Delilah, lo Staffordshire Bull Terrier ridotto pelle e ossa che è finalmente rinato

La storia di Delilah, lo Staffordshire Bull Terrier ridotto a pelle e ossa che è rinato ed ha scoperto la felicità

Cane deperito

Il protagonista della storia di oggi si chiama Delilah ed è un cagnolino di razza Staffordshire Bull Terrier che finalmente può dirsi felice.

Come avrete immaginato, quindi, la storia di oggi è una storia a lieto fine. Ma è allo stesso tempo una storia che parla di dolore e sofferenze. Una storia che parla di coraggio, di forza d’animo e di rinascita.

Una di quelle storie che, ancora una volta, ci aiuta a capire che al mondo esistono due tipologie di esseri umani.

Delilah, lo Staffordshire Bull Terrier ridotto pelle e ossa che è finalmente rinato

C’è l’umano migliore amico dei cani, quello che si prende cura di loro e che li ama come parte integrante della famiglia.

E poi c’è l’umano che invece di migliore amico del cane non ha niente. Quello che troppo spesso si rende protagonista di violenza e maltrattamenti ai danni dei nostri amici a quattro zampe.

E Delilah ha conosciuto entrambe le categorie di umani. Nella prima parte della sua esistenza, questa amica a quattro zampe ha conosciuto solo violenza e maltrattamenti.

Delilah, lo Staffordshire Bull Terrier ridotto pelle e ossa che è finalmente rinato

Quando i suoi vicini di casa hanno denunciato la sua situazione alla RSPCA di Brisbane, Australia, le sue condizioni erano estreme.

Quando le autorità sono intervenute, Delilah era pelle e ossa. Visibilmente denutrita e disidratata, la sua sopravvivenza era attaccata ad un filo.

Il suo proprietario in un primo momento ha negato che quel cane fosse suo. Ha detto di averlo da appena una settimana “per fare un favore ad un amico”.

Delilah, lo Staffordshire Bull Terrier ridotto pelle e ossa che è finalmente rinato

Ma grazie alla testimonianza dei vicini di casa, la verità è venuta presto fuori. Delilah abitava in quella casa da più di un anno ed era evidentemente vittima di maltrattamenti.

L’uomo ha affrontato un processo che si è concluso alcuni giorni fa. Adesso dovrà pagare una multa di mille dollari, più le spese legali e l’interdizione per tre anni.

E nel frattempo la vita di Delilah si è sicuramente trasformata. Oggi, a distanza di un anno, la cagnolina è decisamente rinata.

Ha affrontato un lungo percorso di cure, per riprendersi sia sotto il punto di vista fisico sia sotto quello emotivo.

E alla fine ne è uscita vincitrice. Oggi lo Staffordshire Bull Terrier Delilah abita con la sua nuova famiglia e può dirsi finalmente felice.

Una storia molto simile a quella di Alessia, il Mastino Napoletano che dopo i maltrattamenti è finalmente felice.