Gary, il cucciolo disabile abbandonato in una palude

Questo cagnolino non si è affatto arreso quando i suoi ex padroni lo hanno abbandonato. Nonostante la disabilità è sopravvissuto

Questo povero cagnolino si chiama Gary ed ha un brutto passato alle spalle. Lo hanno abbandonato in una palude, probabilmente perché non era in grado di camminare autonomamente. Il cagnolino, infatti, ha una disabilità.

Gary ha le zampe posteriori paralizzate e per camminare si aiuta con le zampe anteriori strusciando. Lo hanno lasciato in una palude, tutto solo. Aveva solo quattro mesi e non era in grado di difendersi. Ha provato anche a rincorrere i suoi ex proprietari, ma loro non avevano alcuna intenzione di tenerlo.

Il cagnolino era ormai affranto e triste, ma fortunatamente dei volontari di un’associazione lo hanno trovato e lo hanno salvato da quella orrenda situazione. L’associazione è la This is Houston e si occupa di aiutare tutti gli animali indifesi che ne hanno bisogno.

I volontari di questa organizzazione hanno permesso al povero Gary di avere una seconda possibilità. Siccome non poteva camminare, era impossibile che fosse arrivato da solo in quella palude. Per questo tutti hanno pensato immediatamente all’abbandono.

Dopo averlo salvato, i volontari lo hanno portato dal veterinario per farlo visitare. Fortunatamente, era in buona salute. Gli unici problemi che aveva Gary erano le gambe paralizzate e una leggera tosse facilmente curabile.

Il cagnolino adesso sta facendo delle cure e si spera che la sua paralisi migliori sempre di più. Ci vorrà molta fisioterapia e molto tempo per far migliorare la sua disabilità. Ma i volontari del rifugio sono molto fiduciosi e ottimisti.

Nonostante tutto quello che ha passato, Gary non si è mai arreso ed è rimasto un cucciolo molto affettuoso. Ama ancora l’uomo nonostante ciò che gli hanno fatto. Lui è un giocherellone e adora farsi coccolare da tutti nel rifugio.

Fortunatamente, i volontari gli stanno offrendo tutte le cure di cui ha bisogno per farlo migliorare ogni giorno di più. Quando starà molto meglio, potrà finalmente avere una famiglia tutta per lui e che, questa volta, lo ami per sempre.

LEGGI ANCHE: Bumer, il cane che ha aspettato la famiglia che lo ha abbandonato per 6 mesi

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati