo ha trovato la morte nel peggiore dei modi. L'uomo che ha commesso tutto ciò non potrà più avere animali o convivere con loro

Dalla Spagna arriva una sentenza che è destinata a fare storia. Per il caso di un povero cucciolo torturato a morte in una casa di Premià de Mar qualche tempo fa, i giudici del Tribunale hanno deciso di condannare severamente l’uomo che ha compiuto questo gesto crudele. Tra l’altro il colpevole non potrà mai più avere animali o convivere con loro.

cane con il musetto triste
Fonte foto da Pixabay

I giudici di un Tribunale vicino a Barcellona si sono espressi su un caso oche aveva sconvolto la Spagna. Nel processo l’organizzazione animalista Faada si era costituita parte civile. Un uomo era accusato di aver maltrattato, torturato e ucciso il suo cane nel febbraio del 2020.

All’epoca, gli agenti di Polizia fecero irruzione in una casa di Premià de Mar, per delle urla che provenivano da quell’abitazione. All’interno gli agenti hanno trovato un uomo ubriaco e drogato, che ha cercato di aggredirli. Stava torturando il suo cucciolo di 3 mesi, morto poco dopo per le percosse ricevute.

LEGGI ANCHE: Whiskey, il cane torturato è diventato un vice sceriffo

La sentenza per il caso del cucciolo torturato a morte in Spagna è arrivata dopo due anni. L’uomo responsabile delle torture, dei maltrattamenti e del decesso dell’animaletto è stato condannato a mille euro di multa e a sei mesi di prigione, con pena sospesa.

I giudici, poi, hanno stabilito che quella persona non potrà mai più possedere o convivere con animali domestici. Una pena non prevista, quest’ultima, dal codice penale spagnolo, che invece include solo il divieto di possesso di animali per alcuni anni per chi si macchia di questo reato.

zampe del cane
Fonte foto da Pixabay

Per l’organizzazione Faada si tratta di una sentenza pionieristica. Si vieta non solo la proprietà di un animale, ma anche la convivenza. Molte persone aggiravano, infatti, questa postilla intestando il cane a terze persone, con passaggi di proprietà fittizi. Proprio in questi giorni in Spagna si sta discutendo la nuova legge sul benessere animale.

LEGGI ANCHE: Cagnolino rubato e torturato da quattro adolescenti: la pena è troppo scarsa

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati