Donna passa la notte in rifugio per non lasciare solo un cane morente

Questa donna ha fatto un gesto davvero meraviglioso: è stata accanto a un cane che stava per morire da solo in un rifugio

Il gesto che ha compiuto questa donna è davvero commovente. Ha passato la notte in rifugio per non lasciare da solo un cane malato terminale che stava vivendo i suoi ultimi momenti. Un gesto di grande amore e empatia.

Janine Guido è la fondatrice di Speranza Animal Rescue, un rifugio per la tutela e la salvaguardia degli animali. Questa associazione ha aiutato tantissimi animali in seria difficoltà, ma soprattutto, ha salvato la vita a molti di loro.

Nonostante i volontari si impegnano tantissimo per salvare tutti gli animali, a volte falliscono. Purtroppo questo accade quando salvano dei cani o dei gatti che sono in condizioni orribili o che sono troppo malati per poter sopravvivere.

Ed è proprio come nel caso di questo cagnolone che si chiamava Watson. Lo hanno trovato che vagava tutto solo. Era ferito e camminava dentro un parco a Philadelphia. Le sue condizioni erano davvero molto critiche, ma nonostante ciò, veterinari e volontari non si sono mai arresi.

Lo hanno assistito 24 ore su 24, cercando di fare tutto il possibile per lui. Purtroppo però, suo intero corpo era ricoperto di piaghe, che si erano completamente infettate. Il cagnolone aveva anche un tumore che cresceva su una delle sue zampe posteriori.

Le speranze per lui non esistevano più. Aveva poche possibilità di sopravvivere ed era diventato a tutti gli effetti un malato terminale. Per questo motivo è stato trasportato al rifugio di Janine, in attesa di attraversare il ponte e farlo nel migliore dei modi.

La donna quando lo ha visto per la prima volta è rimasta molto toccata dal suo sguardo. Watson sembrava rassegnato e i suoi occhi lasciavano intravedere tutto il dolore che aveva dentro il suo cuore in quel brutto momento.

Ed è stato proprio questo che ha fatto capire alla donna che doveva restargli accanto fino all’ultimo momento. Janine non voleva che trascorresse le sue ultime ore in solitudine e voleva che, almeno per una volta nella vita, Watson si sentisse amato.

Così, la donna ha passato la notte al rifugio restando accanto al povero Watson e cercando di tranquillizzarlo il più possibile. Lo coccolava, gli parlava. Voleva che attraversasse il ponte con molta più serenità. Purtroppo, passata la notte, il cagnolone si è spento.

Janine era piena di dolore, ma sapeva che non c’era modo che le cose andassero diversamente. L’unica nota positiva per lei, era che aveva regalato a Watson gli ultimi momenti pieni d’amore. Lo ha rassicurato per tutto il tempo. Lo ha amato così tanto e sa perfettamente che lui ne è stato felice. Ora ha passato il ponte arcobaleno e sicuramente ricorderà cosa ha fatto questa meravigliosa donna per lui. Il bene non si può dimenticare. Buon ponte piccolo!

LEGGI ANCHE: Leesa, la cagnolona abbandonata che aveva paura degli umani

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati